"Mai ricattato la sindaca Appendino"

| Si difende l'ex portavoce della sindaca di Torino accusato di aver chiesto un lavoro per non "fare rivelazioni". Era finito alla corte della vice-ministra del Tesoro, la grillina Castelli, protagonista delle gaffes più incredibili

+ Miei preferiti
Più che un collaboratore della sindaca e prima ancora capogruppo M5S in Comune a Torino, Luca Pasquaretta era un amico di famiglia. Sempre inseparabili, lei non apriva bocca senza il benestare del suo addetto stampa che filtrava tutti i contatti, prima di lasciarle via libera. Oggi Pasquaretta, che nel frattempo era entrato a far parte del team di Laura Castelli, il più strano e discusso vice ministro del Tesoro (sì, avete letto bene, non è uno scherzo: è la numero due del Tesoro italiano) è stato ignominiosamente cacciato. Per la naif Castelli è già bello che condannato. Ma cosa avrebbe fatto Pasquaretta? Costretto alle dimissioni per una consulenza da 5 mila euro nell'ambito del Salone del Libro, era stato indotto alla dimissioni. Poi avrebbe chieso ai grillini un lavoro, sennò avrebbe fatto "rivelazioni compromettenti". Adesso lui dice che è stato un equivoco e che si chiarirà con la magistratura. Ma l'ha scaricato pure il difensore di fiducia, Luigi Chiappero, che tutelava anche Appendino. Una brutta storia di Palazzo e di Casta a cui ormai i grillini ci hanno abituato. Ma siamo poi così sicuri che Pasquaretta sia colpevole? Bisognerebbe aspettare che l'inchiesta del pm Colace si concluda. "Non ho mai ricattato Chiara Appendino. E' tutto un equivoco che chiarirò nelle sedi opportune", dichiara all'Ansa Luca Pasquaretta, ex portavoce della sindaca di Torino, in merito all'inchiesta in cui è indagato per estorsione. "Ho massimo rispetto e fiducia nel lavoro dei magistrati. Vorrei ricordare che siamo tutti innocenti fino a prova contraria".

"A seguito dell'inchiesta che coinvolge Luca Pasquaretta e le accuse a lui rivolte, ritengo sia necessario interrompere immediatamente il nostro rapporto di collaborazione. La magistratura farà il suo corso, e ribadisco rispetto e fiducia per il lavoro che svolgono i magistrati". Lo afferma in una nota il sottosegretario all'Economia Laura Castelli, con riferimento all'ex portavoce del sindaco di Torino Chiara Appendino, ora suo collaboratore.  

Cronaca
L'orribile morte di Stefania, bruciata viva
L
Gli ultimi risultati delle perizie non lasciano dubbi. Stefania Crotti era solo stordita dalle martellate inferte da Chiara Alessandri quando l'assassina le diede fuoco dopo averla irrorata di benzina. Ergastolo alla porte
Hooligans arrestati a Torino
Hooligans arrestati a Torino
In occasione della partita fra Juventus e Ajax, una sessantina di persone sono state denunciate dalla Polizia, e 54 tifosi olandesi allontanati dall’Italia
Pitbull attacca due bambini
Pitbull attacca due bambini
A Limbiate, nel milanese, un pitbull di un anno e mezzo si è avventato contro due cuginetti che giocavano in cortile. A salvarli alcuni condomini che hanno assistito alla scena
Sparatoria nel foggiano
muore un carabiniere
Sparatoria nel foggiano<br>muore un carabiniere
Un uomo avrebbe aperto il fuoco contro la pattuglia durante un normale controllo nella piazza principale di Cagnano Varano. Il vice comandante della stazione è morto in ospedale, la reazione dei vertici dello Stato
Sfruttamento della prostituzione, arrestata Kyra Kole
Sfruttamento della prostituzione, arrestata Kyra Kole
La soubrette, nota per aver partecipato al programma “Ciao Darwin”, sarebbe stata la capofila di un finto centro massaggi in Brianza
Azouz Marzouk: Rosa e Olindo sono innocenti
Azouz Marzouk: Rosa e Olindo sono innocenti
Il padre e marito di due delle vittime della strage di Erba firma un sollecito per la riapertura del processo e assicura di conoscere il nome del vero assassino della sua famiglia
Tenta il suicidio in un centro commerciale
Tenta il suicidio in un centro commerciale
È accaduto alle Gru di Grugliasco, alle porte di Torino: gli agenti di un istituto di vigilanza sono riusciti a bloccarla prima che si lanciasse nel vuoto
Giovane inglese muore in un gioco erotico
Giovane inglese muore in un gioco erotico
È quanto dichiara il fidanzato di Anna Florence Reed, una 22enne trovata morta in una vasca da bagno di un hotel sul Lago Maggiore. La polizia però non esclude alcuna ipotesi
Le buste che inquietano Torino
Le buste che inquietano Torino
Dopo quella esplosiva alla sindaca Appendino, un esponente della Lega ne riceva una uguale, ma nelle stesse ore arriva una minaccia alla Lavazza, la Vergnano e la Ferrero: pagate o avveleniamo i vostri prodotti
"Ho gettato la testa di Christina nel fiume"
"Ho gettato la testa di Christina nel fiume"
Nel '93, Jason Massey aveva ucciso e smembrato i corpi di due adolescenti. Nel 2001, già nella camera della morte, aveva rivelato ai familiari dove aveva nascosto i resti