Le nuove accuse del "tragediatore" Agresta "Altri morti nella black list dei calabresi"

| Ritratto dei pentiti del processo a Rocco Schirripa, condannato all'ergastolo in Assise a Milano per il delitto Caccia

+ Miei preferiti
Nell'aula della prima sezione della Corte d'Assise di Milano s'è concluso il processo sull'omicidio del procuratore della Repubblica di Torino Bruno Caccia, ucciso il 26 giugno 1983 a Torino da killer dell'ndrnagheta. L'unico imputato Rocco Schirripa, 66 anni, è stato condannato all'ergastolo, secondo la richiesta del pm Marcello Tatangelo. Su tutti gli aspetti di questo processo controverso, sarebbe necessario un ulteriore approfondimento, sui protagonisti di mesi di dichirazioni in aula. Qui cerchiamo di evidenziare alcuni passaggi fondamentali, aproposito dei pentiti. Come Domenico "Micu" Agresta. Che ha già dvelato altri due delitti legati avvenuti nell'orbita del clan Belfiore. Con un potenziale pericolosissimo per gli equilibri mafiosi. Potrebbero scaturire nuove guerre di racket proprio, qui, nel Nord Ovest. Se mai qualcuno avesse ancora dubbi sull'esistenza o no dell'altissimo livello di infiltrazione e radicamento delle cosche mafiose di origine calabrese nel tessuto sociale, produttivo, politico-economico del Nord Ovest, dopo la deposizione fiume del pentito dell'ndrangheta Domenico "Micu" Agresta, 28 anni di Buccinasco - , quei dubbi, non ci sono più. Spazzati via da una lucida e coerente ricostruzione di trent'anni di mafia, passata pressoché indenne in più di trent'anni di storia. Lo scenario è il processo Caccia (il procuratore ucciso il 26 giugno 83 a Torino) che si celebra in un un'aula della prima sezione della Corte d'Assise di Milano. Sul banco degli imputati c'è - per ora - il solo Rocco Schirripa, manovale del racket accusato di avere fatto parte, il 26 giugno 1983, del commando che uccise l'allora procuratore capo Bruno Caccia. Agresta testimonia in video-conferenza, di spalle, anche se il difensore di Schirripa, Mauro Anetrini, lo vorrebbe invece a volto scoperto, subito bloccato dal presidente della Corte Ilio Mannucci Pacini, dopo la protesta di Fabio Repici, avvocato della parte civile. Nei mesi scorsi sono sfilati i boss dei catanesi. Il più importante, pentito da decenni, è Francesco Miano che, tra una selva di non so , non ricorso, è riuscito a confermare che effettivamente Domenico Belfiore gli disse che ad uccidere il magistrato erano stati loro, i calabresi. I comprimari del processo Caccia hanno ascoltato con attenzione il pentito durante le videoconferenze. Nelle pase, lo hanno definito un "tragediatore" con seri problemi di natura nervosa. "In carcere pretendeva che gli facessi io la cucina- racconta sorridente un narcotrafficante che ha condiviso con lui tre anni di galera - perchè era il figlio del capo. A un certo punto gli ho detto di piantarla lì, che se volva mangarie bene ci pensasse da solo. E lui? Inizò a darsi da fare con i fornelli, anche per me. Altro che boss...".

Cronaca
Torino a ferro e fuoco: retata di anarchici
Torino a ferro e fuoco: retata di anarchici
Per le manifestazioni torinesi in seguito alla chiusura dell'Asilo Occupato. Arresti in Sardegna, Lombardia e Piemonte. I nomi degli arrestati e i danni a loro contestati per migliaia di euro
Francia, trovato il corpo fatto a pezzi di un italiano
Francia, trovato il corpo fatto a pezzi di un italiano
Nei boschi dell’Isere, un cacciatore ha ritrovato un corpo smembrato che è stato identificato soltanto grazie all’esame del Dna: si tratta di Vittorio Baruffo, scomparso agli inizi di luglio
Ucciso in un agguato il calciatore Kelvin Maynard
Ucciso in un agguato il calciatore Kelvin Maynard
La polizia sulle tracce di due uomini fuggiti dal luogo dell’agguato su uno scooter nero. Ancora sconosciuti i motivi dell’agguato
Bibbiano, il sindaco Dem querela l'alleato Di Maio
Bibbiano, il sindaco Dem querela l
Ha presentato 147 querele, compresa quella al capo grillino che aveva scritto su FB: "Col Pd non voglio avere niente a che fare...con i bambini tolti ai genitori e addirittura sottoposti a elettroshock..."
"Non ho potuto salvarti dal mostro assassino..."
"Non ho potuto salvarti dal mostro assassino..."
Due anni dopo la morte della piccola Maelys, rapita e uccisa da un pedofilo nell'Isere, la madre invoca giustizia. "Quel mostro non esca mai di prigione". Coinvolto in 40 casi di scomparsi ancora irrisolti. La lettera
New Jersey in ansia per la sorte della piccola Dulce
New Jersey in ansia per la sorte della piccola Dulce
La piccola è scomparsa nel nulla lunedì dai giochi di un parco pubblico: sarebbe stata caricata a forza su un furgone che ha fatto perdere le proprie tracce. La polizia sospetta l’implicazione di qualche familiare
Catania, muore a due anni dimenticato sotto il sole
Catania, muore a due anni dimenticato sotto il sole
L’ennesima tragedia che colpisce un genitore distratto, mentre una legge che obbliga a dotarsi di sistemi salva-bebè giace nei cassetti dei ministeri in attesa di diventare esecutiva
Chiara Alessandri, conto alla rovescia
Chiara Alessandri, conto alla rovescia
La procura di Brescia sarebbe vicina a chiudere le indagini sul delitto di Gorlago. Quadro probatorio solidissimo. Attesa per le repliche della difesa, forse la richiesta di una perizia mentale. Le prove che inchiodano l'ex catechista
I Caduti della Roma, sindaco grillino in bermuda
I Caduti della Roma, sindaco grillino in bermuda
Alla cerimonia per i 1700 marinai imbarcati sulla "Roma" e su tre cacciatorpediniere, Sean Whelleer, sindaco grillino di Porto Torres, s'è presentato in tenuta da spiaggia. Rabbia di famiglie e militari. Meloni: "mancanza di rispetto"
Smantellata la cosca dell’Allianz Stadium di Torino
Smantellata la cosca dell’Allianz Stadium di Torino
Ben 12 capi ultrà della Juve in manette e perquisizioni in tutt’Italia. Accertata l’esistenza di un’organizzazione criminale per mantenere il controllo totale della curva