L'elenco delle prime vittime anche una bimba di 7 anni

| Ventiquattro morti e 72 feriti. Appello della polizia per i fa

+ Miei preferiti
Si chiamava Salman Abedi, 23, cittadino britannico di origine libica, noto alla polizia per le suo radicalismo di matrice islamica, l'attentatore del Manchester Arena. Sono ancora in corso le perquisizioni dell'abitazione dove viveva con la famiglia per identificare il suo Dna. La sorella lavora in una delle moschee della zona. E' lui l'uomo che, da solo, secondo la polizia, s'è fatto saltare alle 22,30 nel foyer del Manchester Arena, morendo a sua volta. I medici legali stanno esaminando i corpi delle vittime per comparare i primi risultati con i Dna già acquisiti, prima di comunicare i nomi delle vittime ai media. A Salman Abedi sono dedicati i primi post di rivendicazione Isis, che potrebbe già diffondere un video con il testamento-rivendicazione del giovane terrorista. Secondo gli inquirenti, avrebbe agito da solo. Intanto un primo elenco di dispersi: Chloe Rutherford (17 anni), Liam Curry (19 anni), Martyn Hett (29 anni); le scozzesi Laura MacIntyre ed Eilidh MacLeod, Courtney Boyle e Philip Tron; Olivia Campbell (15 anni).

Queste persone mancano all'appello erano al concerto della Manchester Arena. La polizia ha diffuso i nomi per cercare tracce negli ospedali della zona dove sono stati ricoverati decine di feriti, alcuni in condizioni disperate. L'Anti-terrorismo è convinto di avere individuato l'attentatore e sono in corso perquisizioni nella sua abitazione  in un quartiere periferico di Manchester. Un suo amico di 23 anni, forse complice nell'attentato più grave dal 2006 a oggi nel Regno Unito (56 morti nell'attacco alla metro di Londra), è già in carcere con l'accusa di complicità. Teresa May non ha escluso che ad agire sia stato un "gruppo organizzato", mentre nei siti islamici Isis c'è già una piena rivendicazione: "Con l'aiuto di Allah, per vendicare la sua religione ed in risposta alle aggressioni sulle case dei musulmani, uno dei soldati del Califfato è riuscito a piazzare ordigni esplosivi in mezzo ad un raduno di crociati nella città britannica di Manchester dove nell'edificio dell'Arena dove si tengono feste blasfeme, questi ordigni sono stati fatti esplodere", si legge nel comunicato postato sulla piattaforma social Telegram che prosegue affermando che le deflagrazioni "hanno causato l'uccisione di 30 crociati ed il ferimento di altri 70. Con il volere di Allah, quello che verrà sarà ancora più duro e peggiore per gli idolatri della croce e dei loro padroni con i nostri ringraziamenti per il padrone dei due mondi". Fonti dell'Antiterrorismo britannico, citate dal premier Teresa May, temono a breve un secondo attentato. 
Cronaca
L'orribile morte di Stefania, bruciata viva
L
Gli ultimi risultati delle perizie non lasciano dubbi. Stefania Crotti era solo stordita dalle martellate inferte da Chiara Alessandri quando l'assassina le diede fuoco dopo averla irrorata di benzina. Ergastolo alla porte
Hooligans arrestati a Torino
Hooligans arrestati a Torino
In occasione della partita fra Juventus e Ajax, una sessantina di persone sono state denunciate dalla Polizia, e 54 tifosi olandesi allontanati dall’Italia
Pitbull attacca due bambini
Pitbull attacca due bambini
A Limbiate, nel milanese, un pitbull di un anno e mezzo si è avventato contro due cuginetti che giocavano in cortile. A salvarli alcuni condomini che hanno assistito alla scena
Sparatoria nel foggiano
muore un carabiniere
Sparatoria nel foggiano<br>muore un carabiniere
Un uomo avrebbe aperto il fuoco contro la pattuglia durante un normale controllo nella piazza principale di Cagnano Varano. Il vice comandante della stazione è morto in ospedale, la reazione dei vertici dello Stato
Sfruttamento della prostituzione, arrestata Kyra Kole
Sfruttamento della prostituzione, arrestata Kyra Kole
La soubrette, nota per aver partecipato al programma “Ciao Darwin”, sarebbe stata la capofila di un finto centro massaggi in Brianza
Azouz Marzouk: Rosa e Olindo sono innocenti
Azouz Marzouk: Rosa e Olindo sono innocenti
Il padre e marito di due delle vittime della strage di Erba firma un sollecito per la riapertura del processo e assicura di conoscere il nome del vero assassino della sua famiglia
Tenta il suicidio in un centro commerciale
Tenta il suicidio in un centro commerciale
È accaduto alle Gru di Grugliasco, alle porte di Torino: gli agenti di un istituto di vigilanza sono riusciti a bloccarla prima che si lanciasse nel vuoto
Giovane inglese muore in un gioco erotico
Giovane inglese muore in un gioco erotico
È quanto dichiara il fidanzato di Anna Florence Reed, una 22enne trovata morta in una vasca da bagno di un hotel sul Lago Maggiore. La polizia però non esclude alcuna ipotesi
Le buste che inquietano Torino
Le buste che inquietano Torino
Dopo quella esplosiva alla sindaca Appendino, un esponente della Lega ne riceva una uguale, ma nelle stesse ore arriva una minaccia alla Lavazza, la Vergnano e la Ferrero: pagate o avveleniamo i vostri prodotti
"Ho gettato la testa di Christina nel fiume"
"Ho gettato la testa di Christina nel fiume"
Nel '93, Jason Massey aveva ucciso e smembrato i corpi di due adolescenti. Nel 2001, già nella camera della morte, aveva rivelato ai familiari dove aveva nascosto i resti