Jesse, tradita da ChildLine

| Una sedicenne aveva confidato all’equivalente inglese del Telefono Azzurro i pensieri suicidi. L’operatore ha avvisato la polizia e lei, sentendosi tradita, si è tolta la vita

+ Miei preferiti
L’adolescente, che al telefono si era descritta come “un’anima bella”, aveva contattato “ChildLine”, l’equivalente del Telefono Arruzzo inglese, per confidarsi. Nel chiuso della sua cameretta, circondata da peluche e poster di cantanti, aveva confessato ad una voce gentile di essere depressa e che da tempo aveva pensieri ricorrenti sul suicidio.

L’operatore ChildLine sapeva solo che si chiamava Jesse e viveva con la famiglia a Scarborough, nel North Yorkshire. Ma quando la linea è caduta, interrompendo bruscamente la conversazione, l’operatrice era così preoccupata che dopo essersi consultata con i superiori ha deciso di contattare la “National Crime Agency”, chiedendo loro di rintracciare l’indirizzo IP del suo computer e inviando loro anche una trascrizione della conversazione con Jesse, trasmessa per conoscenza ad un operatore della zona, specializzato nel supporto psicologico adolescenziale.

All’1:30 del mattino, James Dunn, agente della North Yorkshire Police, bussa alla porta di casa Walker e chiede di Jesse: la madre gli risponde che sta dormendo. Un rapido controllo di persona, per capire che la ragazza non fosse in pericolo, e l’ufficiale se n’è andato: “La mamma sapeva che Jesse era stata su internet, ma a lei sembrava che fosse tutto a posto”.

Il mattino dopo, al risveglio, quando Jesse scopre che ChildLine aveva trasmesso i dettagli delle sue confidenze con la polizia, appare subito fortemente devastata: la madre Heather ricorda che “era arrabbiata perché la sua fiducia era stata tradita e presto tutti i suoi amici avrebbero saputo di quella telefonata. Poi ha aggiunto che era stanca ed è tornata in camera sua chiedendo di poter saltare la scuola”.

Jesse quel giorno resta a casa, passa la giornata ascoltando musica e guardando la TV. Quella sera, sua mamma è uscita con un’amica, e solo al ritorno, salendo al piano superiore per darle la buonanotte, la macabra scoperta: Jesse si era impiccata.

Insieme al patrigno, la mamma riesce a tirarla via il cappio dal collo, e l’intervento tempestivo di un’ambulanza sembra poter fare il miracolo, ma Jesse non ha mai ripreso conoscenza ed è morta poche ore dopo, il 23 gennaio di quest’anno.

L’inchiesta ha ricostruito per intero la vicenda, appurando che l’adolescente aveva una storia di autolesionismo ed era piuttosto stressata dai ritmi imposti dallo “Scarborough Sixth Form College”. Durante il processo, Heather, la mamma, ha avuto parole dure per tutti: nessuno le aveva detto che sua figlia era a rischio suicidio. “È stata vittima di un impressionante catalogo di errori da parte di coloro che avrebbero dovuto aiutarla e sostenerla. E invece l’hanno condannata”.

Cronaca
Il giallo dei cani di Lady Gaga
Il giallo dei cani di Lady Gaga
Impegnata a Roma sul set di “Gucci”, in cui interpreta Patrizia Reggiani, l’artista è stata raggiunta dalla notizia del sequestro di due dei suoi tre amatissimi french bulldog. Il dog-sitter di fiducia ferito con 4 colpi di pistola
Influencer uccide la madre e le strappa il cuore
Influencer uccide la madre e le strappa il cuore
Anna Leikovic, 21 anni, ha assassinato la donna con un coltello da cucina strappandole diversi organi. La donna aveva scoperto che in sua assenza la figlia era diventata tossicodipendente
Il mistero dei Pirenei: travel blogger scompare nel nulla
Il mistero dei Pirenei: travel blogger scompare nel nulla
Esther Dingley manca all’appello ormai da più di 10 giorni: la polizia valuta l’ipotesi dell’incontro con un malintenzionato, ma anche la foto dell’impronta di un grosso orso inviata dalla donna poco prima di scomparire
Il mistero dell’influencer trovata morta
Il mistero dell’influencer trovata morta
Alexis Leigh Sharkley, 26 anni, era scomparsa venerdì a Houston senza lasciare traccia: il corpo nudo è stato visto da un operaio. È mistero fitto sulla morte: il corpo non presenta ferite
Dal reparto psichiatrico alla carriera da modella
Dal reparto psichiatrico alla carriera da modella
L’incredibile storia di Lucy May Dawson, una giovane inglese che viene ricoverata e curata per un forte esaurimento nervoso. Sembrava che per lei non ci fosse altro da fare, fin quando è arrivata la diagnosi corretta
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Eloisa Pinto Fontes, 26 anni, era scomparsa senza lasciare traccia un anno fa a New York. È stata ritrovata in una favela di Rio mentre vagava in stato confusionale
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
Sarebbe morta nel sonno a soli 24 anni: dopo una carriera fulminea nel mondo dell’hard aveva scelto di tornare dalla famiglia in Texas e contava di sposarsi a breve
Notte di sangue a Birmingham
Notte di sangue a Birmingham
Una non meglio precisata “serie di accoltellamenti” che avrebbero coinvolto diverse persone, avvenuti nella zona della movida e del quartiere LGBT. La polizia non si sbilancia sulla matrice dell’episodio
Rock and Virus
Rock and Virus
Il concerto degli “Smash Mount” durante il motoraduno di Sturgis, si sta trasformando in un focolaio che fa il pieno di contagi e vittime. L’ira dei social verso la band, accusata di fomentare la folla urlando che il Covid non esiste
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
I cadaveri di Henriett Szcus e Mihrican Mustafa ritrovati casualmente dalla polizia un anno fa nell’appartamento di Zahid Younis, 36 anni, condannato all’ergastolo