Il pasticciaccio brutto del Museo del Cinema

| Incuria e abbandono nella gestione di un vanto museale torinese, a cui si aggiunge un disavanzo dovuto a spese finite sotto la lente della Procura

+ Miei preferiti
Ha chiuso il 2016 con un lusinghiero +8% rispetto all'anno precedente, forte di 690.000 presenze e 3 milioni e 389 mila euro di incassi che lo proclamano il secondo museo torinese più visitato dopo l'Egizio, ed il terzo se il calcolo si allarga al circondario, con la Reggia di Venaria. Conti che da anni raccontano la realtà felice del Museo Nazionale del Cinema, una delle raccolte più importanti al mondo, ospitata all'interno del simbolo stesso di Torino, la Mole Antonelliana.

Eppure, in quello che all'apparenza sembrava un quadretto idilliaco, qualcosa non tornava da un po': se ne sono accorti anche in Procura, dove alla fine di maggio è stato aperto un fascicolo che per adesso si limita all'acquisizione delle relazioni del presidente Damilano, dei revisori dei conti e soprattutto i rendiconti del 2015 e 2016, i due anni in cui qualcosa è cambiato nella gestione del denaro, causando un buco nell'ultimo bilancio, chiuso con un passivo di 181 mila euro.

L'inchiesta e le reazioni

Anche se è prematuro tentare di individuare il "buco", i primi sospetti sembrano concentrarsi su alcune spese gestionali, messe a bilancio per quasi un milione di euro, che comprendono anche straordinari e acquisti di materiale. Comunque indizi di una sorta di abbandono e incuria gestionale che hanno un precedente: nel 2014, l'allora presidente Ugo Nespolo, in aperto contrasto con il direttore Barbera, si era fatto portavoce di una protesta rimandata al mittente dal sindaco Fassino, per la verità seguita dalla richiesta di dotare il museo di una gestione dei conti fatta da diverse parti politiche, compresa proprio quella dell'ex sindaco Fassino.

E mentre Paolo Damilano, presidente del Museo dal 2015, si dichiara felice di confrontarsi sul proprio operato, malgrado un mandato in scadenza per l'arrivo di Laura Milani (direttore e CEO dello IAAD), a prendere le distanze è anche l'assessore alla cultura della Regione Antonella Parigi, che chiede "La maggiore attenzione possibile, qualsiasi sia il futuro organigramma del museo". Silenzio per l'assessore comunale Francesca Leo e per l'ex direttore Alberto Barbera, mentre Ugo Nespolo ricorda di aver accettato l'incarico per amore verso il cinema: "Ho messo il mio tempo a disposizione per quattro anni, ho cercato di fare il bene del Museo, di realizzare qualcosa che fosse di livello alto: non ho potuto. Era evidente che sarebbe andata così, l'avevamo detto mille volte. Se ce ne siamo andati in quattro ci sarà un motivo, no?".

Cronaca
Luca ed Edith sono liberi
Luca ed Edith sono liberi
I due giovani, scomparsi nel dicembre 2018 in Burkina Faso, sarebbero riusciti a evadere dal luogo dove una banda li teneva prigionieri. A breve il rientro in Italia
Chelsea Manning tenta il suicidio
Chelsea Manning tenta il suicidio
L’ex gola profonda di WikiLeaks, tornata dietro le sbarre lo scorso anno, rifiuta categoricamente di comparire davanti alla corte federale
Aperto il processo per la strage del volo MH17
Aperto il processo per la strage del volo MH17
In Olanda, in un’aula allestita nella zona dell’aeroporto Schiphol di Amsterdam, le prime battute del processo contro 4 persone sospettate di aver ucciso le 298 persone a bordo
La fuga dalla quarantena di Ekaterina
La fuga dalla quarantena di Ekaterina
Le autorità della Crimea hanno emesso un mandato di cattura per una ragazza che prima degli esisti del terzo e ultimo tampone è fuggita dall’ospedale in cui era in quarantena
Arrestati i ladri della villa di Tamara Ecclestone
Arrestati i ladri della villa di Tamara Ecclestone
Sarebbero madre e figlio di origine rumena: negano ogni accusa, ma lei è stata arrestata con addosso orecchini preziosissimi, e nell’abitazione del figlio sono stati trovati diversi accessori griffati dell’ereditiera
Strangolata a 6 anni dal vicino di casa
Strangolata a 6 anni dal vicino di casa
La piccola Faye Swetlik era scomparsa dal giardino di casa, in South Carolina: è stata ritrovata senza vita tre giorni dopo. A poche ore di distanza, un vicino su cui la polizia iniziava a sospettare si è ucciso
GB, sette uomini condannati per stupro
GB, sette uomini condannati per stupro
Dopo quattro settimane di processo, la giuria ha dichiarato colpevoli di stupro e violenze sette uomini che avevano preso di mira alcune ragazzine, costringendole ad avere rapporti con l’uso di droga e minacce
Muore il padre di Meredith Kercher
Muore il padre di Meredith Kercher
Il papà della studentessa uccisa a Perugia coinvolto forse in un tentativo di scippo o l’investimento di un pirata della strada. Ricoverato in ospedale, è morto pochi giorni dopo
Tre morti e due bambini scomparsi: il giallo che inquieta l’America
Tre morti e due bambini scomparsi: il giallo che inquieta l’America
Lori Vallow, moglie e sorella di due uomini uccisi in circostanze strane, è fuggita con il nuovo marito, la cui ex moglie è morta poco dopo. Ma dei due figli della donna non c’è più traccia da settembre
Hackerate le email di Ghislaine Maxwell
Hackerate le email di Ghislaine Maxwell
Il timore è che numerose email scambiate fra la reclutatrice di minorenni per conto di Jeffrey Epstein e personaggi in vista siano resi noti dai media, scatenando un vero cataclisma di proporzioni mondiali