Killer albanese catturato a Rotterdam

| Aveva ucciso a calci e pugni un marocchino due anni fa a Torino perché aveva infastidito alcune prostitute protette dal racket. Era latitante da due anni, i complici sono già in cella, condannati a 16 anni

+ Miei preferiti

Gli investigatori dello Scip (Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia del Dipartimento della Pubblica Sicurezza)  ha arrestato a Rotterdam, nella giornata di sabato scorso,  Bojken Zeqo, 30enne albanese, in esecuzione di un mandato d’arresto europeo omicidio volontario e rapina aggravata. I fatti risalgono alla notte del 12 gennaio 2015, quando ad altre sei persone, avrebbe pestato a morte il 24enne cittadino marocchino Said WADDOUD, reo di aver infastidito alcune prostitute delle quali lo Zeqo e i suoi fungevano da ‘protettori’. 

La vittima si trovava a bordo dell’ auto di un suo amico che venne prima tamponata, poi inseguita e infine bloccata da alcune auto. Da queste, era sceso un gruppo di stranieri dell’Est Europa, che aggredì i due. Mentre l’amico riuscì a fuggire, Said venne violentemente percosso a morte. Due persone, un trentenne albanese e un ventinovenne bulgaro, furono fermati dalla polizia poco dopo l’aggressione. Le indagini condotte dalla  Mobile di Torino permisero di identificare tutti gli aggressori, tcompreso Bojken Zeqo arrestato la scorsa settimana a Rotterdam. L'arresto frutto dell’attività di raccordo con le law enforcement olandesi da parte della SOI - Sala Operativa Internazionale e della Divisione S.I.Re.N.E. della Criminalpol che hanno permesso in tempo reale lo scambio informativo e la corretta identificazione di Bojken Zeqo. Poi la condanna a sedici anni di carcere, decisa dal giudice Elena Rocci per Rakipaj Ogert, 27 anni, accusato di omicidio (aggravato dalla crudeltà e dai futili motivi) per la morte di Said Wahdoud, 24 anni, marocchino, ucciso la notte del 12 gennaio a calci e pugni da cinque uomini in via Borgomasino. Per Ogert, il pm Emanuela Pedrotta aveva chiesto l’ergastolo. Con Ogert, era finito in carcere l’amico Malinov Veselin, di 26, bulgaro, che ha scelto il processo in corte d’assise. Altri quattro personaggi sono latitanti. Per loro, niente processo. . Secondo la ricostruzione della Squadra Mobile, Said Wahdoud era in auto con l’amico Mohamed E. S., sospettato dalla polizia di essere un trafficante di droga. Tanto che gli investigatori gli avevano piazzato un segnalatore gps sull’auto. Con ogni probabilità, i due nordafricani hanno infastidito alcune prostitute che lavorano in via Sansovino. 

Cronaca
Colpita al volto da un cavallo: grave una ragazzina
Colpita al volto da un cavallo: grave una ragazzina
È successo a Orbassano, nel torinese: l’incidente dopo che la giovane è stata disarcionata. Portata al CTO dall’elisoccorso, sarebbe in gravi condizioni
"Amanda, per favore chiudi il becco"
"Amanda, per favore chiudi il becco"
Il più famoso giornalista tv della Bbc, Piers Morgan, attacca Amanda Knox dopo il suo viaggio in Italia. "Se potessi intervistarla le chiederei, perché hai mentito?" Lei: "Fa così perché ho rifiutato il suo invito in tv"
Milf disperata: 'Ridatemi il mio toy-boy'
Milf disperata:
Una 45enne inglese conosce algerino 30enne in chat, lo sposa nel 2017 ma a lui viene rifiutato il visto d'ingresso in UK. "Non voglio trasferirmi in Algeria, sono sola e depressa". Un giudice non crede alla loro relazione
Cieco gli sfiora l'auto, scende e lo picchia
Cieco gli sfiora l
Incredibile episodio di violenza stradale a Parigi. L'autista di una Audi aggredisce il cieco e il pedone che lo aiutava perché il suo bastone gli ha sfiorato la fiancata dell'auto
Difendeva i profughi, ucciso da neo-nazista
Difendeva i profughi, ucciso da neo-nazista
Una traccia di DNA incastra un noto esponente dell'estrema destra: Walter Lubcke, 65 anni, dei cristiano-democratici, viveva da anni minacciato dai neo-nazisti. Aveva gestito i centri di accoglienza per i migranti
"Nella mia fabbrica scopo quanto mi pare"
"Nella mia fabbrica scopo quanto mi pare"
Si ribella noto artigiano inglese a cui gli ispettori vogliono proibire di usare le scope per togliere la polvere definita "pericolose per la salute". "Mi dispiace, lo faccio da 40 anni e continuo". Tra i suoi clienti May, Ronaldo e Adele
La pedofila non si pente: 'Tutti commettono errori'
La pedofila non si pente:
L'ex assistente sociale Vanessa George, in carcere da 9 anni per avere abusato e fotografato 64 minori, vuole la libertà sulla parola. Si lamenta: "Se mi scarcerano nessuno mi aiuterà"
Arrestati i truffatori di George Clooney
Arrestati i truffatori di George Clooney
La coppia di italiani bloccata dalla polizia thailandese, che insieme alle forze dell’ordine italiane era da tempo sulle tracce dei due. Anni fa avevano creato una linea di abbigliamento a nome dell’attore americano
Londra, ancora sangue sulle strade
Londra, ancora sangue sulle strade
In meno di 24 ore, due giovani sono stati uccisi in altrettanti agguati e diversi altri sono ricoverati in gravi condizioni. La città sempre più nelle mani di spietate gang giovanili
Una serra di marijuana in una sala bingo
Una serra di marijuana in una sala bingo
A Kettering, in Inghilterra, la polizia ha fatto irruzione in un edificio che fino allo scorso gennaio ospitava una sala giochi. Ogni spazio era stato destinato ad ospitare migliaia di piantine di marijuana