Morto, pianto e sepolto, ricompare (vivo)

| Un contadino kazako svanisce nel nulla, la polizia ritrova un cadavere e gli esami del Dna lo identificano. Poi la sorpresa…

+ Miei preferiti
Aigali Supugaliev era scomparso nel nulla il 9 luglio scorso senza lasciare traccia. Non aveva con sé il cellulare e neanche i documenti: la porta di casa sua era chiusa e dentro tutto in perfetto ordine. Dopo averlo cercato in lungo e in largo, battendo a tappeto le campagne di Tomarly, in Kazakistan, la polizia aveva trovato il cadavere in avanzato stato di decomposizione di un uomo che, sottoposto all’esame del Dna, aveva dato ai familiari la peggiore delle conferme: per il 99,2% il profilo genetico combacia, è lui.

Era l’inizio di un mistero che stava mettendo a dura prova gli investigatori, che continuavano a scavare nella vita di quell’uomo, un contadino solitario e un po’ burbero di 63 anni, senza riuscire a trovare un solo appiglio per capire se fosse finito in qualche giro strano e violento. Ma almeno per la famiglia, a quel punto, era arrivata la consolazione di un funerale e un posto dove portare un fiore.

Qualche giorno fa, qualcuno bussa alla porta di Esengali, fratello del contadino dal destino tragico: Saule, sua figlia, apre la porta e per poco sviene. Di fronte a lei lo zio, Aigali Supugaliev, in carne, ossa e stupore. È lui stesso, sotto gli occhi increduli dei familiari, a raccontare che si era assentato per un lavoro stagionale improvviso in una cascina un po’ distante, ma prima di partire si era scordato di avvisare. Ma l’incredulità è tale e tanta che la famiglia chiede di sottoporre Aigali all’esame del Dna, che questa volta dà l’esito corretto: è proprio lui, vivo e vegeto.

Resta però in aria un altro dubbio avvolto nel mistero: se Aigali è qui, chi c’è dentro la bara che è stata sepolta? Nessuno ha denunciato la scomparsa di un familiare e a complicare le cose c’è un esame del Dna. Evidentemente da rifare.

Galleria fotografica
Morto, pianto e sepolto, ricompare (vivo) - immagine 1
Cronaca
Pacco bomba esplode a Lione
Pacco bomba esplode a Lione
La polizia sulle tracce del presunto attentatore, un uomo in bicicletta col volto coperto. L'esplosione in una via centralissima: numerosi i feriti, ma pare nessuno in modo grave. Sembra allontanarsi la pista terroristica
Edmund ed Eduard, ladri gemelli
Edmund ed Eduard, ladri gemelli
In un continuo scambio di identità, confondevano con la loro somiglianza anche le videocamere. Presi a Rovigo dopo una lunga catena di furti. Via al processo, ma i colpi sarebbero centinaia
Svastiche sui sopravvissuti dei lager
Svastiche sui sopravvissuti dei lager
Sfregiate le fotografie dei reduci esposte nel centro di Vienna, ennesimo episodio di antisemitismo da parte di gruppi filo-nazisti
Sesso con cani, quattro donne denunciate
Sesso con cani, quattro donne denunciate
Cercavano animali di grossa taglia per coinvolgerli in rapporti sessuali singoli o di gruppo, poi se ne liberavano. Il caso scoperto dall'associazione Aidaa. Scambi di foto su chat animal sex. Fingevano di volerli adottare dai canili
"Torturato in cella solo perché cattolico"
"Torturato in cella solo perché cattolico"
La terribile disavventura dell'imprenditore italiano Massimo Sacco, arrestato pnegli Emirati Arabi per traffico di droga, in carcere per oltre un anno: "Accusa falsa, in carcere mi hanno picchiato e seviziato, odiano i cristiani"
Ana Bettz, la cantante accusata di riciclaggio
Ana Bettz, la cantante accusata di riciclaggio
Vedova del petroliere Sergio Di Cesare, aveva tentato la carriera artistica senza grande successo. È stata bloccata al confine di Ventimiglia con 300mila euro in contanti, e la Finanza sospetta sia frutto di riciclaggio
Il mostro di Torrazzo vuole sposarsi
Il mostro di Torrazzo vuole sposarsi
Gianfranco Stevanin, il serial killer veronese accusato di omicidio, violenza e occultamento di cadavere, conta di uscire per sposarsi e rifarsi una vita
Nessun colpevole per la strage Erasmus
Nessun colpevole per la strage Erasmus
Per le famiglie delle 13 ragazze che nel 2016 morirono a bordo di un autobus in Spagna, l’ennesimo schiaffo della giustizia spagnola: nessun colpevole. Già annunciato un nuovo appello
Filippine, ucciso manager italiano
Filippine, ucciso manager italiano
Si allunga la lista dei connazionali assassinati o spariti all'estero. I casi di Colombia e Costarica. Gli otto desaparecidos
Il tennista Seppi truffato dal falso broker
Il tennista Seppi truffato dal falso broker
Fabio Gaiatto, definito il Madoff del Veneto, a processo per una 2catena di Sant'Antonio" finita in tragedia per centinaia di risparmiatori che gli avevano affidato i loro denari. La moglie patteggia, prime condanne