L'inquietudine dell'assassino di Yara

| Massimo Bossetti, condannato in 1 e 2 grado all'ergastolo, scrive una lettera ai "veri assassini" della ragazzina, uccisa nel novembre 2010. Ma non fa i nomi. La sorella: "Ha paura per la sua famiglia"

+ Miei preferiti

“Non passa un giorno che io non pensi a chi sia o a chi siano gli assassini di Yara – scrive il muratore dal carcere – Non ho bisogno di parlargli, né di scrivergli, perché colui o coloro vedono e sanno il male che stanno continuamente facendo a me e alla mia famiglia. Essendo ancora a piene libero, continuano a ridere di me e della giustizia“. “Ma se hanno un briciolo, un solo un minimo di rimorso, dopo tutto quello che hanno fatto e che continuano nel fare, – aggiunge il muratore di Mapello – dovrebbero solo fare una vera cosa… consegnarsi alle autorità competenti, invece di rovinarmi la vita vedendomi marcire in questo inferno”. Concludendo Bossetti scrive: “Una sola cosa tenevo nel dire a loro: chiunque tu sia o voi siate Vergognati o Vergognatevi nel profondo delle vostre anime“.

La firma è di Massimo Bossetti, il muratore di Mapello condannato in primo e secondo grado per avere ucciso Yara Gambirasio. In attesa dell’ultimo pronunciamento della Cassazione, Bossetti giorni fa aveva diffuso una lettera dai contenuti inquietanti ora al vaglio di un pool di psicologi e psichiatri per cercare di dare un senso alle accuse che il presunto assassino muove nei confronti di persone ancora nell’ombra, i “veri uccisori della povera Yara”. E come se avesse lanciato un avvertimento, lui che conosce la verità senza averla mai ancora detta, a chi è rimasto fuori, risparmiato dalle indagini. Quasi un messaggio cifrato, un anticipo di nuove disperate rivelazioni per evitare il fine-pena-mai. La sorella conferma questa ipotesi e dice “lui sa la verità, sa chi sono gli assassini, ma non lo dice perché teme per la sua famiglia”. Chi conosce bene la vicenda processuale, ora crede, leggendo tra le righe, che il pesante avvertimento lanciato da Bossetti riguardi alcuni uomini che lavorano nel suo cantiere o in altri della zona, informazioni che avrebbe appreso all’interno del circuito carcerario. “Ma sono solo supposizioni - commenta uno degli analisti - bisogna capire se la lettera è un gesto estremo per allontanare le responsabilità di un delitto atroce o se invece va tentando di sollevare un polverone, con l’idea di calunniare degli innocenti. Comunque è accaduto qualcosa che non va sottovalutato”. 

Nel corso di Quarto Grado, gli avvocati di Bossetti hanno spiegato perché è innocente, puntando sopratutto sul terzo Dna maschile ritrovato sul corpo della ragazzina, lasciata agonizzante in un campo, nel gelo, dopo la violenza e le coltellate inferte con sadismo la sera del 26 novembre 2010.

Cronaca
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Eloisa Pinto Fontes, 26 anni, era scomparsa senza lasciare traccia un anno fa a New York. È stata ritrovata in una favela di Rio mentre vagava in stato confusionale
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
Sarebbe morta nel sonno a soli 24 anni: dopo una carriera fulminea nel mondo dell’hard aveva scelto di tornare dalla famiglia in Texas e contava di sposarsi a breve
Notte di sangue a Birmingham
Notte di sangue a Birmingham
Una non meglio precisata “serie di accoltellamenti” che avrebbero coinvolto diverse persone, avvenuti nella zona della movida e del quartiere LGBT. La polizia non si sbilancia sulla matrice dell’episodio
Rock and Virus
Rock and Virus
Il concerto degli “Smash Mount” durante il motoraduno di Sturgis, si sta trasformando in un focolaio che fa il pieno di contagi e vittime. L’ira dei social verso la band, accusata di fomentare la folla urlando che il Covid non esiste
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
I cadaveri di Henriett Szcus e Mihrican Mustafa ritrovati casualmente dalla polizia un anno fa nell’appartamento di Zahid Younis, 36 anni, condannato all’ergastolo
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
L’allarme è scattato dopo i primi svenimenti per la presenza di monossido di carbonio. Nessuna vittima ma tanta paura per circa 200 giovani che avevano scelto una caverna per una notte di eccessi
La killer di una senatrice americana confessa l’omicidio
La killer di una senatrice americana confessa l’omicidio
Rebecca Lynn O’Donnell ha confessato l’omicidio e l’occultamento di cadavere della senatrice dell'Arkansas Linda Collins-Smith, che stava indagando in un giro di pedofilia
Texas, mamma in overdose si chiude in auto con le figlie: muoiono tutte e tre
Texas, mamma in overdose si chiude in auto con le figlie: muoiono tutte e tre
Natalie, Izabel ed Elise Chambers, sono state ritrovate prive di vita in un Suv: Natalie sarebbe morta per overdose, le sue bimbe soffocate dal gran caldo
Una mamma e i suoi due figli trovati in un'auto in un lago
Una mamma e i suoi due figli trovati in un
I corpi di ShaQuia Philpot e i suoi due gemelli, sono stati notati da un pescatore in un lago della Georgia. La polizia indaga per risalire ai motivi di quello che al momento appare come un inspiegabile omicidio-suicidio
Riconosce il suo stupratore nel killer di Maddie
Riconosce il suo stupratore nel killer di Maddie
Una donna vittima di stupro nel 2004 nella stessa zona del Portogallo dove è scomparsa la bimba inglese, ha trovato nel racconto di un’altra violenza commessa da Christian Brueckner molte analogie con la sua, rimasta irrisolta