Le nuove accuse del "tragediatore" Agresta "Altri morti nella black list dei calabresi"

| Ritratto dei pentiti del processo a Rocco Schirripa, condannato all'ergastolo in Assise a Milano per il delitto Caccia

+ Miei preferiti
Nell'aula della prima sezione della Corte d'Assise di Milano s'è concluso il processo sull'omicidio del procuratore della Repubblica di Torino Bruno Caccia, ucciso il 26 giugno 1983 a Torino da killer dell'ndrnagheta. L'unico imputato Rocco Schirripa, 66 anni, è stato condannato all'ergastolo, secondo la richiesta del pm Marcello Tatangelo. Su tutti gli aspetti di questo processo controverso, sarebbe necessario un ulteriore approfondimento, sui protagonisti di mesi di dichirazioni in aula. Qui cerchiamo di evidenziare alcuni passaggi fondamentali, aproposito dei pentiti. Come Domenico "Micu" Agresta. Che ha già dvelato altri due delitti legati avvenuti nell'orbita del clan Belfiore. Con un potenziale pericolosissimo per gli equilibri mafiosi. Potrebbero scaturire nuove guerre di racket proprio, qui, nel Nord Ovest. Se mai qualcuno avesse ancora dubbi sull'esistenza o no dell'altissimo livello di infiltrazione e radicamento delle cosche mafiose di origine calabrese nel tessuto sociale, produttivo, politico-economico del Nord Ovest, dopo la deposizione fiume del pentito dell'ndrangheta Domenico "Micu" Agresta, 28 anni di Buccinasco - , quei dubbi, non ci sono più. Spazzati via da una lucida e coerente ricostruzione di trent'anni di mafia, passata pressoché indenne in più di trent'anni di storia. Lo scenario è il processo Caccia (il procuratore ucciso il 26 giugno 83 a Torino) che si celebra in un un'aula della prima sezione della Corte d'Assise di Milano. Sul banco degli imputati c'è - per ora - il solo Rocco Schirripa, manovale del racket accusato di avere fatto parte, il 26 giugno 1983, del commando che uccise l'allora procuratore capo Bruno Caccia. Agresta testimonia in video-conferenza, di spalle, anche se il difensore di Schirripa, Mauro Anetrini, lo vorrebbe invece a volto scoperto, subito bloccato dal presidente della Corte Ilio Mannucci Pacini, dopo la protesta di Fabio Repici, avvocato della parte civile. Nei mesi scorsi sono sfilati i boss dei catanesi. Il più importante, pentito da decenni, è Francesco Miano che, tra una selva di non so , non ricorso, è riuscito a confermare che effettivamente Domenico Belfiore gli disse che ad uccidere il magistrato erano stati loro, i calabresi. I comprimari del processo Caccia hanno ascoltato con attenzione il pentito durante le videoconferenze. Nelle pase, lo hanno definito un "tragediatore" con seri problemi di natura nervosa. "In carcere pretendeva che gli facessi io la cucina- racconta sorridente un narcotrafficante che ha condiviso con lui tre anni di galera - perchè era il figlio del capo. A un certo punto gli ho detto di piantarla lì, che se volva mangarie bene ci pensasse da solo. E lui? Inizò a darsi da fare con i fornelli, anche per me. Altro che boss...".

Cronaca
L'orribile morte di Stefania, bruciata viva
L
Gli ultimi risultati delle perizie non lasciano dubbi. Stefania Crotti era solo stordita dalle martellate inferte da Chiara Alessandri quando l'assassina le diede fuoco dopo averla irrorata di benzina. Ergastolo alla porte
Hooligans arrestati a Torino
Hooligans arrestati a Torino
In occasione della partita fra Juventus e Ajax, una sessantina di persone sono state denunciate dalla Polizia, e 54 tifosi olandesi allontanati dall’Italia
Pitbull attacca due bambini
Pitbull attacca due bambini
A Limbiate, nel milanese, un pitbull di un anno e mezzo si è avventato contro due cuginetti che giocavano in cortile. A salvarli alcuni condomini che hanno assistito alla scena
Sparatoria nel foggiano
muore un carabiniere
Sparatoria nel foggiano<br>muore un carabiniere
Un uomo avrebbe aperto il fuoco contro la pattuglia durante un normale controllo nella piazza principale di Cagnano Varano. Il vice comandante della stazione è morto in ospedale, la reazione dei vertici dello Stato
Sfruttamento della prostituzione, arrestata Kyra Kole
Sfruttamento della prostituzione, arrestata Kyra Kole
La soubrette, nota per aver partecipato al programma “Ciao Darwin”, sarebbe stata la capofila di un finto centro massaggi in Brianza
Azouz Marzouk: Rosa e Olindo sono innocenti
Azouz Marzouk: Rosa e Olindo sono innocenti
Il padre e marito di due delle vittime della strage di Erba firma un sollecito per la riapertura del processo e assicura di conoscere il nome del vero assassino della sua famiglia
Tenta il suicidio in un centro commerciale
Tenta il suicidio in un centro commerciale
È accaduto alle Gru di Grugliasco, alle porte di Torino: gli agenti di un istituto di vigilanza sono riusciti a bloccarla prima che si lanciasse nel vuoto
Giovane inglese muore in un gioco erotico
Giovane inglese muore in un gioco erotico
È quanto dichiara il fidanzato di Anna Florence Reed, una 22enne trovata morta in una vasca da bagno di un hotel sul Lago Maggiore. La polizia però non esclude alcuna ipotesi
Le buste che inquietano Torino
Le buste che inquietano Torino
Dopo quella esplosiva alla sindaca Appendino, un esponente della Lega ne riceva una uguale, ma nelle stesse ore arriva una minaccia alla Lavazza, la Vergnano e la Ferrero: pagate o avveleniamo i vostri prodotti
"Ho gettato la testa di Christina nel fiume"
"Ho gettato la testa di Christina nel fiume"
Nel '93, Jason Massey aveva ucciso e smembrato i corpi di due adolescenti. Nel 2001, già nella camera della morte, aveva rivelato ai familiari dove aveva nascosto i resti