Massacrati nella foresta, spunta un terzo killer?

| L'autopsia conferma l'identità dei due mini-killer, trovati morti nella foresta di Gillam, a un chilometro dal fosso in cui furono trovati i cadaveri della coppia uccisa e del professore. Il mistero "dell'uomo con la barba"

+ Miei preferiti
Di Michael O'Brien

Le autopsie sui corpi di due adolescenti (nella foto in apertura) sospettati di aver ucciso l'australiano Lucas Fowler e la sua ragazza americana e un docente universitario canadese sono state completate, la polizia canadese dovrebbe rivelare gli esiti la prossima settimana. Ma qualcosa non torna nella ricostruzione dei tre delitti attribuiti ai due alescenti. Se fossero morti per arma da fuoco, potrebbe spuntare una terza tersona, e molti ricordano “l’uomo con la barba visto litigare con la coppia di fidanzati” ai margini dell’autostrada non lontano da ll punto furono poi trovati i cadaveri dei due giovani turisti. Gli agenti RCMP (la celebre polizia a cavallo) sono rimasti nella zona intorno alla remota città di Manitoba di Gillam, nel folto di una foresta che non consente di sopravvivere senza mezzi adeguati, acquitrinosa, abitata da animali selvatici pericolosi e infestata da mosche e zanzare.

I due fidanzati uccisi


Il portavoce della RCMP, il sergente Paul Manaigre, ha detto a The Global News: "Per quanto riguarda le prove, abbiamo trovato un oggetto. Che sia o meno rilevante per l'indagine, lo diremo solo quando ne saremo sicuri".

La polizia è tornata oggi sul fiume Nelson, alla ricerca di qualsiasi indizio o prova che potrebbe non ancora essere stata trovata. Autopsie sono state condotte per confermare che i resti sono di Schmegelsky e McLeod e sopratutto le cause della morte. La squadra di ricerca e soccorso sta ancora controllando l'area dove è stato trovato il veicolo incendiato, una Toyota usate dai due presunti killer.La polizia ha detto che l'inchiesta “sugli omicidi del signor Fowler e della sua fidanzata Chynna Deese era ancora lontana dalla fine”. Un portavoce ha detto che stavano ancora esaminando la possibilità che McLeod e Schmegelsky non fossero i loro assassini, e che una terza persona potrebbe essere responsabile di tutti gli omicidi avvenuti nel volgere di pochi giorni.

I filmati delle telecamere a cårcuito chiuso mostrano Bryer Schmegelsky e Kam McLeod in un market di Manitoba. I loro corpi i sono stati trovati sulla riva del fiume Nelson, a circa un chilometro da dove era stata scoperta una barca danneggiata forse dalle rapide del fiume. Ufficiali armati di metal detector battono la zona vicino a dove gli adolescenti avevano abbandonato la loro Toyota RAV4 rubata, bruciata, che è stata scoperta durante la caccia all'uomo a circa 9 km da dove sono stati trovati i loro corpi.

La macabra sequenza ha avuto inizio il 15 luglio, più di 3000 km a ovest di Manitoba, nella provincia canadese della Columbia Britannica, quando Fowler, 23 anni, figlio di un alto funzionario di polizia del NSW, e la sua fidanzata, Deese, 24 anni, sono stati trovati uccisi e lasciati in un fosso sul lato di un’autostrada, alle 10 del mattino ora locale, e a un solo 1 km dalla barca a remi e a circa 9 km da dove la loro auto Toyota RAV4, poi trovata il 22 luglio nella remota città di Gillam. Quattro giorni dopo il corpo del prof. Dyck è stato trovato su un'altra autostrada a 2 km di distanza da un camioncino abbandonato e in fiamme  forse ad opera di Schmegelsky e McLeod. Gli adolescenti erano stati accusati di omicidio di secondo grado nella sua morte ed erano sospettati delle sparatorie di Fowler e Deese.

Galleria fotografica
Massacrati nella foresta, spunta un terzo killer? - immagine 1
Massacrati nella foresta, spunta un terzo killer? - immagine 2
Massacrati nella foresta, spunta un terzo killer? - immagine 3
Massacrati nella foresta, spunta un terzo killer? - immagine 4
Cronaca
Lo sfacciato immobiliarista che riciclava denaro sporco
Lo sfacciato immobiliarista che riciclava denaro sporco
Oltre a decine di furti e frodi, Ramon Olorunwa Abbas era un esperto nel “ripulire” grosse somme di denaro frutto di traffici illeciti. Fra le vittime anche un club della Premier League inglese
Il Golden State Killer
si dichiara colpevole
Il Golden State Killer<br>si dichiara colpevole
Ha ammesso stupri e omicidi che per 40 anni hanno tolto il sonno a due contee californiane, in cambio della vita: non salirà sul patibolo, ma sconterà almeno 11 ergastoli dietro le sbarre
Londra: condannato il giovane della Tate Modern
Londra: condannato il giovane della Tate Modern
Il 18enne che un anno fa spinse dal balcone un bimbo di sei anni condannato dalla giustizia inglese per omicidio volontario
Justin Bieber cita due donne che lo accusano di stupro
Justin Bieber cita due donne che lo accusano di stupro
Danielle e Kadi hanno raccontato sui social di essere state violentate in albergo ad un anno di distanza una dall’altra. L’artista canadese nega dicendo di avere le prove che in quei giorni si trovava da altre parti, e parte al contrattacco
Suicida una giovanissima star di «TikTok»
Suicida una giovanissima star di «TikTok»
A 16 anni, Siya Kakkar era seguita da milioni di follower in tutto il mondo. Inspiegabili i motivi del gesto: aveva numerosi progetti futuri
Scarcerata la giovane che ha ucciso il suo violentatore
Scarcerata la giovane che ha ucciso il suo violentatore
Dopo due anni di abusi, nel 2018 Chrystul Kizer aveva ucciso l’uomo che la violentava e vendeva ad altri. Al suo fianco si è schierata un’imponente campagna mediatica e di supporto economico
NY, cameriera 18enne molestata da clienti e proprietari
NY, cameriera 18enne molestata da clienti e proprietari
Brenna Gonzales, cameriera di una celebre steak-house frequentata dal jet-set newyorkese, ha sporto querela per molestie sessuali ripetute
Zanardi stabile ma ancora grave
Zanardi stabile ma ancora grave
I medici non azzardano supposizioni: il quadro generale parla di “danni importanti” che potrebbero avere conseguenze neurologiche e di vista. Nei prossimi giorni la riduzione della sedazione e le prime valutazioni
L’Italia in ansia per Alex Zanardi
L’Italia in ansia per Alex Zanardi
Stabile nella notte ma ancora in condizioni gravissime. Attesa per il prossimo bollettino medico. La procura indaga per ricostruire l’accaduto
Zanardi in coma farmacologico
Zanardi in coma farmacologico
Il campione bolognese ricoverato in terapia intensiva: non è in pericolo di vita, ma il danno neurologico potrebbe essere molto grave