Manuela, il killer cerca lo sconto di pena

| Un nuovo memoriale di Fabrizio Pasini, che ha ucciso l'amante perché "costituiva un problema". Delitto premeditato per il pm. Processo il 22 novembre. La sorella della vittima: "Ma ti rendi conto di cosa hai fatto? Sei uno str..."

+ Miei preferiti
Di Maria Lopez

Ora il problema è quello di evitare l’aggravante della premeditazione. Fabrizio Pasini, 48 anni, ex sindacalista uil, sposato, due figli, ammette di avere ucciso il 6 luglio 2018 Manuela Bailo, 35 anni, sua amante da tempo e collega di lavoro ma afferma che è morta "accidentalmente" in seguito a una lite. “L’ho spinta, è caduta, ma non le ho tagliato la gola”, si difende. Il 22 novembre inizia il processo a Brescia e Pasini avrebbe scritto un nuovo memoriale in cui definisce ogni passaggio, secondo la sua ricostruzione. Il pm non gli crede e di sicuro chiederà il massimo della pena, 30 anni. Lui ha scelto il rito abbreviato per evitare l'ergastolo, il suo obiettivo è scendere sotto i 25 anni di carcere, data l’incensuratezza e, appunto, la non premeditazione. 

Durante l’ultima udienza per il rinvio a giudizio si è trovato di fronte il muro compatto della famiglia di Manuela. Arianna, la sorella minore di Manuela, gli ha urlato addosso, guardandolo dritto negli occhi; "Ma tu ti sei reso conto di ciò che hai fatto? Sei uno str…”. Sarà la mamma ad allontanarla, asciugandole le lacrime. Con lei papà Elvio, il fratello Marco, costituiti parte civile (assistiti dagli avvocati Giulio Rota e Michele Radici) e la Uil con il segretario provinciale, Mario Bailo. L’ex segretario della Uilm, residente con la famiglia a Ospitaletto, in carcere dal 20 agosto con l’accusa di avere ucciso un amante troppo ingombrante, sarà essere processato per omicidio premeditato e occultamento di cadavere.

Poi il giudice impone un rito abbreviato semplice che inizierà il prossimo 22 novembre. Manuela è morta la notte tra il 28 e il 29 luglio 2018, nella casa di Ospitaletto dei genitori di lui, in vacanza in Sardegna con i suoi figli; doveva essere l’ultimo appuntamento prima della partenza per le ferie; secondo l’accusa, il delitto era premeditato nei dettagli. Manuela abitava a Nave con l’ex fidanzato ma Pasini gli aveva promesso che avrebbe presto lasciato la moglie per vivere con lei. Invece passavano i mesi, gli anni, e lui non faceva niente. C’erano state innumerevoli liti su questo tema, sempre prima delle vacanze, uno dei momenti più delicati per le coppie di amanti. Esasperato dalle continue richieste di lei e dei sospetti della moglie aveva fatto la scelta di restare in famiglia. Così l’avrebbe convinta, dopo un periodo di separazione, di accettare un ultimo incontro, nella casa della madre, “Il luogo prescelto per l’omicidio”, dice l’accusa. Si era informato degli orari dello zio che vive al piano di sopra, per non incrociarlo, avrebbe portato dall’esterno stracci, spazzole e prodotti per pulire i pavimenti e il piccolo bagno della taverna-garage, tra le 4 e le 6 Manuela è stordita e sgozzata con un coltello mai trovato. Il giorno dopo, avvolto il cadavere, ancora con i suoi vestiti, l’aveva caricata in auto e trasportata nel Cremonese, in una cascina abbandonata, il corpo infine “smaltito” nella fossa dei maiali. C’è poco altro. Chiaro il movente, chiare le modalità di un’uccisione spietata e compiuta a freddo. Il resto è sepolto nella coscienza di un uomo che avrebbe potuto chiudere una storia in modo assolutamente pacifico. Manuela era una brava ragazza, l’avrebbe lasciato andare al suo destino, come aveva fatto più volte. Ma lui la cercava sempre, sempre promettendo quello che non poteva e non voleva mantenere.

Cronaca
Muore il padre di Meredith Kercher
Muore il padre di Meredith Kercher
Il papà della studentessa uccisa a Perugia coinvolto forse in un tentativo di scippo o l’investimento di un pirata della strada. Ricoverato in ospedale, è morto pochi giorni dopo
Tre morti e due bambini scomparsi: il giallo che inquieta l’America
Tre morti e due bambini scomparsi: il giallo che inquieta l’America
Lori Vallow, moglie e sorella di due uomini uccisi in circostanze strane, è fuggita con il nuovo marito, la cui ex moglie è morta poco dopo. Ma dei due figli della donna non c’è più traccia da settembre
Hackerate le email di Ghislaine Maxwell
Hackerate le email di Ghislaine Maxwell
Il timore è che numerose email scambiate fra la reclutatrice di minorenni per conto di Jeffrey Epstein e personaggi in vista siano resi noti dai media, scatenando un vero cataclisma di proporzioni mondiali
L’incredibile caso dei pedofili di Rotherham
L’incredibile caso dei pedofili di Rotherham
Per decenni, gang di pakistani hanno sequestrato e violentato minorenni, ma la polizia non è mai intervenuta per evitare tensioni razziali. È l’allucinante conclusione di un’inchiesta conclusa in questi giorni
UK: picchiata perché lesbica
UK: picchiata perché lesbica
Dopo la quinta aggressione, una ventenne inglese ha deciso di divulgare le foto delle sue ferite: “Ormai ho paura di uscire di casa, ma voglio che la gente sappia”
Dublino: ucciso e decapitato nella guerra fra gang
Dublino: ucciso e decapitato nella guerra fra gang
I resti di Keane Mulready-Woods, 17 anni, sono stati trovati a km di distanza all’interno di una borsa e di un’auto data alle fiamme. La polizia sulle tracce del probabile assassino, un 35enne considerato un potenziale serial killer
Sicilia, il mistero dei sub restituiti dal mare
Sicilia, il mistero dei sub restituiti dal mare
Un terzo corpo è riemerso ieri a Termini Imerese: sul mistero indagano cinque procure, e al momento non si esclude alcuna pista. L’incidente durante una battuta di pesca o durante la consegna di una partita di droga
L’ex parroco confessa: “Molestavo 4 o 5 bimbi ogni settimana”
L’ex parroco confessa: “Molestavo 4 o 5 bimbi ogni settimana”
Bernard Preynat, ex parroco della chiesa di Sainte-Foy-Les Lyon, ammette le sue responsabilità alle prime battute del processo: “Non mi rendevo conto di fare del male, provavo piacere”
I nuovi misteri del furto del secolo
I nuovi misteri del furto del secolo
Due episodi si aggiungono al clamoroso furto di gioielli dello scorso novembre al castello di Dresda. Qualcuno avrebbe offerto due dei preziosi ad una società, chiedendo anche di indagare sulle misure di sicurezza del museo
Modella inglese muore precipitando da una scogliera
Modella inglese muore precipitando da una scogliera
Madalyn Davis, che da poche settimane si era trasferita in Australia, è caduta da una pericolosa scogliera nella costa di Sydney