Il DJ Adam Sky muore dissanguato

| Non ha visto il vetro di una porta e l’ha sfondata, ma una scheggia gli ha reciso l’arteria femorale. Stava tentando di soccorrere un’amica in difficoltà

+ Miei preferiti
Una fine orribile, quella che è toccata ad Adam Sky, nome d’arte di Adam Neat, celebre DJ australiano. Adam è morto a Bali, in un resort dove stava trascorrendo un breve periodo di vacanza insieme a Zoia Lukiantceva, un’amica di origini russe che, probabilmente in preda ai fumi dell’alcol, era caduta completamente nuda nelle piscine a sfioro dell’Hilton Villas Resort, un lussuoso complesso turistico di Bali, procurandosi una brutta frattura alla gamba dopo un volo di quattro metri. Adam è corso immediatamente per prestarle aiuto ma non si è accorto di una porta a vetri che ha sfondato con il peso del proprio corpo: per una tragica fatalità, una scheggia di vetro ha reciso l’arteria femorale lasciandoli pochi istanti di vita.

Secondo quanto raccontato dalla ragazza, l’incidente sarebbe avvenuto venerdì notte, ma solo l’indomani mattina il personale dell’hotel ha trovato la giovane e scoperto poco dopo il corpo del DJ, per cui non c’era più nulla da fare.

A confermare la notizia è stato lo staff dell’artista attraverso la pagina Facebook ufficiale: “è con enorme rammarico che confermiamo che sabato 4 maggio Adam è stato coinvolto in un incidente fatale mentre tentava di aiutare un’amica. Parenti e amici di Adam sono in partenza per l’Indonesia per seguire da vicino le incombenze del caso. Vi chiediamo di rispettare la privacy della famiglia in questo momento tragico”.

Adam Sky, australiano, classe 1967, nell’ambiente musicale era considerato uno dei più talentuosi DJ in circolazione: aveva collaborato con artisti come Fat Boy Slim, David Guetta e la band “Scissor Sisters”. 

Galleria fotografica
Il DJ Adam Sky muore dissanguato - immagine 1
Il DJ Adam Sky muore dissanguato - immagine 2
Il DJ Adam Sky muore dissanguato - immagine 3
Il DJ Adam Sky muore dissanguato - immagine 4
Cronaca
Assalto al cantiere Tav: 20 denunciati
Assalto al cantiere Tav: 20 denunciati
Una notte di tensione a Chiomonte: 200 attivisti hanno tentato di avvicinarsi al cantiere dell’Alta Velocità. Dopo un lancio di sassi e razzi, domato un pericoloso principio d’incendio
McDonald's, dipendenti abusati e costretti al silenzio
McDonald
Drammatico report dei sindacati britannici, molto spesso le vittime sono pagate per tacere. Denuncianti oltre 1000 casi di donne molestate. I "predatori" spesso vengono solo trasferiti. La complicità dei manager
Assassina contro assassina
Assassina contro assassina
Le pluri-omicide Rose West e Joanna Dennehy si sono ritrovate nello stesso carcere. Rose è stata trasferita, l'altra aveva promesso: "La ucciderò, la odio"
Messaggio nella bottiglia, ritrovato l'autore
Messaggio nella bottiglia, ritrovato l
L'aveva lanciata nei mari dell'Australia appena 13enne, la lettera ritrovata da 2 pescatori australiani pochi giorni fa su una spiaggia del Sud
Vuole divorziare e affida il suo patrimonio a un amico: sparito
Vuole divorziare e affida il suo patrimonio a un amico: sparito
"'L'amico" ("era un investimento") non vuole restituirli, lei nel frattempo s'è riconciliata con il consorte. Un Tribunale le ha dato ragione
Caso Orlandi, 24 sacchi di ossa umane
Caso Orlandi, 24 sacchi di ossa umane
Aperti gli ossari, recuperate dai periti del pm decine di resti umani che saranno ora esaminati. I media Uk intervistano il fratello di Emanuela, scomparsa a 15 anni
Eredità, i figli di Liz Hurley battono il nonno diabolico
Eredità, i figli di Liz Hurley battono il nonno diabolico
Damian e Kira, nati dalla relazione con il magnate Stephen Bing erano stati estromessi dal nonno da un'eredità da 380 milioni di sterline. "non li considero miei nipoti, mai visti". Ma i giudici gli hanno dato torto
Truffò George Cloney, estradata in Italia
Truffò George Cloney, estradata in Italia
Con il complice Francesco Galdelli aveva prodotto un marchio di moda con il nome dell'attore USA. Presi in Thailandia, lui è ancora in carcere. Decine di colpi
Uccisa perché troppo bella
Uccisa perché troppo bella
La tragica fine di una 17enne russa, punita dalle sue migliori amiche perché più appariscente e desiderata: un delitto che ha sconvolto anche la polizia per la ferocia
Marocco, a morte gli assassini delle due ragazze
Marocco, a morte gli assassini delle due ragazze
Si è concluso dopo poco più di due mesi il processo per l’omicidio di Louisa e Maren, violentate a decapitate lo scorso dicembre. Durissima la decisione della corte