Lettera aperta a San Giovanni (dopo la festa mancata di ieri)

|

+ Miei preferiti
GERMANO LONGO
Scusaci Giovanni Battista, Santo Patrono di questa città, ma alla fine – daje e daje, come direbbero i tuoi colleghi romani – ce l'hanno fatta. Per la prima volta nella nostra storia, la festa in onore Tuo, che nulla puoi contro le pochezze terrene e men che meno su quelle politiche, finisce nello speciale archivio dove Torino conserva le cose da dimenticare.


In piazza Vittorio, per i fuochi, si aspettavano 48 mila persone, non una di più, con un apparato di sicurezza ad attenderle che neanche al G7. S'è presentata la metà della gente, più o meno. Forse un po' di paura, poca fiducia nelle parole, tanto caldo e mettici anche nessuna voglia di festeggiare, dopo le troppe sere sbagliate che stanno guastando l'aria estiva dei torinesi. È come se la città avesse risposto "vacci tu", all'invito della sindaca Appendino: "Venite a festeggiare".

D'altra parte, ormai anche uscire di casa per un gelato può trasformarsi in un incubo. Basta essere nel posto sbagliato nel momento peggiore ed è fatta: da una parte giovani pieni di birra, dall'altra i manganelli della Celere. Dove sia peggio finire è difficile dirlo. Peccato, perché in piazza Vittorio c'era da testare l'efficacia delle misure adottate dopo infinite riunioni: quattro varchi, controlli strettissimi, telecamere a grappoli.

Per cui non avertene a male San Giovanni, nulla di personale. Ma in questa parte del mondo i grattacieli bruciano in un attimo e c'è in giro troppa gente che ce l'ha con noi: è anche per tutto questo se ieri sera la gente della tua Torino ha scelto di starsene a casa, magari a guardare il bagliore dei fuochi da lontano, sul balcone, in mutande, con un calippo in mano.

Se una cosa l'ha consacrata, la festa senza festa di ieri sera, è un pensiero sottile: un po' martiri, ormai, ci sentiamo anche noi.

Cronaca
Ceren Ozdemir, la 390esima donna uccisa in Turchia
Ceren Ozdemir, la 390esima donna uccisa in Turchia
Il triste primato dalla fine di una giovane ballerina appena 20enne uccisa sulla porta di casa. Cresce in modo preoccupante il numero dei casi, denunciano le associazioni in difesa delle donne
Suicida dopo la condanna a 30 anni per femminicidio
Suicida dopo la condanna a 30 anni per femminicidio
Francesco Mazzega ha scelto di farla finita dopo la conferma della condanna a 30 anni per l’omicidio della sua fidanzata Nadia Orlando, che aveva ucciso due anni fa
Bomba a Parigi, scatta l’allarme
Bomba a Parigi, scatta l’allarme
Era una granata inerte custodita da un militare fuori servizio: un falso allarme che ha fatto scattare la massima allerta nella capitale francese
Italiana uccisa a Capo Verde
Italiana uccisa a Capo Verde
Il corpo di Marilena Corrò trovato senza vita nel serbatoio dell’acqua del suo B&B di Boavista. Fermato un altro italiano che gestiva la struttura, sospettato dell’omicidio
Spagna: sequestrato minisommergibile dei narcos
Spagna: sequestrato minisommergibile dei narcos
Fermato al largo delle coste della Galizia, trasportava tre tonnellate di cocaina. Un metodo di consegna e spostamento sempre più utilizzato dai cartelli della droga
Italia: allarme Fentanyl
Italia: allarme Fentanyl
Il potentissimo oppioide, insieme a migliaia di altre varianti sintetiche, inizia a fare le prime vittime anche nel nostro Paese. I pericoli delle nuove droghe, che negli Stati Uniti hanno causato una vera strage
Il Regno Unito commosso per la storia di Chloe e Adam
Il Regno Unito commosso per la storia di Chloe e Adam
Erano fidanzati da meno di un anno: lei si è uccisa impiccandosi senza lasciare un biglietto che spiegasse il gesto. Sei giorni dopo lui l’ha seguita gettandosi sotto un treno
Arrestato il mandante dell’omicidio
di Daphne Caruana Galizia
Arrestato il mandante dell’omicidio<br>di Daphne Caruana Galizia
Si tratta di Yorgen Fenech, spregiudicato proprietario di casinò e a capo di una cordata che si è aggiudicata un appalto miliardario, ma soprattutto collettore di tangenti che spartiva con alcuni ministri maltesi
Francia: il più grande caso di pedofilia
Francia: il più grande caso di pedofilia
Joël Le Scouarnec, chirurgo pediatrico, avrebbe abusato di oltre 250 bambini in quasi vent’anni di attività, malgrado una denuncia per possesso di materiale pedopornografico
Arrestato il fondatore del Cirque du Soleil
Arrestato il fondatore del Cirque du Soleil
Guy Laliberté sarebbe trattenuto dalla polizia a Tahiti: nel suo atollo privato è stata rinvenuta una grande piantagione di cannabis. La vita esagerata di un eccentrico ex artista di strada diventato miliardario