"I genitori dovevano assicurare ad Eleonora il diritto di vivere"

| In 51 pagine, il giudice Marina Ventura spiega le motivazioni della condanna a due anni di carcere per i genitori di un'adolescente malata di leucemia, costretta a seguire il "metodo Hamer"

+ Miei preferiti

La vera responsabilità dei genitori di Eleonora Bottaro, morta a 16 anni perchè, malata di cancro, fu privata delle cure necessarie per abbracciare le tesi criminali del fu dottor Hamer,  secondo i giudici, è di «aver rifiutato le cure non per loro stessi ma per la figlia, l’ordinamento non pone il diritto di vita o di morte dei figli nelle mani dei genitori, al contrario i genitori sono custodi della vita dei figli, che hanno l’obbligo di proteggere…Sottrarre la figlia all’unica cura che la scienza medica conosce e che, fortunatamente, è anche una cura con elevata possibilità di successo, non è una scelta che risponda a prudenza e perizia (…). La salute di un figlio non può essere lasciata al mero arbitrio del genitore che senza alcun vincolo possa adottare qualunque scelta a suo piacimento, come se il figlio fosse una sua mera estensione secondo una prospettiva che, dietro una apparente modernità, finisce per negare al figlio la sua natura di soggetto autonomo, portatore di diritti propri». Ed Eleonora avrebbe dovuto avere tutte le possibilità che la scienza medica le offriva per continuare a vivere.

“I genitori di Eleonora avevano il preciso dovere di attivarsi per garantire alla figlia il diritto primario, quello di vivere. Invece hanno fatto tutto quanto era in loro potere per sottrarre Eleonora alle cure che la potevano guarire, sia direttamente, negando il consenso che giuridicamente spettava loro esprimere, sia indirettamente, lasciando Eleonora in una falsa convinzione di guarigione che, per quanto dicevano, sarebbe arrivata solo evitando la chemio che invece l’avrebbe uccisa». 

Il giudice Marina Ventura spiega in 51 - drammatiche - pagine la tragedia di una ragazzina indotta a bere concentrati di vitamine per affrontare una letale forma di linfoma. Lino Bottaro e Rita Benini sono stati condannati a due anni di reclusione lo scorso giugno. Il procuratore aggiunto Valeria Sanzari, individua la colpa i genitori di aver provocato la morte di Eleonora per colpa, negligenza, imprudenza e imperizia fornendo alla ragazza una falsa rappresentazione della realtà sulla gravità della malattia e sui rimedi non scientifici da loro proposti per guarire.

Eleonora è morta di leucemia il 18 agosto del 2016. La malattia poteva essere curata, la ragazza poteva guarire definitivamente, ma i genitori erano finiti nel loop della lotta contro Big Pharma, la lobby dei medici che speculano sulla chemio e tutto il ciarpame che ogni giorno si legge ancora sul web. Eleonora doveva guarire con  vitamine e dosi massicce di cortisone, come teorizzava Hamer, medico tedesco radiato per aver diffuso teoria antiscientifiche costate al vita a un numero indefinito di persone..

 
Cronaca
Lo sfacciato immobiliarista che riciclava denaro sporco
Lo sfacciato immobiliarista che riciclava denaro sporco
Oltre a decine di furti e frodi, Ramon Olorunwa Abbas era un esperto nel “ripulire” grosse somme di denaro frutto di traffici illeciti. Fra le vittime anche un club della Premier League inglese
Il Golden State Killer
si dichiara colpevole
Il Golden State Killer<br>si dichiara colpevole
Ha ammesso stupri e omicidi che per 40 anni hanno tolto il sonno a due contee californiane, in cambio della vita: non salirà sul patibolo, ma sconterà almeno 11 ergastoli dietro le sbarre
Londra: condannato il giovane della Tate Modern
Londra: condannato il giovane della Tate Modern
Il 18enne che un anno fa spinse dal balcone un bimbo di sei anni condannato dalla giustizia inglese per omicidio volontario
Justin Bieber cita due donne che lo accusano di stupro
Justin Bieber cita due donne che lo accusano di stupro
Danielle e Kadi hanno raccontato sui social di essere state violentate in albergo ad un anno di distanza una dall’altra. L’artista canadese nega dicendo di avere le prove che in quei giorni si trovava da altre parti, e parte al contrattacco
Suicida una giovanissima star di «TikTok»
Suicida una giovanissima star di «TikTok»
A 16 anni, Siya Kakkar era seguita da milioni di follower in tutto il mondo. Inspiegabili i motivi del gesto: aveva numerosi progetti futuri
Scarcerata la giovane che ha ucciso il suo violentatore
Scarcerata la giovane che ha ucciso il suo violentatore
Dopo due anni di abusi, nel 2018 Chrystul Kizer aveva ucciso l’uomo che la violentava e vendeva ad altri. Al suo fianco si è schierata un’imponente campagna mediatica e di supporto economico
NY, cameriera 18enne molestata da clienti e proprietari
NY, cameriera 18enne molestata da clienti e proprietari
Brenna Gonzales, cameriera di una celebre steak-house frequentata dal jet-set newyorkese, ha sporto querela per molestie sessuali ripetute
Zanardi stabile ma ancora grave
Zanardi stabile ma ancora grave
I medici non azzardano supposizioni: il quadro generale parla di “danni importanti” che potrebbero avere conseguenze neurologiche e di vista. Nei prossimi giorni la riduzione della sedazione e le prime valutazioni
L’Italia in ansia per Alex Zanardi
L’Italia in ansia per Alex Zanardi
Stabile nella notte ma ancora in condizioni gravissime. Attesa per il prossimo bollettino medico. La procura indaga per ricostruire l’accaduto
Zanardi in coma farmacologico
Zanardi in coma farmacologico
Il campione bolognese ricoverato in terapia intensiva: non è in pericolo di vita, ma il danno neurologico potrebbe essere molto grave