Lo scontro di due aerei militari causato da un selfie

| È accaduto nel dicembre dello scorso anno al largo delle coste giapponesi: l’inchiesta ha accertato che un pilota si stava scattando dei selfie, mentre l’altro leggeva un libro

+ Miei preferiti
Intorno alle 2:00 del mattino ora locale del 6 dicembre 2018, due aerei militari americani, un caccia F/A Hornet e un KC-130 Hercules partiti dalla base del Marine Corp di Iwakuni, si scontrano a 200 miglia al largo della costa giapponese: erano impegnati in un’esercitazione notturna di rifornimento in volo. Muoiono sei delle sette persone a bordo.

Si parla di guasto, di errore umano, e qualcuno sospetta perfino che uno dei due velivoli possa essere stato colpito da caccia nemici o dal tiro di una contraerei. Ma quasi un anno dopo, l’inchiesta ha accertato una verità scomoda e perfino imbarazzante per il Pentagono.

Il rapporto, pubblicato in questi giorni, parla di un “atteggiamento poco professionale” dei piloti: attraverso le scatole nere e gli impianti di sorveglianza di bordo, l’inchiesta è riuscita a ricostruire le fasi immediatamente precedenti all’incidente. Pochi istanti prima dello scontro, il pilota del caccia era impegnato a sistemarsi i baffi per un selfie, mentre il suo secondo leggeva “The Great Santini”, un romanzo degli anni Settanta che ha come protagonista un pilota. Nel report, viene svelato anche che le autopsie sui piloti hanno rilevato l’uso di sostanze stupefacenti e farmaci che favoriscono il sonno. Fra le prime reazioni il licenziamento di quattro militari e di James Compton, tenente colonnello che guidava la squadra dei piloti.

Non si è fatta attendere neanche la reazione del Giappone, che ha bollato come “irresponsabile e oltraggioso” il comportamento dei militari americani, ricordando che non si tratta del primo caso: nel 2016, in circostanze simili, al largo della prefettura di Okinawa si era sfiorata la tragedia, ma quella volta senza che l’esercito americano si sentisse in obbligo di avviare un’inchiesta formale.

Un altro caso di leggerezza è quello che nel 1998 colpì la funivia del Cermis, in Italia: un caccia tranciò i cavi della funivia facendo precipitare a valle una cabina. Le vittime furono 20, e anche sulla base delle indagini, i militari si erano distratti perché impegnati a filmarsi a vicenda.

Cronaca
Ceren Ozdemir, la 390esima donna uccisa in Turchia
Ceren Ozdemir, la 390esima donna uccisa in Turchia
Il triste primato dalla fine di una giovane ballerina appena 20enne uccisa sulla porta di casa. Cresce in modo preoccupante il numero dei casi, denunciano le associazioni in difesa delle donne
Suicida dopo la condanna a 30 anni per femminicidio
Suicida dopo la condanna a 30 anni per femminicidio
Francesco Mazzega ha scelto di farla finita dopo la conferma della condanna a 30 anni per l’omicidio della sua fidanzata Nadia Orlando, che aveva ucciso due anni fa
Bomba a Parigi, scatta l’allarme
Bomba a Parigi, scatta l’allarme
Era una granata inerte custodita da un militare fuori servizio: un falso allarme che ha fatto scattare la massima allerta nella capitale francese
Italiana uccisa a Capo Verde
Italiana uccisa a Capo Verde
Il corpo di Marilena Corrò trovato senza vita nel serbatoio dell’acqua del suo B&B di Boavista. Fermato un altro italiano che gestiva la struttura, sospettato dell’omicidio
Spagna: sequestrato minisommergibile dei narcos
Spagna: sequestrato minisommergibile dei narcos
Fermato al largo delle coste della Galizia, trasportava tre tonnellate di cocaina. Un metodo di consegna e spostamento sempre più utilizzato dai cartelli della droga
Italia: allarme Fentanyl
Italia: allarme Fentanyl
Il potentissimo oppioide, insieme a migliaia di altre varianti sintetiche, inizia a fare le prime vittime anche nel nostro Paese. I pericoli delle nuove droghe, che negli Stati Uniti hanno causato una vera strage
Il Regno Unito commosso per la storia di Chloe e Adam
Il Regno Unito commosso per la storia di Chloe e Adam
Erano fidanzati da meno di un anno: lei si è uccisa impiccandosi senza lasciare un biglietto che spiegasse il gesto. Sei giorni dopo lui l’ha seguita gettandosi sotto un treno
Arrestato il mandante dell’omicidio
di Daphne Caruana Galizia
Arrestato il mandante dell’omicidio<br>di Daphne Caruana Galizia
Si tratta di Yorgen Fenech, spregiudicato proprietario di casinò e a capo di una cordata che si è aggiudicata un appalto miliardario, ma soprattutto collettore di tangenti che spartiva con alcuni ministri maltesi
Francia: il più grande caso di pedofilia
Francia: il più grande caso di pedofilia
Joël Le Scouarnec, chirurgo pediatrico, avrebbe abusato di oltre 250 bambini in quasi vent’anni di attività, malgrado una denuncia per possesso di materiale pedopornografico
Arrestato il fondatore del Cirque du Soleil
Arrestato il fondatore del Cirque du Soleil
Guy Laliberté sarebbe trattenuto dalla polizia a Tahiti: nel suo atollo privato è stata rinvenuta una grande piantagione di cannabis. La vita esagerata di un eccentrico ex artista di strada diventato miliardario