L’infinita saga di Silvio e Veronica

| L’ex moglie del Cavaliere ha presentato ricorso in Cassazione contro la decisione del Tribunale di Milano che le ha tolto l’assegno di mantenimento e costretta a restituire 45 milioni di euro

+ Miei preferiti
Un nuovo capitolo si aggiunge all’infinita saga del divorzio fra Veronica Lario e Silvio Berlusconi. Uno strascico giudiziario iniziato nel 2009 e, a quanto riporta “Sole 24 Radiocor”, non ancora concluso. L’ex moglie del Cavaliere avrebbe depositato un ricorso alla Corte di Cassazione contro la pronuncia della Corte d’Appello di Milano che lo scorso novembre aveva scelto di applicare il principio della così detta sentenza “Grilli-Lowenstein” che scardina l’obbligo ad assicurare il tenore di vita del coniuge, ancor di più nel caso di persona economicamente autonoma. Risultato: l’azzeramento dell’assegno di mantenimento da 1,4 milioni di euro mensili percepito dalla Lario dal 2013, e dall’altro stabilendo la restituzione di 45 milioni di euro.

All’indomani della sentenza, Cristina Morelli, legale dell’ex signora Berlusconi, aveva commentato “profondamente ingiusta” la decisione della corte milanese.

Miriam, in arte Veronica

Miriam Raffaella Bartolini, vero nome di Veronica Lario, nasce a Bologna nel 1956. Dopo gli studi tenta la carriera nel mondo spettacolo dividendosi fra cinema, televisione e teatro. È proprio durante uno spettacolo teatrale, nel 1980, che conosce Silvio Berlusconi, di vent’anni più vecchio di lei. Inizia una relazione ufficializzata nel 1985, con la separazione del Cavaliere dalla prima moglie: dall’unione nasceranno i loro tre figli, Barbara, Eleonora e Luigi.

Di carattere schivo e riservato, durante la permanenza del marito a Palazzo Chigi come Presidente del Consiglio, la Lario sceglie un profilo basso, apparendo al fianco del marito in rare occasioni ufficiali. Fra accuse e gossip, nel maggio del 2009 la stessa Lario annuncia il divorzio dal Cavaliere con un breve comunicato all’Ansa. La sentenza di separazione non consensuale arriva del dicembre del 2012, resa pubblica nel 2015 con l’importo dell’assegno di mantenimento stabilito dal tribunale. Il penultimo passaggio della vicenda risale al 16 novembre dello scorso anno, quando la Corte d’Appello accoglie la richiesta della difesa di Berlusconi che chiede di annullare il versamento mensile di 1,4 milioni di euro.

Cronaca
L'orribile morte di Stefania, bruciata viva
L
Gli ultimi risultati delle perizie non lasciano dubbi. Stefania Crotti era solo stordita dalle martellate inferte da Chiara Alessandri quando l'assassina le diede fuoco dopo averla irrorata di benzina. Ergastolo alla porte
Hooligans arrestati a Torino
Hooligans arrestati a Torino
In occasione della partita fra Juventus e Ajax, una sessantina di persone sono state denunciate dalla Polizia, e 54 tifosi olandesi allontanati dall’Italia
Pitbull attacca due bambini
Pitbull attacca due bambini
A Limbiate, nel milanese, un pitbull di un anno e mezzo si è avventato contro due cuginetti che giocavano in cortile. A salvarli alcuni condomini che hanno assistito alla scena
Sparatoria nel foggiano
muore un carabiniere
Sparatoria nel foggiano<br>muore un carabiniere
Un uomo avrebbe aperto il fuoco contro la pattuglia durante un normale controllo nella piazza principale di Cagnano Varano. Il vice comandante della stazione è morto in ospedale, la reazione dei vertici dello Stato
Sfruttamento della prostituzione, arrestata Kyra Kole
Sfruttamento della prostituzione, arrestata Kyra Kole
La soubrette, nota per aver partecipato al programma “Ciao Darwin”, sarebbe stata la capofila di un finto centro massaggi in Brianza
Azouz Marzouk: Rosa e Olindo sono innocenti
Azouz Marzouk: Rosa e Olindo sono innocenti
Il padre e marito di due delle vittime della strage di Erba firma un sollecito per la riapertura del processo e assicura di conoscere il nome del vero assassino della sua famiglia
Tenta il suicidio in un centro commerciale
Tenta il suicidio in un centro commerciale
È accaduto alle Gru di Grugliasco, alle porte di Torino: gli agenti di un istituto di vigilanza sono riusciti a bloccarla prima che si lanciasse nel vuoto
Giovane inglese muore in un gioco erotico
Giovane inglese muore in un gioco erotico
È quanto dichiara il fidanzato di Anna Florence Reed, una 22enne trovata morta in una vasca da bagno di un hotel sul Lago Maggiore. La polizia però non esclude alcuna ipotesi
Le buste che inquietano Torino
Le buste che inquietano Torino
Dopo quella esplosiva alla sindaca Appendino, un esponente della Lega ne riceva una uguale, ma nelle stesse ore arriva una minaccia alla Lavazza, la Vergnano e la Ferrero: pagate o avveleniamo i vostri prodotti
"Ho gettato la testa di Christina nel fiume"
"Ho gettato la testa di Christina nel fiume"
Nel '93, Jason Massey aveva ucciso e smembrato i corpi di due adolescenti. Nel 2001, già nella camera della morte, aveva rivelato ai familiari dove aveva nascosto i resti