Massacrati nella foresta, spunta un terzo killer?

| L'autopsia conferma l'identità dei due mini-killer, trovati morti nella foresta di Gillam, a un chilometro dal fosso in cui furono trovati i cadaveri della coppia uccisa e del professore. Il mistero "dell'uomo con la barba"

+ Miei preferiti
Di Michael O'Brien

Le autopsie sui corpi di due adolescenti (nella foto in apertura) sospettati di aver ucciso l'australiano Lucas Fowler e la sua ragazza americana e un docente universitario canadese sono state completate, la polizia canadese dovrebbe rivelare gli esiti la prossima settimana. Ma qualcosa non torna nella ricostruzione dei tre delitti attribuiti ai due alescenti. Se fossero morti per arma da fuoco, potrebbe spuntare una terza tersona, e molti ricordano “l’uomo con la barba visto litigare con la coppia di fidanzati” ai margini dell’autostrada non lontano da ll punto furono poi trovati i cadaveri dei due giovani turisti. Gli agenti RCMP (la celebre polizia a cavallo) sono rimasti nella zona intorno alla remota città di Manitoba di Gillam, nel folto di una foresta che non consente di sopravvivere senza mezzi adeguati, acquitrinosa, abitata da animali selvatici pericolosi e infestata da mosche e zanzare.

I due fidanzati uccisi


Il portavoce della RCMP, il sergente Paul Manaigre, ha detto a The Global News: "Per quanto riguarda le prove, abbiamo trovato un oggetto. Che sia o meno rilevante per l'indagine, lo diremo solo quando ne saremo sicuri".

La polizia è tornata oggi sul fiume Nelson, alla ricerca di qualsiasi indizio o prova che potrebbe non ancora essere stata trovata. Autopsie sono state condotte per confermare che i resti sono di Schmegelsky e McLeod e sopratutto le cause della morte. La squadra di ricerca e soccorso sta ancora controllando l'area dove è stato trovato il veicolo incendiato, una Toyota usate dai due presunti killer.La polizia ha detto che l'inchiesta “sugli omicidi del signor Fowler e della sua fidanzata Chynna Deese era ancora lontana dalla fine”. Un portavoce ha detto che stavano ancora esaminando la possibilità che McLeod e Schmegelsky non fossero i loro assassini, e che una terza persona potrebbe essere responsabile di tutti gli omicidi avvenuti nel volgere di pochi giorni.

I filmati delle telecamere a cårcuito chiuso mostrano Bryer Schmegelsky e Kam McLeod in un market di Manitoba. I loro corpi i sono stati trovati sulla riva del fiume Nelson, a circa un chilometro da dove era stata scoperta una barca danneggiata forse dalle rapide del fiume. Ufficiali armati di metal detector battono la zona vicino a dove gli adolescenti avevano abbandonato la loro Toyota RAV4 rubata, bruciata, che è stata scoperta durante la caccia all'uomo a circa 9 km da dove sono stati trovati i loro corpi.

La macabra sequenza ha avuto inizio il 15 luglio, più di 3000 km a ovest di Manitoba, nella provincia canadese della Columbia Britannica, quando Fowler, 23 anni, figlio di un alto funzionario di polizia del NSW, e la sua fidanzata, Deese, 24 anni, sono stati trovati uccisi e lasciati in un fosso sul lato di un’autostrada, alle 10 del mattino ora locale, e a un solo 1 km dalla barca a remi e a circa 9 km da dove la loro auto Toyota RAV4, poi trovata il 22 luglio nella remota città di Gillam. Quattro giorni dopo il corpo del prof. Dyck è stato trovato su un'altra autostrada a 2 km di distanza da un camioncino abbandonato e in fiamme  forse ad opera di Schmegelsky e McLeod. Gli adolescenti erano stati accusati di omicidio di secondo grado nella sua morte ed erano sospettati delle sparatorie di Fowler e Deese.

Galleria fotografica
Massacrati nella foresta, spunta un terzo killer? - immagine 1
Massacrati nella foresta, spunta un terzo killer? - immagine 2
Massacrati nella foresta, spunta un terzo killer? - immagine 3
Massacrati nella foresta, spunta un terzo killer? - immagine 4
Cronaca
Vacanze finite, moglie morta in valigia
Vacanze finite, moglie morta in valigia
Francese arrestato ad Annecy, tornava dalle ferie in Italia. I suoi bambini, 4 e 6 anni, dormivano sul sedile posteriore. Bloccato dalla polizia durante un controllo. Anche in Francia emergenza femminicidi
Trovato morto Simon Gautier, il giovane francese scomparso nel Cilento
Trovato morto Simon Gautier, il giovane francese scomparso nel Cilento
Il corpo, finito al fondo di una scarpata, è stato individuato da un drone: per dieci giorni centinaia di uomini l’avevano cercato sui sentieri di una zona impervia del salernitano
Il malvagio pedofilo torna libero
Il malvagio pedofilo torna libero
Jon Venables, ora 36enne, ne aveva 10 quando, con un complice, torturò e uccise un bimbo di 2 anni. Uscito di prigione ha commesso altri reati pedofili. Il padre della vittima: "Resti in cella, ucciderà ancora"
Il killer dei padroni dei cani
Il killer dei padroni dei cani
Uno studente olandese ne ha ammazzati tre prima di essere fermato dalla polizia: ha confessato di aver sentito delle voci
Nadia, lacrime Vip ma solo sui social
Nadia, lacrime Vip ma solo sui social
Lettera anonima da "Maurizio Mediaset": "Post acchiappalike sui social ma dov'erano Panicucci, Antonacci, D'Urso, i capi Mediaset?...". Ai funerali di Toffa tanta gente ma con lei solo Le Iene. La lezione di Pirandello
Pastore bengalese schiavo: 1.80 euro per un'ora di lavoro
Pastore bengalese schiavo: 1.80 euro per un
Arrestato un pregiudicato, lo faceva lavorare 12 ore al giorno e da due mesi non lo pagava. E' accaduto in un allevamento di Casamassima, a Bari. Le indagini dei carabinieri
Sesso nelle toilette? Pronti al finimondo
Sesso nelle toilette? Pronti al finimondo
Una città gallese usa un software con sensori di peso sui pavimenti delle cabine, sensibili ai movimenti violenti. Se accade, getti d'acqua, sirene e porte spalancate di botto. Molti perplessi: "E le persone soprappeso o accompagnate?"
Il mistero del giovane francese sparito
Il mistero del giovane francese sparito
Simon Gautier, 27 anni, è sparito nel nulla il 9 agosto nel Salernitano. Voleva fare un'escursione su un sentiero del Golfo di Policastro. Diffuse le sue ultime immagini dalle videocamere
Milano, torna in servizio traduttrice peruviana
Milano, torna in servizio traduttrice peruviana
Era stata allontanata su ordine del Viminale ma i giudici l'hanno reintegrata: "Decisione discriminatoria"
I cani-bagnini salvano decine di persone
I cani-bagnini salvano decine di persone
Superlavoro per le unità cinofile di salvataggio in tutta penisola. Record di interventi: a Palinuro in salvo coppia di ragazzi travolti dalle onde