Killer smascherato da telefono, pc e social

| Fermato un informatico dopo la scomparsa di una studentessa 22enne a Salt Lake City. "E' un'indagine digitale", spiega la polizia. Le foto della vittima nascoste nella memoria dello smartphone. Orari collimano

+ Miei preferiti

Telefoni cellulari e social media sono stati al centro dell'indagine che ha portato all'arresto del killer di una studentessa dell'Università dello Utah scomparsa quasi due settimane fa. Gli investigatori che tracciano il suo telefono cellulare hanno scoperto che la 23enne Mackenzie Lueck e l'uomo ora fermato per il suo omicidio erano entrambi nel parco dove è stata vista l'ultima volta il 17 giugno, negli stessi minuti. Quello era intorno al momento in cui il telefono di Lueck ha smesso di ricevere dati o servizi di localizzazione, ha detto la polizia.

Ayoola Ajayi, 31 anni, è stato arrestato venerdì e dovrebbe essere accusato di omicidio aggravato, di rapimento aggravato, ostruzione della giustizia e profanazione di un corpo. Dopo la scomparsa di Lueck, il sospettatao aveva negato di sapere che aspetto aveva. Ma diverse foto della vittima sono state trovate sul suo telefono."Questa è un'indagine digitale forense", ha detto. "Si tratta di computer, telefoni cellulari, indirizzi IP, URL, applicazioni per gli SMS”. Gli investigatori inoltre hanno trovato la prova legale dopo che hanno perquisito la casa e la proprietà del Ajayi mercoledì, la polizia ha detto. I suoi vicini di casa hanno detto alla polizia che lo hanno visto bruciare qualcosa nel suo cortile il 17 e 18 giugno, ha detto Brown. “Abbismo trovato diversi oggetti carbonizzati, oggetti personali di Mackenzie Lueck," Brown ha detto ai giornalisti. Poi i video con Lueck che attraversa l'aeroporto internazionale di Salt Lake City il 17 giugno. Aveva scritto ai suoi genitori alle 1 del mattino del 17 giugno, quando è atterrata all'aeroporto internazionale di Salt Lake City International Airport. È stata vista sulla sorveglianza dell'aeroporto a piedi attraverso il ritiro bagagli prima di prendere un’auto Lyft a Hatch Park. L’autista ha detto che era tranquilla.

Il presunto killer vive a circa cinque miglia dal parco dove Lueck è stato visto l'ultima volta. Secondo la sua pagina di LinkedIn, è un ex specialista di tecnologie dell'informazione per l'esercito americano e ha recentemente lavorato per Dell e Goldman Sachs.

Cronaca
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Eloisa Pinto Fontes, 26 anni, era scomparsa senza lasciare traccia un anno fa a New York. È stata ritrovata in una favela di Rio mentre vagava in stato confusionale
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
Sarebbe morta nel sonno a soli 24 anni: dopo una carriera fulminea nel mondo dell’hard aveva scelto di tornare dalla famiglia in Texas e contava di sposarsi a breve
Notte di sangue a Birmingham
Notte di sangue a Birmingham
Una non meglio precisata “serie di accoltellamenti” che avrebbero coinvolto diverse persone, avvenuti nella zona della movida e del quartiere LGBT. La polizia non si sbilancia sulla matrice dell’episodio
Rock and Virus
Rock and Virus
Il concerto degli “Smash Mount” durante il motoraduno di Sturgis, si sta trasformando in un focolaio che fa il pieno di contagi e vittime. L’ira dei social verso la band, accusata di fomentare la folla urlando che il Covid non esiste
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
I cadaveri di Henriett Szcus e Mihrican Mustafa ritrovati casualmente dalla polizia un anno fa nell’appartamento di Zahid Younis, 36 anni, condannato all’ergastolo
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
L’allarme è scattato dopo i primi svenimenti per la presenza di monossido di carbonio. Nessuna vittima ma tanta paura per circa 200 giovani che avevano scelto una caverna per una notte di eccessi
La killer di una senatrice americana confessa l’omicidio
La killer di una senatrice americana confessa l’omicidio
Rebecca Lynn O’Donnell ha confessato l’omicidio e l’occultamento di cadavere della senatrice dell'Arkansas Linda Collins-Smith, che stava indagando in un giro di pedofilia
Texas, mamma in overdose si chiude in auto con le figlie: muoiono tutte e tre
Texas, mamma in overdose si chiude in auto con le figlie: muoiono tutte e tre
Natalie, Izabel ed Elise Chambers, sono state ritrovate prive di vita in un Suv: Natalie sarebbe morta per overdose, le sue bimbe soffocate dal gran caldo
Una mamma e i suoi due figli trovati in un'auto in un lago
Una mamma e i suoi due figli trovati in un
I corpi di ShaQuia Philpot e i suoi due gemelli, sono stati notati da un pescatore in un lago della Georgia. La polizia indaga per risalire ai motivi di quello che al momento appare come un inspiegabile omicidio-suicidio
Riconosce il suo stupratore nel killer di Maddie
Riconosce il suo stupratore nel killer di Maddie
Una donna vittima di stupro nel 2004 nella stessa zona del Portogallo dove è scomparsa la bimba inglese, ha trovato nel racconto di un’altra violenza commessa da Christian Brueckner molte analogie con la sua, rimasta irrisolta