"Ho gettato la testa di Christina nel fiume"

| Nel '93, Jason Massey aveva ucciso e smembrato i corpi di due adolescenti. Nel 2001, già nella camera della morte, aveva rivelato ai familiari dove aveva nascosto i resti

+ Miei preferiti

Un segreto custodito per 19 anni ed emerso solo ora. Il mostro aveva rivelato l’ultimo atroce segreto alle famiglie delle sue vittime poco prima di essere giustiziato nel carcere di Huntsville, Texas, il 3 aprile 2001. Nel ’93, Aveva ucciso e fatto a pezzo il poro di una 13enne. Jason Massey aveva ucciso due adolescenti in Texas nell'estate 1993. Alla ragazzine aveva tagliato la testa, reciso i capezzoli e amputato le mani con una lama affilato. Infine aveva gettato il suo corpo nudo in un campo. Per anni non ha mai voluto rivelare dove aveva nascosto i resti di Christina Benjamin, lasciando i suoi cari in uno stato di angoscia. Fu solo nel momento della sue esecuzione, mentre già giaceva legato a una barella in attesa dell'iniezione letale, Massey rivelò finalmente la verità dicendo che aveva gettato testa e mani da un ponte del Texas in un fiume. "So che volete sapere dove sono gli altri suoi resti, sono nel fiume Trinity”. Il mostro aveva ucciso anche il fratellastro quattordicenne della vittima, ed ha giurato che Christina "non ha sofferto” e che fu sezionata solo “dopo la morte”. "Voglio che sappiate che Christina non ha sofferto. Vi dò la mia parola”.

Una personalità criminale complessa. Torturava e uccideva cani e gatti, e conservava nel frigo le loro teste come trofei. Era stato nel braccio della morte per sei anni e mezzo, dopo la condanna a morte, ed aveva una lunga fedina penale, che includeva anche il massacro sistematico di animali. La prima denuncia per avere seviziato un gatto l’aveva rimediata quando aveva appena 9 anni. Il 3 aprile 2001 fu giustiziato, e oggi gli investigatori spiegano che il suo più grande cruccio era quello di “non essere diventato il più

 noto serial kilelr del mondo”. Sognava di essere come i serial killer Charles Manson e Ted Bundy e aveva un debole per le giovani donne. Aveva incontrato l’adolescente attraverso un amico comune pochi giorni prima e aveva deciso che sarebbe stata la sua prima vittima. Poi ne uccise anche il fratello. In un diario aveva già annotato i nomi delle altre sue potenziali vittime, scelte tra i ragazzi della zona, in base a un calendario con le date degli assassini già pianificati in ogni dettaglio. Fu smascherato dal patrigno delle vittime che aveva riconosciuto la sua auto attorno alla proprietà.

 
Galleria fotografica
"Ho gettato la testa di Christina nel fiume" - immagine 1
"Ho gettato la testa di Christina nel fiume" - immagine 2
Cronaca
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Eloisa Pinto Fontes, 26 anni, era scomparsa senza lasciare traccia un anno fa a New York. È stata ritrovata in una favela di Rio mentre vagava in stato confusionale
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
Sarebbe morta nel sonno a soli 24 anni: dopo una carriera fulminea nel mondo dell’hard aveva scelto di tornare dalla famiglia in Texas e contava di sposarsi a breve
Notte di sangue a Birmingham
Notte di sangue a Birmingham
Una non meglio precisata “serie di accoltellamenti” che avrebbero coinvolto diverse persone, avvenuti nella zona della movida e del quartiere LGBT. La polizia non si sbilancia sulla matrice dell’episodio
Rock and Virus
Rock and Virus
Il concerto degli “Smash Mount” durante il motoraduno di Sturgis, si sta trasformando in un focolaio che fa il pieno di contagi e vittime. L’ira dei social verso la band, accusata di fomentare la folla urlando che il Covid non esiste
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
I cadaveri di Henriett Szcus e Mihrican Mustafa ritrovati casualmente dalla polizia un anno fa nell’appartamento di Zahid Younis, 36 anni, condannato all’ergastolo
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
L’allarme è scattato dopo i primi svenimenti per la presenza di monossido di carbonio. Nessuna vittima ma tanta paura per circa 200 giovani che avevano scelto una caverna per una notte di eccessi
La killer di una senatrice americana confessa l’omicidio
La killer di una senatrice americana confessa l’omicidio
Rebecca Lynn O’Donnell ha confessato l’omicidio e l’occultamento di cadavere della senatrice dell'Arkansas Linda Collins-Smith, che stava indagando in un giro di pedofilia
Texas, mamma in overdose si chiude in auto con le figlie: muoiono tutte e tre
Texas, mamma in overdose si chiude in auto con le figlie: muoiono tutte e tre
Natalie, Izabel ed Elise Chambers, sono state ritrovate prive di vita in un Suv: Natalie sarebbe morta per overdose, le sue bimbe soffocate dal gran caldo
Una mamma e i suoi due figli trovati in un'auto in un lago
Una mamma e i suoi due figli trovati in un
I corpi di ShaQuia Philpot e i suoi due gemelli, sono stati notati da un pescatore in un lago della Georgia. La polizia indaga per risalire ai motivi di quello che al momento appare come un inspiegabile omicidio-suicidio
Riconosce il suo stupratore nel killer di Maddie
Riconosce il suo stupratore nel killer di Maddie
Una donna vittima di stupro nel 2004 nella stessa zona del Portogallo dove è scomparsa la bimba inglese, ha trovato nel racconto di un’altra violenza commessa da Christian Brueckner molte analogie con la sua, rimasta irrisolta