"L'ho fatta a pezzi ma non uccisa"

| Oggi a Macerata la sentenza per Innocent Oseghale, 32 anni, accusato di avere ucciso Pamela, 18 anni, e poi di averne sezionato il cadavere. Il pm ha chiesto l'ergastolo: "Per lui solo uno strumento di piacere"

+ Miei preferiti

MARIA LOPEZ

Innocent Oseghale ammette: “Ho fatto a pezzi il corpo di Pamela ma non l’ho uccisa e non l’ho violentata”. Secondo la difesa il rapporto sessuale sarebbe stato consensuale e la morte della ragazza sarebbe avvenuta per overdose, ma a quel punto l'imputato avrebbe perso la testa e, preso dal panico, avrebbe fatto a pezzi i resti della 18enne. I legali di Oseghale hanno chiesto di assolverlo dalla violenza sessuale e dall'omicidio e di condannarlo al minimo della pena per vilipendio di cadavere. Il pm ha chiesto l’ergastolo, oggi la sentenza. La mamma, con i suoi legali e alcuni familiari, è arrivata davanti al Palazzo di giustizia dove, sul muro lungo la strada adiacente, sono stati affissi due manifesti con scritto "Pamela C'è" e "Verità e giustizia per Pamela" sottolineati in tricolore. Ha urlato: "Giustizia per Pamela”. Le repliche della procura, le parti civili e infine della difesa. Il presidente della Corte aveva già fatto sapere che se le repliche si concluderanno entro le 11, ci saranno i tempi per dare inizio alla camera di consiglio ed emettere la sentenza altrimenti sarà necessario convocare un'altra udienza la settimana prossima.

Il procuratore Giovanni Giorgio ha chiesto per Oseghale la condanna all'ergastolo con isolamento diurno di 18 mesi senza attenuanti: secondo l'accusa, il nigeriano ha violentato la ragazza approfittando delle sue condizioni di inferiorità, "uno strumento per soddisfare la sua cupidigia sessuale" e, probabilmente di fronte alla reazione della vittima che voleva andarsene, l'ha accoltellata con due fendenti al fegato e poi “ridotta a pezzi per disfarsi del cadavere”, infine diviso in due trolley abbandonati in aperta campagna. I presunti complici di Oseghale sono stati intanto prosciolti, mentre le indagini sul ruolo ruolo non sono ancora di fatto concluse. Ci sono ancora alcuni aspetti da chiarire. Pamela era stata affidata a una comunità di recupero di Macerata per i suoi problemi di droga. Una mattina di fine gennaio si era allontanata e aveva raggiunto il centro id Macerata, dopo essere stata “avvicinata” da due uomini. Poi l’incontro con Oseghale, un piccolo spacciatore, lei voleva eroina e lui l’aveva portata nel suo appartamento. Uccisa perché rifiutava le sue avances, con l’idea di “venderla” anche ad altri due spacciatori. Poi le coltellate. La percentuale di droga nel suo corpo non sembrava compatibile con un’overdose. Da qui la convinzione degli inquirenti che Pamela sia stata invece brutalmente uccisa. Oseghale si comportò in modo lucido: con la candeggina aveva dilavato il corpo per eliminare tracce del suo Dna, l’unico trovato su quei poveri resti, sezionati con maestria. 

Cronaca
Malaga, la Fase 2 è quella delle risse
Malaga, la Fase 2 è quella delle risse
A meno di due giorni dalla riapertura dei locali, il noto centro turistico andaluso epicentro di risse e accoltellamenti
GB: identificata la ragazza fatta a pezzi in due valigie
GB: identificata la ragazza fatta a pezzi in due valigie
Si chiamava Phoenix Netts, 28 anni: viveva in un centro di accoglienza per donne dopo un passato come senzatetto e tossicodipendente
Arrestata la squadra che ha fatto fuggire Ghosn
Arrestata la squadra che ha fatto fuggire Ghosn
Un ex militare delle forze speciali americane, vero professionista dei blitz di salvataggio, suo figlio e un terzo uomo. Sono il team che ha pianificato in ogni dettaglio la rocambolesca fuga dal Giappone dell’ex ad di Nissan
La testa nella valigia che sconvolge la Svezia
La testa nella valigia che sconvolge la Svezia
È l’unica parte del corpo ritrovato della 17enne Wilma Andersson, probabilmente uccisa e decapitata dall’ex fidanzato. A poche ore dall’inizio del processo, la famiglia insiste: “Ridateci quel che resta di nostra figlia”
Turchia, uccide il figlio malato di Covid-19
Turchia, uccide il figlio malato di Covid-19
Un calciatore turco ha confessato di aver soffocato il figlio nel letto dell’ospedale facendo credere ai medici che era in preda ad una crisi respiratoria. La verità pochi giorni dopo: “Non lo sopportavo”
GB: le sputa addosso un malato di coronavirus, muore dopo 2 settimane
GB: le sputa addosso un malato di coronavirus, muore dopo 2 settimane
Belly Mujinga, bigliettaia alla Victoria Station, era stata affrontata da un uomo che diceva di essere infetto: è morta due settimane dopo in ospedale
Il magnate Tom Hagen accusato di aver ucciso la moglie
Il magnate Tom Hagen accusato di aver ucciso la moglie
Alla scomparsa della donna, nel 2018, era seguita una richiesta di riscatto. Ma per la polizia si trattava soltanto di un depistaggio. Il ricco imprenditore nel settore dell’energia arrestato a casa
La polizia fa irruzione mentre tenta di fare a pezzi il corpo della moglie
La polizia fa irruzione mentre tenta di fare a pezzi il corpo della moglie
La famiglia di Amber Ryan aveva chiesto l’intervento delle forze dell’ordine perché da diversi giorni aveva perso sue notizie: gli agenti hanno trovato il marito intento a smembrarne il corpo. La coppia era segnalata per violenze familiari
Canada, vestito da poliziotto uccide 16 persone
Canada, vestito da poliziotto uccide 16 persone
L’inspiegabile notte di follia di un dentista, che ha seminato morte in più punti di un tranquillo paesino della Nuova Scozia. È stato ucciso in un conflitto a fuoco dopo una notte di frenetica caccia all’uomo
L’autista del Tir della morte si dichiara colpevole
L’autista del Tir della morte si dichiara colpevole
Maurice Robinson ha ammesso di aver ucciso volontariamente i 39 migranti che trasportava sul retro del suo Tir. Insieme a lui arrestati altri quattro uomini, tutti di origine rumena