Le buste che inquietano Torino

| Dopo quella esplosiva alla sindaca Appendino, un esponente della Lega ne riceva una uguale, ma nelle stesse ore arriva una minaccia alla Lavazza, la Vergnano e la Ferrero: pagate o avveleniamo i vostri prodotti

+ Miei preferiti
Per gli inquirenti bisogna distinguere: da una parte le buste contenenti esplosivo recapitate alla sindaca Appendino e al capogruppo della Lega della circoscrizione 6, Alessandro Sciretti. Quelle sono di chiara matrice anarco-insurrezionalista: sono molto simili e ambedue presentano lo stesso mittente, la “scuola A. Diaz di Genova”. L’esponente della Lega aveva scatenato le ire dell’area anarchica torinese lo scorso febbraio, quando commentando gli scontri per lo sgombero dell’ex Asilo di via Alessandria, in un post su Facebook aveva evocato proprio la scuola Diaz, quella dove avvennero disordini durante il G8 del 2001.

Diverse sembrano quelle recapitate alla “Nuvola”, la nuova a prestigiosa sede della “Lavazza”, seguita da altre due, una alla “Ferrero” di Alba e l’altra allo stabilimento della “Caffè Vergnano” di Santena, nell’immediata cintura torinese.

Nel testo della lettera, proveniente dal Belgio, scritta in inglese al computer, stampata su un foglio A4 e firmata da “uomini d’affari”, un vero e proprio ricatto: soldi o inquiniamo il caffè. All’interno è stata invenuta una bustina contenente della polvere di colore verdastro, della “oleadandrina”, una sostanza vegetale estratta dalla linfa dell’oleandro in grado di provocare disturbi gastrointestinali che in casi estremi possono portare anche all’arresto cardiaco. Il testo è quanto mai chiaro: “Non fatevi ingannare dall’aspetto: diluito o meno, si tratta di un veleno molto efficace. Come immaginate, è molto facile introdurre un po’ di veleno in polvere o liquido all’interno dei vostri prodotti che si trovano sugli scaffali dei supermercati. Immaginate gli effetti disastrosi per la vostra immagine se i clienti iniziassero a morire”.

Sette dipendenti della Lavazza sono stati messi in isolamento e sotto osservazione per l’intera giornata di ieri.

Dello stesso tenore le missive inviate alla Ferrero di Alba, e alla sede della Caffè Vergnano, dove nella lettera veniva indicato il termine massimo del “20 maggio” per pagare 300mila euro su un conto elettronico Bitcoin.

In tutti e tre gli stabilimenti, che hanno evitato commenti, non è stata interrotta la produzione: sul posto sono intervenute la Digos, le forze dell’ordine e i Vigili del Fuoco del Nucleo Biologico Chimico Radiologico.

Cronaca
«Epstein si è ucciso, ne sono convinto»
«Epstein si è ucciso, ne sono convinto»
Per la prima volta, parla un detenuto che ha incontrato più volte il finanziere pedofilo, entrato nel programma di prevenzione dei suicidi. «Sapeva che il suo mondo era finito»
Addio a John Peter Sloan
Addio a John Peter Sloan
Il più simpatico e irriverente degli insegnanti di lingua inglese mai apparsi in Italia si è spento all’improvviso in Sicilia, dove aveva scelto di trasferirsi da qualche anno
Malaga, la Fase 2 è quella delle risse
Malaga, la Fase 2 è quella delle risse
A meno di due giorni dalla riapertura dei locali, il noto centro turistico andaluso epicentro di risse e accoltellamenti
GB: identificata la ragazza fatta a pezzi in due valigie
GB: identificata la ragazza fatta a pezzi in due valigie
Si chiamava Phoenix Netts, 28 anni: viveva in un centro di accoglienza per donne dopo un passato come senzatetto e tossicodipendente
Arrestata la squadra che ha fatto fuggire Ghosn
Arrestata la squadra che ha fatto fuggire Ghosn
Un ex militare delle forze speciali americane, vero professionista dei blitz di salvataggio, suo figlio e un terzo uomo. Sono il team che ha pianificato in ogni dettaglio la rocambolesca fuga dal Giappone dell’ex ad di Nissan
La testa nella valigia che sconvolge la Svezia
La testa nella valigia che sconvolge la Svezia
È l’unica parte del corpo ritrovato della 17enne Wilma Andersson, probabilmente uccisa e decapitata dall’ex fidanzato. A poche ore dall’inizio del processo, la famiglia insiste: “Ridateci quel che resta di nostra figlia”
Turchia, uccide il figlio malato di Covid-19
Turchia, uccide il figlio malato di Covid-19
Un calciatore turco ha confessato di aver soffocato il figlio nel letto dell’ospedale facendo credere ai medici che era in preda ad una crisi respiratoria. La verità pochi giorni dopo: “Non lo sopportavo”
GB: le sputa addosso un malato di coronavirus, muore dopo 2 settimane
GB: le sputa addosso un malato di coronavirus, muore dopo 2 settimane
Belly Mujinga, bigliettaia alla Victoria Station, era stata affrontata da un uomo che diceva di essere infetto: è morta due settimane dopo in ospedale
Il magnate Tom Hagen accusato di aver ucciso la moglie
Il magnate Tom Hagen accusato di aver ucciso la moglie
Alla scomparsa della donna, nel 2018, era seguita una richiesta di riscatto. Ma per la polizia si trattava soltanto di un depistaggio. Il ricco imprenditore nel settore dell’energia arrestato a casa
La polizia fa irruzione mentre tenta di fare a pezzi il corpo della moglie
La polizia fa irruzione mentre tenta di fare a pezzi il corpo della moglie
La famiglia di Amber Ryan aveva chiesto l’intervento delle forze dell’ordine perché da diversi giorni aveva perso sue notizie: gli agenti hanno trovato il marito intento a smembrarne il corpo. La coppia era segnalata per violenze familiari