Il silenzio degli assenti Venaria ghost city

| La città della Reggia è immobile, totalmente arresa di fronte ad una cintura fortificata e invalicabile. Ma mentre il G7 entra nel vivo, preparandosi ad accogliere i ministri del lavoro, tutto sembra passare in secondo piano

+ Miei preferiti

Da una parte l'imponente apparato di sicurezza messo in piedi per il G7, dall'altro le inquietanti promesse tuonate dai manifestanti. In mezzo, a far da rete nel delicato ping-pong dei sei giorni della tappa piemontese del G7, gli abitanti di Venaria. Un tranquillo comune di 34 mila anime o poco più, a metà fra la campagna e la città, uno dei due posti in Italia a poter vantare l'appellativo di "Reale".

Via Andrea Mensa, la lunga strada pedonale del centro storico intitolata ad un partigiano fucilato nel 1945, è sotto assedio. Difficile incrociare qualcuno che passi per caso: pochi i curiosi che giusto per capire cosa succede si spingono fino alla barriera formata da polizia e carabinieri che presidiano l'ingresso principale della Reggia. E ancora meno sono le signore con le borse della spesa in giro per le botteghe che, invece di puntare su sconti e promozioni, preferiscono scrivere a chiare lettere "Siamo aperti", nel caso qualcuno avesse il dubbio.

Il resto semplicemente, non c'è: ogni stradina è disseminata di camionette, pantere, gazzelle, blindati e agenti in divisa antisommossa che parlottano tra loro, tra il fresco della mattina e il caldo che sale insieme alle ore della giornata.

Basta entrare in qualche negozio e buttare lì l'amo, perché inizi una sequela di lamentele: invece di incrementare il giro d'affari, il G7 ha fatto scappare i pochi clienti. "Dovevano farlo a Torino e lasciare la Reggia ai turisti: per sei giorni è tutto chiuso, ce l'hanno requisita".

In giro non c'è quasi nessuno e i locali intorno alla Reggia, se tutto l'anno ringraziano il cielo per la posizione, nei sei giorni del G7 pagano lo scotto di un inevitabile processo di desertificazione.

È come se per la città fosse circolato un passaparola: stiamo lontani da lì e mettiamoci pazienza, che sei giorni passano in fretta. Un effetto comprensibile: ogni volta che i ministri scelgono di ritrovarsi e chiacchierare un po', scoppia qualche casino. E beccarsi una manganellata è una causa/effetto da evitare con grande cura.

In realtà, a meno di tre giorni dalla fine, anche se è difficile tirare già le prime somme, sembra quasi che il G7 di Venaria stia passando in un silenzio imbarazzante. I telegiornali tendono a relegare la notizia al fondo, poco prima di Baglioni che dirige Sanremo, e se proprio devono parlarne è per qualche parola un po' più forte scappata ad un ministro. Perfino la cena per la stampa organizzata dall'Unione Industriale è saltata miseramente: giornalisti stranieri da queste parti neanche uno. E presentare le specialità piemontesi ad una stampa che conosce tutto a menadito sembrava più uno scherzo.

Cronaca
Luca ed Edith sono liberi
Luca ed Edith sono liberi
I due giovani, scomparsi nel dicembre 2018 in Burkina Faso, sarebbero riusciti a evadere dal luogo dove una banda li teneva prigionieri. A breve il rientro in Italia
Chelsea Manning tenta il suicidio
Chelsea Manning tenta il suicidio
L’ex gola profonda di WikiLeaks, tornata dietro le sbarre lo scorso anno, rifiuta categoricamente di comparire davanti alla corte federale
Aperto il processo per la strage del volo MH17
Aperto il processo per la strage del volo MH17
In Olanda, in un’aula allestita nella zona dell’aeroporto Schiphol di Amsterdam, le prime battute del processo contro 4 persone sospettate di aver ucciso le 298 persone a bordo
La fuga dalla quarantena di Ekaterina
La fuga dalla quarantena di Ekaterina
Le autorità della Crimea hanno emesso un mandato di cattura per una ragazza che prima degli esisti del terzo e ultimo tampone è fuggita dall’ospedale in cui era in quarantena
Arrestati i ladri della villa di Tamara Ecclestone
Arrestati i ladri della villa di Tamara Ecclestone
Sarebbero madre e figlio di origine rumena: negano ogni accusa, ma lei è stata arrestata con addosso orecchini preziosissimi, e nell’abitazione del figlio sono stati trovati diversi accessori griffati dell’ereditiera
Strangolata a 6 anni dal vicino di casa
Strangolata a 6 anni dal vicino di casa
La piccola Faye Swetlik era scomparsa dal giardino di casa, in South Carolina: è stata ritrovata senza vita tre giorni dopo. A poche ore di distanza, un vicino su cui la polizia iniziava a sospettare si è ucciso
GB, sette uomini condannati per stupro
GB, sette uomini condannati per stupro
Dopo quattro settimane di processo, la giuria ha dichiarato colpevoli di stupro e violenze sette uomini che avevano preso di mira alcune ragazzine, costringendole ad avere rapporti con l’uso di droga e minacce
Muore il padre di Meredith Kercher
Muore il padre di Meredith Kercher
Il papà della studentessa uccisa a Perugia coinvolto forse in un tentativo di scippo o l’investimento di un pirata della strada. Ricoverato in ospedale, è morto pochi giorni dopo
Tre morti e due bambini scomparsi: il giallo che inquieta l’America
Tre morti e due bambini scomparsi: il giallo che inquieta l’America
Lori Vallow, moglie e sorella di due uomini uccisi in circostanze strane, è fuggita con il nuovo marito, la cui ex moglie è morta poco dopo. Ma dei due figli della donna non c’è più traccia da settembre
Hackerate le email di Ghislaine Maxwell
Hackerate le email di Ghislaine Maxwell
Il timore è che numerose email scambiate fra la reclutatrice di minorenni per conto di Jeffrey Epstein e personaggi in vista siano resi noti dai media, scatenando un vero cataclisma di proporzioni mondiali