Manicure, ma sai cosa rischi?

| La storia di Anna, simbolo di un modo di procedere sbagliato e pericoloso da parte di numerosi centri estetici. Personale non qualificati e prodotti scadenti. Così inizia un calvario di cure lunghe e non sempre efficaci

+ Miei preferiti
Di Floriana Naso

Da anni impazza la febbre della manicure perfetta. Quale donna non vorrebbe avere unghie sempre impeccabili?

Quasi sempre si ricorre alla ricostruzione unghie, un procedimento mediante il quale si applica un gel sull’unghia/ dopo averla limata, e, previa solidificazione, si procede con la stesura dello smalto che dovrà essere asciugato. Il risultato è strabiliante e duraturo. Tanto è vero che i centri Neil Art in Italia sono triplicati negli ultimi anni.

Ma, in termini di salute, a quale prezzo?

Intanto, i dermatologi ricordano che i prodotti utilizzati, per ottenere unghie perfette e indistruttibili, sono chimici e non fanno respirare l’unghia, già indebolita a causa della fresatura. Quindi, onde evitare dermatiti e infiammazioni è bene sospendere il trattamento dopo qualche mese, proprio per permettere alle unghie di rigenerarsi.

Sono stati esaminati anche i possibili danni dovuti dalle lampade fotoindurenti UV, la buona notizia è che si tratta di macchinari, quelli professionali e certificati, i cui raggi non sono assorbiti dalle mani in maniera pericolosa. Tuttavia, è buona abitudine spalmarsi sulla pelle creme solari ad alta protezione, prima di procedere con l’asciugatura del gel.

Buona regola è rivolgersi a personale qualificato che opera in centri controllati e che utilizzano solo prodotti certificati di alta qualità altrimenti i danni possono essere disastrosi e a volte irreparabili, proprio come accaduto ad Anna (nome di fantasia) che per risparmiare si è recata in un centro gestito da personale non qualificato, il quale oltre a fresarle troppo le unghie tra un trattamento e l’altro, le hanno applicato prodotti scadenti e altamente tossici. Risultato: grave infezione micotica, estesa a quasi tutte le unghie delle mani.

Soprattutto, Anna, riconosce di aver fatto ricorso alla ricostruzione ogni mese, per anni. “Adesso sto applicando una crema antibiotica che sembra funzionare, ma non so se e quando le mie unghie torneranno normali”.

Cronaca
Pacco bomba esplode a Lione
Pacco bomba esplode a Lione
La polizia sulle tracce del presunto attentatore, un uomo in bicicletta col volto coperto. L'esplosione in una via centralissima: numerosi i feriti, ma pare nessuno in modo grave. Sembra allontanarsi la pista terroristica
Edmund ed Eduard, ladri gemelli
Edmund ed Eduard, ladri gemelli
In un continuo scambio di identità, confondevano con la loro somiglianza anche le videocamere. Presi a Rovigo dopo una lunga catena di furti. Via al processo, ma i colpi sarebbero centinaia
Svastiche sui sopravvissuti dei lager
Svastiche sui sopravvissuti dei lager
Sfregiate le fotografie dei reduci esposte nel centro di Vienna, ennesimo episodio di antisemitismo da parte di gruppi filo-nazisti
Sesso con cani, quattro donne denunciate
Sesso con cani, quattro donne denunciate
Cercavano animali di grossa taglia per coinvolgerli in rapporti sessuali singoli o di gruppo, poi se ne liberavano. Il caso scoperto dall'associazione Aidaa. Scambi di foto su chat animal sex. Fingevano di volerli adottare dai canili
"Torturato in cella solo perché cattolico"
"Torturato in cella solo perché cattolico"
La terribile disavventura dell'imprenditore italiano Massimo Sacco, arrestato pnegli Emirati Arabi per traffico di droga, in carcere per oltre un anno: "Accusa falsa, in carcere mi hanno picchiato e seviziato, odiano i cristiani"
Ana Bettz, la cantante accusata di riciclaggio
Ana Bettz, la cantante accusata di riciclaggio
Vedova del petroliere Sergio Di Cesare, aveva tentato la carriera artistica senza grande successo. È stata bloccata al confine di Ventimiglia con 300mila euro in contanti, e la Finanza sospetta sia frutto di riciclaggio
Il mostro di Torrazzo vuole sposarsi
Il mostro di Torrazzo vuole sposarsi
Gianfranco Stevanin, il serial killer veronese accusato di omicidio, violenza e occultamento di cadavere, conta di uscire per sposarsi e rifarsi una vita
Nessun colpevole per la strage Erasmus
Nessun colpevole per la strage Erasmus
Per le famiglie delle 13 ragazze che nel 2016 morirono a bordo di un autobus in Spagna, l’ennesimo schiaffo della giustizia spagnola: nessun colpevole. Già annunciato un nuovo appello
Filippine, ucciso manager italiano
Filippine, ucciso manager italiano
Si allunga la lista dei connazionali assassinati o spariti all'estero. I casi di Colombia e Costarica. Gli otto desaparecidos
Il tennista Seppi truffato dal falso broker
Il tennista Seppi truffato dal falso broker
Fabio Gaiatto, definito il Madoff del Veneto, a processo per una 2catena di Sant'Antonio" finita in tragedia per centinaia di risparmiatori che gli avevano affidato i loro denari. La moglie patteggia, prime condanne