Il caso di Ilaria Alpi verso l’archiviazione

| Per la seconda volta, la procura di Roma ha richiesto al gip l’archiviazione dell’inchiesta per mancanza di nuovi elementi. Di tutt’altro parere gli avvocati della famiglia Alpi

+ Miei preferiti
Si avvia verso l’archiviazione l’indagine che tenta di fare luce sulla morte della giornalista del TG3 Ilaria Alpi e dell’operatore Miran Hrovatin, uccisi a Mogadiscio, in Somalia, il 20 marzo di 25 anni fa. Secondo la Procura di Roma, non sono emersi nuovi elementi sufficienti per non procedere all’archiviazione definitiva. In pratica, la fonte confidenziale dei servizi segreti del Sisde che nel 1997 aveva riferito di collegamenti fra la morte dei due giornalisti e il traffico di armi e di rifiuti in Somalia, è irreperibile. La decisione spetta al gip Andrea Fanelli, al termine di una camera di consiglio che sarà fissata prima della pausa estiva.

“Ancora una volta, non si può fare a meno di constatare che si sono rilevati privi di consistenza quegli elementi che non apparivano idonei, se non all’identificazione degli autori materiali, ovvero dei mandanti dell’omicidio, almeno ad avvalorare la tesi più accreditata del movente che ha portato al gesto efferato o ad esplorare l’ipotesi del depistaggio”, così affermano il procuratore Giuseppe Pignatone il pm Elisabetta Ceniccola nella richiesta di archiviazione, già presentata una prima volta nel giugno del 2018 e respinta dal gip.

Carlo Palermo e Giovanni D’Amati, avvocati di Annamaria Riccardi, la zia di Ilaria, promettono battaglia nel tentativo di convincere il giudice a rigettare nuovamente la richiesta e proseguire nelle indagini. Nell’atto in cui si oppongono alla richiesta, indicano come nuovi spunti alcuni documenti fra cui la sentenza di primo grado per l’omicidio di Mario Rostagno, il verbale dell’audizione in commissione parlamentare del generale Mario Mori, la sentenza sulla trattativa Stato-Mafia, gli atti desecretati dalla Camera nel 2014 e gli appunti di Ilaria Alpi. Per i legali, sarebbe entrate numerose nuove risultante, “incredibilmente non esaminate dal pm”. Contro la richiesta di archiviazione anche le altre parti offese: FNSI, Ordine dei Giornalisti e USIGRAI. Pienamente d’accordo anche Omar Hashi Hassan, somalo che ha scontato 17 anni di galera e assolto al termine di un processo di revisione “per non aver commesso il fatto”. “La famiglia di Ilaria Alpi chiese subito la mia scarcerazione, perché era convinta della mia innocenza, e mi è stata vicina fino all’assoluzione”.

La vicenda di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin si trascina ormai da 25 anni. La giornalista e l’operatore furono inviati in Somalia nel dicembre del 1992: le loro inchieste si concentrano su un presunto traffico di armi e rifiuti tossici che poteva contare sulla complicità dei servizi segreti e delle alte istituzioni italiane. La Alpi e Hrovatin furono trovati cadaveri a poca distanza dall’ambasciata italiana di Mogadiscio. La mamma di Ilaria, Luciana Ricciardi Alpi, inizia una lunga battaglia alla ricerca della verità che andrà avanti senza soste fino al 12 dicembre 2018, quando muore senza riuscire a sapere chi e perché ha ucciso sua figlia.

Cronaca
La killer di una senatrice americana confessa l’omicidio
La killer di una senatrice americana confessa l’omicidio
Rebecca Lynn O’Donnell ha confessato l’omicidio e l’occultamento di cadavere della senatrice dell'Arkansas Linda Collins-Smith, che stava indagando in un giro di pedofilia
Texas, mamma in overdose si chiude in auto con le figlie: muoiono tutte e tre
Texas, mamma in overdose si chiude in auto con le figlie: muoiono tutte e tre
Natalie, Izabel ed Elise Chambers, sono state ritrovate prive di vita in un Suv: Natalie sarebbe morta per overdose, le sue bimbe soffocate dal gran caldo
Una mamma e i suoi due figli trovati in un'auto in un lago
Una mamma e i suoi due figli trovati in un
I corpi di ShaQuia Philpot e i suoi due gemelli, sono stati notati da un pescatore in un lago della Georgia. La polizia indaga per risalire ai motivi di quello che al momento appare come un inspiegabile omicidio-suicidio
Riconosce il suo stupratore nel killer di Maddie
Riconosce il suo stupratore nel killer di Maddie
Una donna vittima di stupro nel 2004 nella stessa zona del Portogallo dove è scomparsa la bimba inglese, ha trovato nel racconto di un’altra violenza commessa da Christian Brueckner molte analogie con la sua, rimasta irrisolta
«Naya è morta per salvare il figlio»
«Naya è morta per salvare il figlio»
Nell’attesa degli esiti dell’autopsia sul corpo rinvenuto nelle acque del lago Piru, lo sceriffo ipotizza quella che ritiene la versione più verosimile. Resta da capire se l'attrice sia stata colta da malore
Si uccide in diretta su Facebook
Si uccide in diretta su Facebook
Un attivista per i programmi di salute mentale inglese si è tolto la vita davanti a 400 persone che lo imploravano di non farlo. Proteste e polemiche all’indirizzo del social network
È morta Kelly Preston, moglie di John Travolta
È morta Kelly Preston, moglie di John Travolta
L’annuncio dato dall’attore sul suo profilo Facebook: da due anni lottava contro una forma molto aggressiva di cancro al seno. La coppia era sposta da quasi 30 anni
Violentata e uccisa a 8 anni da una coppia
Violentata e uccisa a 8 anni da una coppia
Vika si era allontana da casa dopo aver litigato con i genitori: è diventata la vittima di una coppia che l’ha violentata e soffocata. La donna si è presentata alla polizia per raccontare l’accaduto: “Ho tentato di fermarlo”
Naya Rivera, mistero fitto sulla scomparsa
Naya Rivera, mistero fitto sulla scomparsa
Ancora nessuna traccia del corpo della star di “Glee”, scomparsa nel lago Piru, in California. Secondo alcuni potrebbe essere un caso di suicidio
Coppia di fidanzati fatti a pezzi in un trolley
Coppia di fidanzati fatti a pezzi in un trolley
La valigia, ritrovata su una scogliera da un gruppo di ragazzini, conteneva i resti smembrati di Jessica Lewis e Austin Wenner, di cui non si sapeva nulla da giorni