L’ex parroco confessa: “Molestavo 4 o 5 bimbi ogni settimana”

| Bernard Preynat, ex parroco della chiesa di Sainte-Foy-Les Lyon, ammette le sue responsabilità alle prime battute del processo: “Non mi rendevo conto di fare del male, provavo piacere”

+ Miei preferiti
Si è aperto con un clamoroso colpo di scena il processo di Lione che vede alla sbarra Bernard Preynat, 75 anni, ex parroco accusato di pedofilia. Prendendo la parola nel corso del dibattimento, Preynat ha deciso di confessare le proprie colpe, ammettendo di aver abusato di tanti ragazzini. “A quei tempi non mi rendevo conto della gravità di quanto stessi facendo: per me non si trattava di aggressioni sessuali ma di coccole e carezze. Mi sbagliavo, e quello che me l’ha fatto capire sono state le parole delle famiglie che ho ferito e le accuse delle mie vittime”.

Bernard Preynat era un prete amatissimo della parrocchia di Sainte-Foy-Les Lyon, a cui per decenni genitori ignari affidavano i propri figli fra i 7 ed i 10 anni di età, che lui seguiva nei campi scout in Francia o all’estero. Nel 2015, un gruppo di 10 ex allievi, riuniti sotto l’associazione “La Parole Liberée”, lo accusano di essere stati costretti a subire palpeggiamenti, baci e carezze nelle parti intime. Scoppia un caso che inorridisce la Francia e finisce per travolgere anche il cardinale Philippe Barbarin, accusato di omessa denuncia e condannato a 10 mesi di reclusione con la condizionale.

Per vent’anni, ha ammesso l’ex parroco, ha approfittato dei bambini: “Succedeva tutti i fine settimana, potevano essere quattro o cinque bimbi, quasi uno al giorno. Sapevo bene che erano gesti vietati, che non avrei dovuto fare, e chiaramente ne traevo un piacere sessuale”.

Secondo Emmanuelle Haziza, difensore di una delle vittime di Preynat, si tratta del “Più grande predatore sessuale della regione: nega il carattere sessuale dei suoi gesti ma al tempo stesso ammette di aver molestato centinaia di bambini per provare piacere”. Una delle sue vittime, presente in aula, ha parlato “del momento più duro mai vissuto in vita sua”, facendo cenno anche ad un tentativo di suicidio: “Prima ero un bambino aperto e spensierato, dopo ho vissuto una vita oscura”.

In caso di condanna, Bernard Preynat rischia fino a 10 anni di carcere e un risarcimento pari a 150mila euro.

Galleria fotografica
L’ex parroco confessa: “Molestavo 4 o 5 bimbi ogni settimana” - immagine 1
Cronaca
Lo sfacciato immobiliarista che riciclava denaro sporco
Lo sfacciato immobiliarista che riciclava denaro sporco
Oltre a decine di furti e frodi, Ramon Olorunwa Abbas era un esperto nel “ripulire” grosse somme di denaro frutto di traffici illeciti. Fra le vittime anche un club della Premier League inglese
Il Golden State Killer
si dichiara colpevole
Il Golden State Killer<br>si dichiara colpevole
Ha ammesso stupri e omicidi che per 40 anni hanno tolto il sonno a due contee californiane, in cambio della vita: non salirà sul patibolo, ma sconterà almeno 11 ergastoli dietro le sbarre
Londra: condannato il giovane della Tate Modern
Londra: condannato il giovane della Tate Modern
Il 18enne che un anno fa spinse dal balcone un bimbo di sei anni condannato dalla giustizia inglese per omicidio volontario
Justin Bieber cita due donne che lo accusano di stupro
Justin Bieber cita due donne che lo accusano di stupro
Danielle e Kadi hanno raccontato sui social di essere state violentate in albergo ad un anno di distanza una dall’altra. L’artista canadese nega dicendo di avere le prove che in quei giorni si trovava da altre parti, e parte al contrattacco
Suicida una giovanissima star di «TikTok»
Suicida una giovanissima star di «TikTok»
A 16 anni, Siya Kakkar era seguita da milioni di follower in tutto il mondo. Inspiegabili i motivi del gesto: aveva numerosi progetti futuri
Scarcerata la giovane che ha ucciso il suo violentatore
Scarcerata la giovane che ha ucciso il suo violentatore
Dopo due anni di abusi, nel 2018 Chrystul Kizer aveva ucciso l’uomo che la violentava e vendeva ad altri. Al suo fianco si è schierata un’imponente campagna mediatica e di supporto economico
NY, cameriera 18enne molestata da clienti e proprietari
NY, cameriera 18enne molestata da clienti e proprietari
Brenna Gonzales, cameriera di una celebre steak-house frequentata dal jet-set newyorkese, ha sporto querela per molestie sessuali ripetute
Zanardi stabile ma ancora grave
Zanardi stabile ma ancora grave
I medici non azzardano supposizioni: il quadro generale parla di “danni importanti” che potrebbero avere conseguenze neurologiche e di vista. Nei prossimi giorni la riduzione della sedazione e le prime valutazioni
L’Italia in ansia per Alex Zanardi
L’Italia in ansia per Alex Zanardi
Stabile nella notte ma ancora in condizioni gravissime. Attesa per il prossimo bollettino medico. La procura indaga per ricostruire l’accaduto
Zanardi in coma farmacologico
Zanardi in coma farmacologico
Il campione bolognese ricoverato in terapia intensiva: non è in pericolo di vita, ma il danno neurologico potrebbe essere molto grave