Il caso di Ilaria Alpi verso l’archiviazione

| Per la seconda volta, la procura di Roma ha richiesto al gip l’archiviazione dell’inchiesta per mancanza di nuovi elementi. Di tutt’altro parere gli avvocati della famiglia Alpi

+ Miei preferiti
Si avvia verso l’archiviazione l’indagine che tenta di fare luce sulla morte della giornalista del TG3 Ilaria Alpi e dell’operatore Miran Hrovatin, uccisi a Mogadiscio, in Somalia, il 20 marzo di 25 anni fa. Secondo la Procura di Roma, non sono emersi nuovi elementi sufficienti per non procedere all’archiviazione definitiva. In pratica, la fonte confidenziale dei servizi segreti del Sisde che nel 1997 aveva riferito di collegamenti fra la morte dei due giornalisti e il traffico di armi e di rifiuti in Somalia, è irreperibile. La decisione spetta al gip Andrea Fanelli, al termine di una camera di consiglio che sarà fissata prima della pausa estiva.

“Ancora una volta, non si può fare a meno di constatare che si sono rilevati privi di consistenza quegli elementi che non apparivano idonei, se non all’identificazione degli autori materiali, ovvero dei mandanti dell’omicidio, almeno ad avvalorare la tesi più accreditata del movente che ha portato al gesto efferato o ad esplorare l’ipotesi del depistaggio”, così affermano il procuratore Giuseppe Pignatone il pm Elisabetta Ceniccola nella richiesta di archiviazione, già presentata una prima volta nel giugno del 2018 e respinta dal gip.

Carlo Palermo e Giovanni D’Amati, avvocati di Annamaria Riccardi, la zia di Ilaria, promettono battaglia nel tentativo di convincere il giudice a rigettare nuovamente la richiesta e proseguire nelle indagini. Nell’atto in cui si oppongono alla richiesta, indicano come nuovi spunti alcuni documenti fra cui la sentenza di primo grado per l’omicidio di Mario Rostagno, il verbale dell’audizione in commissione parlamentare del generale Mario Mori, la sentenza sulla trattativa Stato-Mafia, gli atti desecretati dalla Camera nel 2014 e gli appunti di Ilaria Alpi. Per i legali, sarebbe entrate numerose nuove risultante, “incredibilmente non esaminate dal pm”. Contro la richiesta di archiviazione anche le altre parti offese: FNSI, Ordine dei Giornalisti e USIGRAI. Pienamente d’accordo anche Omar Hashi Hassan, somalo che ha scontato 17 anni di galera e assolto al termine di un processo di revisione “per non aver commesso il fatto”. “La famiglia di Ilaria Alpi chiese subito la mia scarcerazione, perché era convinta della mia innocenza, e mi è stata vicina fino all’assoluzione”.

La vicenda di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin si trascina ormai da 25 anni. La giornalista e l’operatore furono inviati in Somalia nel dicembre del 1992: le loro inchieste si concentrano su un presunto traffico di armi e rifiuti tossici che poteva contare sulla complicità dei servizi segreti e delle alte istituzioni italiane. La Alpi e Hrovatin furono trovati cadaveri a poca distanza dall’ambasciata italiana di Mogadiscio. La mamma di Ilaria, Luciana Ricciardi Alpi, inizia una lunga battaglia alla ricerca della verità che andrà avanti senza soste fino al 12 dicembre 2018, quando muore senza riuscire a sapere chi e perché ha ucciso sua figlia.

Cronaca
Il giallo dei cani di Lady Gaga
Il giallo dei cani di Lady Gaga
Impegnata a Roma sul set di “Gucci”, in cui interpreta Patrizia Reggiani, l’artista è stata raggiunta dalla notizia del sequestro di due dei suoi tre amatissimi french bulldog. Il dog-sitter di fiducia ferito con 4 colpi di pistola
Influencer uccide la madre e le strappa il cuore
Influencer uccide la madre e le strappa il cuore
Anna Leikovic, 21 anni, ha assassinato la donna con un coltello da cucina strappandole diversi organi. La donna aveva scoperto che in sua assenza la figlia era diventata tossicodipendente
Il mistero dei Pirenei: travel blogger scompare nel nulla
Il mistero dei Pirenei: travel blogger scompare nel nulla
Esther Dingley manca all’appello ormai da più di 10 giorni: la polizia valuta l’ipotesi dell’incontro con un malintenzionato, ma anche la foto dell’impronta di un grosso orso inviata dalla donna poco prima di scomparire
Il mistero dell’influencer trovata morta
Il mistero dell’influencer trovata morta
Alexis Leigh Sharkley, 26 anni, era scomparsa venerdì a Houston senza lasciare traccia: il corpo nudo è stato visto da un operaio. È mistero fitto sulla morte: il corpo non presenta ferite
Dal reparto psichiatrico alla carriera da modella
Dal reparto psichiatrico alla carriera da modella
L’incredibile storia di Lucy May Dawson, una giovane inglese che viene ricoverata e curata per un forte esaurimento nervoso. Sembrava che per lei non ci fosse altro da fare, fin quando è arrivata la diagnosi corretta
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Eloisa Pinto Fontes, 26 anni, era scomparsa senza lasciare traccia un anno fa a New York. È stata ritrovata in una favela di Rio mentre vagava in stato confusionale
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
Sarebbe morta nel sonno a soli 24 anni: dopo una carriera fulminea nel mondo dell’hard aveva scelto di tornare dalla famiglia in Texas e contava di sposarsi a breve
Notte di sangue a Birmingham
Notte di sangue a Birmingham
Una non meglio precisata “serie di accoltellamenti” che avrebbero coinvolto diverse persone, avvenuti nella zona della movida e del quartiere LGBT. La polizia non si sbilancia sulla matrice dell’episodio
Rock and Virus
Rock and Virus
Il concerto degli “Smash Mount” durante il motoraduno di Sturgis, si sta trasformando in un focolaio che fa il pieno di contagi e vittime. L’ira dei social verso la band, accusata di fomentare la folla urlando che il Covid non esiste
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
I cadaveri di Henriett Szcus e Mihrican Mustafa ritrovati casualmente dalla polizia un anno fa nell’appartamento di Zahid Younis, 36 anni, condannato all’ergastolo