L’autista del Tir della morte si dichiara colpevole

| Maurice Robinson ha ammesso di aver ucciso volontariamente i 39 migranti che trasportava sul retro del suo Tir. Insieme a lui arrestati altri quattro uomini, tutti di origine rumena

+ Miei preferiti
Nell’ottobre dello scorso anno, gli occhi del mondo intero inorridiscono davanti all’ennesimo dramma della disperazione: nel corso di un controllo di routine effettuato su un grosso autoarticolato nella zona industriale dell’Essex, in Inghilterra, vengono rivenuti i cadaveri di 39 migranti. Dopo settimane di indagini, si scopre che erano per la maggior parte cinesi, ma è accertata la presenza di diversi vietnamiti, morti per asfissia e ipotermia.

L’autista del camion, Maurice Robinson, per gli amici “Mo”, un irlandese di 25 anni, viene arrestato con il sospetto di strage. Il Tir aveva viaggiato da Dublino a Monaghan, al confine con l’Irlanda del Nord: dopo una sosta a Warwickshire, nel Kent, si era imbarcato sul traghetto che attraversa la Manica, dirigendosi poi verso Calais e Dunkuerque, per fare ritorno nel Regno Unito.

Robinson si dichiara innocente, ammettendo dopo un po’ soltanto la complicità e il favoreggiamento per immigrazione clandestina di cittadini extracomunitari. Ma le indagini hanno permesso agli inquirenti di risalire a diversi post a sfondo razzista e xenofobo pubblicati sui suoi profili social, oscurati quasi subito, in cui afferma di odiare profondamente gli stranieri, che “vengono qui e si comportano come fossero i padroni del mondo”. In uno quasi la rivelazione di un piano preciso: “Infilati nel retro del mio camion e vedrai cosa ti succede”. Frasi che hanno messo alle strette Robinson, che proprio in queste ore davanti all’Old Bailey si è dichiarato colpevole della morte di 39 migranti.

L’indagine della polizia dell'Essex si è concentrato su un giro di tratta di esseri umani che ha portato all’arresto di altri quattro uomini: Gheorghe Nica, 43 anni, Alexandru-Ovidiu Hanga, 27 anni, Christopher Kennedy, 23 anni, e Valentin Calota, 37 anni, tutti di origine rumena.

I quattro coimputati di Robinson dovranno affrontare il processo all’Old Bailey, previsto a partire dal prossimo 5 ottobre: devono rispondere di strage, riduzione in schiavitù e tratta di esseri umani.

Galleria fotografica
L’autista del Tir della morte si dichiara colpevole - immagine 1
Cronaca
Influencer uccide la madre e le strappa il cuore
Influencer uccide la madre e le strappa il cuore
Anna Leikovic, 21 anni, ha assassinato la donna con un coltello da cucina strappandole diversi organi. La donna aveva scoperto che in sua assenza la figlia era diventata tossicodipendente
Il mistero dei Pirenei: travel blogger scompare nel nulla
Il mistero dei Pirenei: travel blogger scompare nel nulla
Esther Dingley manca all’appello ormai da più di 10 giorni: la polizia valuta l’ipotesi dell’incontro con un malintenzionato, ma anche la foto dell’impronta di un grosso orso inviata dalla donna poco prima di scomparire
Il mistero dell’influencer trovata morta
Il mistero dell’influencer trovata morta
Alexis Leigh Sharkley, 26 anni, era scomparsa venerdì a Houston senza lasciare traccia: il corpo nudo è stato visto da un operaio. È mistero fitto sulla morte: il corpo non presenta ferite
Dal reparto psichiatrico alla carriera da modella
Dal reparto psichiatrico alla carriera da modella
L’incredibile storia di Lucy May Dawson, una giovane inglese che viene ricoverata e curata per un forte esaurimento nervoso. Sembrava che per lei non ci fosse altro da fare, fin quando è arrivata la diagnosi corretta
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Eloisa Pinto Fontes, 26 anni, era scomparsa senza lasciare traccia un anno fa a New York. È stata ritrovata in una favela di Rio mentre vagava in stato confusionale
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
Sarebbe morta nel sonno a soli 24 anni: dopo una carriera fulminea nel mondo dell’hard aveva scelto di tornare dalla famiglia in Texas e contava di sposarsi a breve
Notte di sangue a Birmingham
Notte di sangue a Birmingham
Una non meglio precisata “serie di accoltellamenti” che avrebbero coinvolto diverse persone, avvenuti nella zona della movida e del quartiere LGBT. La polizia non si sbilancia sulla matrice dell’episodio
Rock and Virus
Rock and Virus
Il concerto degli “Smash Mount” durante il motoraduno di Sturgis, si sta trasformando in un focolaio che fa il pieno di contagi e vittime. L’ira dei social verso la band, accusata di fomentare la folla urlando che il Covid non esiste
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
I cadaveri di Henriett Szcus e Mihrican Mustafa ritrovati casualmente dalla polizia un anno fa nell’appartamento di Zahid Younis, 36 anni, condannato all’ergastolo
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
L’allarme è scattato dopo i primi svenimenti per la presenza di monossido di carbonio. Nessuna vittima ma tanta paura per circa 200 giovani che avevano scelto una caverna per una notte di eccessi