I media Usa e la foto dell'assassino bendato

| Il sito della CNN mette in apertura il killer reo-confesso del carabiniere, bendato e ammanettato. Poi ricostruisce la vicenda. Ma l'autore della foto è già stato trasferito dopo una rapida inchiesta interna

+ Miei preferiti

L'home page della CNN, uno dei siti di news più seguiti al mondo, apre l'edizione della sera con una foto del giovane americano reo-confesso dell'omicidio del vice-brigadiere a Roma seguita da un lungo servizio, in cui prende atto tra l'altro dell'indagine interna dell'Arma che ha già trasferito l'autore della foto, scattata in modo non legittimo. Pubblichiamo il servizio integrale, come un documento ulteriore per fare chiarezza. Altri media USA hanno dato ampio spazio e risalto al delitto di Roma.

REDAZIONE ISM

 

di Valentina Di Donato, Barbie Latza Nadeau e Sarah Dean

"Il comando generale dell'Arma dei Carabinieri prende netta distanza dalle immagini delle persone in stato di fermo per l'omicidio del vice-maresciallo Mario Cerciello Rega. Il comando provinciale dei Carabinieri di Roma sta svolgendo indagini per individuare i responsabili, ha riferito la polizia in un comunicato diffuso domenica.

I due americani, Finnegan Lee Elder, 19 anni, e Gabriel Natale Hjorth, di 18, sono stati arrestati in relazione all'omicidio del carabiniere Mario Cerciello Rega. L'agente, 35 anni, è stato pugnalato otto volte alle 2 del mattino ora locale di venerdì, nel quartiere Prati di Roma, vicino all'hotel dove alloggiavano i due giovani, ha riferito la polizia: è stato dichiarato morto alle 4:30 del mattino.

I filmati di sorveglianza e le testimonianze i hanno permesso all'Unità Investigativa Capitolina di identificare i due responsabili del "crimine efferato", secondo la dichiarazione dei carabinieri: I due americani, entrambi residenti a San Francisco, sono stati arrestati nella loro camera d'albergo a Roma.

La polizia sostiene che i ragazzi hanno rubato uno zaino a un uomo a cui si erano rivolti per l'acquisto di alcune dosi di droga: i dettagli di ciò che è accaduto sono ancora oggetto di indagine. Tuttavia, la polizia sostiene che gli americani hanno rubato lo zaino perché gli era stata venduta aspirina al posto della cocaina. 

Gli adolescenti hanno successivamente risposto al cellulare del proprietario, proponendogli la restituzione dello zaino a fronte di un pagamento di 100 euro e 1 grammo di cocaina.

Quando i carabinieri sono stati contattati dal proprietario della borsa rubata, due agenti hanno incontrato i sospetti americani con l'idea di recuperare lo zaino, Entrambi gli americani sono accusati di aver aggredito gli agenti, che si sarebbero identificati come forze dell'ordine. In quel momento, uno dei sospetti avrebbe estratto un coltello e pugnalato l'ufficiale otto volte prima di fuggire. Gli agenti erano disarmati, sempre secondo quanto dichiarato dall’Arma.

Presunta confessione

Entrambi gli americani hanno confessato di aver preso parte all'assalto, in particolare il 20enne che nelle prime ore dell'interrogatorio di venerdì si è dichiarato colpevole dell’omicidio. In una dichiarazione rilasciata alla CNN, i familiari di Elder Finnegan Lee, di San Francisco, hanno detto: "Scriviamo come famiglia per esprimere le nostre più sentite condoglianze alla famiglia e alla comunità che ha amato il brigadiere Cerciello Rega. Siamo scioccati e costernati per gli eventi che sono stati riportati, ma abbiamo pochissime informazioni indipendenti su questi eventi. Abbiamo intenzione di andare a Roma non appena il Dipartimento di Stato ci fornità rassicurazioni che saremo in grado di vedere nostro figlio. Siamo anche consapevoli del funerale della vittima e desideriamo essere rispettosi della sua famiglia e dei suoi amici in questo momento devastante".

Il Ministro degli Interni Matteo Salvini ha commentato la foto bendata di domenica, affemando: "A coloro che si lamentano vedendo i colpevoli bendati, ricordiamo che l'unica vittima per cui piangere è l'uomo, il figlio, il marito che aveva 35 anni, un sottufficiale dei Carabinieri, un servitore della patria morto in servizio per mano di persone che, se colpevoli, meritano solo l'ergastolo". 

Il giorno prima, Salvini aveva chiesto l'applicazione di pene detentive a vita per gli adolescenti accusati. 

"Sperando che gli assassini del nostro povero carabiniere non escano mai di prigione, ricordo ai buonisti che negli Stati Uniti chiunque uccida rischia la pena di morte. Non sto dicendo che dovremmo andare così lontano, ma la vita in prigione sì”, ha twittato Salvini sabato scorso.

 
Articoli correlati
Cronaca
Il giallo dei cani di Lady Gaga
Il giallo dei cani di Lady Gaga
Impegnata a Roma sul set di “Gucci”, in cui interpreta Patrizia Reggiani, l’artista è stata raggiunta dalla notizia del sequestro di due dei suoi tre amatissimi french bulldog. Il dog-sitter di fiducia ferito con 4 colpi di pistola
Influencer uccide la madre e le strappa il cuore
Influencer uccide la madre e le strappa il cuore
Anna Leikovic, 21 anni, ha assassinato la donna con un coltello da cucina strappandole diversi organi. La donna aveva scoperto che in sua assenza la figlia era diventata tossicodipendente
Il mistero dei Pirenei: travel blogger scompare nel nulla
Il mistero dei Pirenei: travel blogger scompare nel nulla
Esther Dingley manca all’appello ormai da più di 10 giorni: la polizia valuta l’ipotesi dell’incontro con un malintenzionato, ma anche la foto dell’impronta di un grosso orso inviata dalla donna poco prima di scomparire
Il mistero dell’influencer trovata morta
Il mistero dell’influencer trovata morta
Alexis Leigh Sharkley, 26 anni, era scomparsa venerdì a Houston senza lasciare traccia: il corpo nudo è stato visto da un operaio. È mistero fitto sulla morte: il corpo non presenta ferite
Dal reparto psichiatrico alla carriera da modella
Dal reparto psichiatrico alla carriera da modella
L’incredibile storia di Lucy May Dawson, una giovane inglese che viene ricoverata e curata per un forte esaurimento nervoso. Sembrava che per lei non ci fosse altro da fare, fin quando è arrivata la diagnosi corretta
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Eloisa Pinto Fontes, 26 anni, era scomparsa senza lasciare traccia un anno fa a New York. È stata ritrovata in una favela di Rio mentre vagava in stato confusionale
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
Sarebbe morta nel sonno a soli 24 anni: dopo una carriera fulminea nel mondo dell’hard aveva scelto di tornare dalla famiglia in Texas e contava di sposarsi a breve
Notte di sangue a Birmingham
Notte di sangue a Birmingham
Una non meglio precisata “serie di accoltellamenti” che avrebbero coinvolto diverse persone, avvenuti nella zona della movida e del quartiere LGBT. La polizia non si sbilancia sulla matrice dell’episodio
Rock and Virus
Rock and Virus
Il concerto degli “Smash Mount” durante il motoraduno di Sturgis, si sta trasformando in un focolaio che fa il pieno di contagi e vittime. L’ira dei social verso la band, accusata di fomentare la folla urlando che il Covid non esiste
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
I cadaveri di Henriett Szcus e Mihrican Mustafa ritrovati casualmente dalla polizia un anno fa nell’appartamento di Zahid Younis, 36 anni, condannato all’ergastolo