"In giro c'è un assassino che se la ride"

| Ancora ombre sull'omicidio di Sofya Melnyk, uccisa nel novembre 2017. Il suicidio del compagno, Daniel Pascal Albanese, che l'avrebbe uccisa per gelosia, non convince. Sullo sfondo altri uomini. E un giro di soldi mai chiarito

+ Miei preferiti
Di Alberto C.Ferro

Non è passato molto tempo da quando i giudici di Treviso hanno disposto il dissequestro della villetta di via Jona a Cornuda. Qui, il  26 novembre 2017 venne trovato il corpo senza vita di Pascal Daniel Albanese, un enigmatico ingegnere 50enne di origini italo-francesi. Ma il mistero della morte sua e della compagna, la bella Sofiya Melnyk, 43 anni, ritrovata massacrata a colpi di bastone, in un burrone di Romano d’Ezzelino, per molti è tutt’altro che risolto. Nel senso che la tesi dell’omicidio-suicidio, dove Albanese, in preda alla gelosia abbia ucciso Sofya per poi togliersi la vita, presenta tuttora numerosi punti deboli. La seconda ipotesi è quella di un terzo uomo che avrebbe eliminato la coppia e non per un solo movente, comprendendone uno di natura anche finanziaria, e legato a una serie complessa di ricatti incrociati. 

Sofya Melnick e Daniel Pascal Albanese


Sofiya avrebbe intrattenuto contemporaneamente più relazioni con l'assenso di Albanese. Anche persone facoltose, per lo più rimaste nell’ombra. Gli stessi familiari di Albanese hanno trovato e consegnato alla procura alcuni preziosi documenti che potrebbero dare un nuovo impulso all’inchiesta. Nessuno, nella famiglia di Pascal crede che si sia suicidato.  Sofia Melnyk, 43enne ucraina scomparve nel nulla il 15 novembre 2017. Massacrata e infine gettata nel burrone ancora viva. Dalle indagini degli inquirenti è emerso che teneva sotto controllo sei amanti “pagatori”, che le inviavano soldi sui suoi conti correnti. La complicità con Daniel Pascal Albanese era totale. Lui sapeva e la incoraggiava. Gli scambi di massaggi sulla chat sono di contenuto inequivoco, ance poche pore prima della scomparsa. Solo due giorni prima, Pascal scrive liberamente con lei dei suoi rapporti con gli altri amanti.

C’è l’archeologo con cui stava da otto anni e che le aveva regalato la villetta in cui viveva con l’italo-francese.  Poi il medico, l’ultimo della serie, l’unico che forse avrebbe voluto stabilire una vera relazione con lei. Il movente del delitto, secondo gli investigatori. Ma restano nell’ombra gli altri. “Esiste la concreta possibilità che ci sia in giro un assassino che se la ride“, ha rivelato a Chi l’ha visto? l’avvocato Antonio Petroncini, che tutela gli interessi della famiglia Albanese. Pascal, secondo l’avvocato, non aveva avuto alcun movente per uccidere Sofiya.

Galleria fotografica
"In giro cè un assassino che se la ride" - immagine 1
Cronaca
Luca ed Edith sono liberi
Luca ed Edith sono liberi
I due giovani, scomparsi nel dicembre 2018 in Burkina Faso, sarebbero riusciti a evadere dal luogo dove una banda li teneva prigionieri. A breve il rientro in Italia
Chelsea Manning tenta il suicidio
Chelsea Manning tenta il suicidio
L’ex gola profonda di WikiLeaks, tornata dietro le sbarre lo scorso anno, rifiuta categoricamente di comparire davanti alla corte federale
Aperto il processo per la strage del volo MH17
Aperto il processo per la strage del volo MH17
In Olanda, in un’aula allestita nella zona dell’aeroporto Schiphol di Amsterdam, le prime battute del processo contro 4 persone sospettate di aver ucciso le 298 persone a bordo
La fuga dalla quarantena di Ekaterina
La fuga dalla quarantena di Ekaterina
Le autorità della Crimea hanno emesso un mandato di cattura per una ragazza che prima degli esisti del terzo e ultimo tampone è fuggita dall’ospedale in cui era in quarantena
Arrestati i ladri della villa di Tamara Ecclestone
Arrestati i ladri della villa di Tamara Ecclestone
Sarebbero madre e figlio di origine rumena: negano ogni accusa, ma lei è stata arrestata con addosso orecchini preziosissimi, e nell’abitazione del figlio sono stati trovati diversi accessori griffati dell’ereditiera
Strangolata a 6 anni dal vicino di casa
Strangolata a 6 anni dal vicino di casa
La piccola Faye Swetlik era scomparsa dal giardino di casa, in South Carolina: è stata ritrovata senza vita tre giorni dopo. A poche ore di distanza, un vicino su cui la polizia iniziava a sospettare si è ucciso
GB, sette uomini condannati per stupro
GB, sette uomini condannati per stupro
Dopo quattro settimane di processo, la giuria ha dichiarato colpevoli di stupro e violenze sette uomini che avevano preso di mira alcune ragazzine, costringendole ad avere rapporti con l’uso di droga e minacce
Muore il padre di Meredith Kercher
Muore il padre di Meredith Kercher
Il papà della studentessa uccisa a Perugia coinvolto forse in un tentativo di scippo o l’investimento di un pirata della strada. Ricoverato in ospedale, è morto pochi giorni dopo
Tre morti e due bambini scomparsi: il giallo che inquieta l’America
Tre morti e due bambini scomparsi: il giallo che inquieta l’America
Lori Vallow, moglie e sorella di due uomini uccisi in circostanze strane, è fuggita con il nuovo marito, la cui ex moglie è morta poco dopo. Ma dei due figli della donna non c’è più traccia da settembre
Hackerate le email di Ghislaine Maxwell
Hackerate le email di Ghislaine Maxwell
Il timore è che numerose email scambiate fra la reclutatrice di minorenni per conto di Jeffrey Epstein e personaggi in vista siano resi noti dai media, scatenando un vero cataclisma di proporzioni mondiali