“Nuovi elementi
per riaprire il processo Bossetti”

| Ezio Denti, consulente investigativo della difesa del muratore di Mapello condannato all’ergastolo per la morte di Yara Gambirasio, racconta di avere in mano nuovi elementi “molto forti”

+ Miei preferiti
Ai microfoni di “Radio Cusano Campus”, Ezio Denti, uno dei consulenti tecnici della difesa di Massimo Bossetti, il carpentiere di Mapello condannato all’ergastolo per la morte di Yara Gambirasio, lancia la bomba: “Riteniamo di avere elementi sufficienti per poter riaprire il caso, ne sono convinto”.

Consapevole che per arrivare ad un processo di revisione siano necessarie qualcosa “di molto forte”, Denti mantiene il riserbo ma assicura di essere in possesso di prove decisive: “Non posso entrare nel merito, ma pensiamo di avere qualcosa di forte. Mancano ancora alcuni tasselli importanti, ma se riusciremo a metterli insieme allora ne vedremo delle belle”.

Dal 12 ottobre 2018, quando l’iter giudiziario di Bossetti si è concluso con la condanna definitiva all’ergastolo di “Ignoto 1”, dal nome con cui era indicato in fase di indagine il maggiore sospettato del delitto, la difesa non ha mai smesso di cercare la verità. “Abbiamo ricominciato da capo, e siamo convinti che il tempo ci darà ragione. L’errore del processo è all’inizio, un errore che si è trascinato fino alla fine. Ci servono elementi forti e concreti, li stiamo classificando uno ad uno e credo che possa esserci una possibilità. Al di là delle questioni scientifiche, comunque centrali, ci stiamo concentrando sulle attività di soggetti interessanti. Avevamo fatto un appello ai cittadini di Brembate per chiedere loro di farsi avanti se sapevano qualcosa, e abbiamo ricevuto diverse informazioni interessanti”.

Uno dei casi mediatici più seguiti di sempre, primo di un’indagine capillare e difficile che ha portato a verificare il Dna di migliaia di persone, era iniziato alle 18:44 di venerdì 26 novembre 2010, quando la piccola Yara scompare nel nulla dopo essere uscita dalla palestra del suo paese, Brembate di Sopra. Le ricerche non portano a nulla e i sospetti inizialmente cadono su Mohammed Fikri, un operaio marocchino che risulterà del tutto estraneo al caso. Il corpo della povera Yara viene ritrovato in un campo di Chignolo, ad una decina di km da Brembate, il 26 febbraio 2011. Parte un’indagine genetica di dimensioni enormi che il 16 giugno 2014 permette l’arresto di Massimo Giuseppe Bossetti, 44 anni, operaio incensurato. Dopo 

I tre gradi di giudizio, compresa la Corte di Cassazione, confermano la condanna all’ergastolo: per la giustizia italiana, “Ignoto 1” è lui.

Cronaca
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
Sarebbe morta nel sonno a soli 24 anni: dopo una carriera fulminea nel mondo dell’hard aveva scelto di tornare dalla famiglia in Texas e contava di sposarsi a breve
Notte di sangue a Birmingham
Notte di sangue a Birmingham
Una non meglio precisata “serie di accoltellamenti” che avrebbero coinvolto diverse persone, avvenuti nella zona della movida e del quartiere LGBT. La polizia non si sbilancia sulla matrice dell’episodio
Rock and Virus
Rock and Virus
Il concerto degli “Smash Mount” durante il motoraduno di Sturgis, si sta trasformando in un focolaio che fa il pieno di contagi e vittime. L’ira dei social verso la band, accusata di fomentare la folla urlando che il Covid non esiste
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
I cadaveri di Henriett Szcus e Mihrican Mustafa ritrovati casualmente dalla polizia un anno fa nell’appartamento di Zahid Younis, 36 anni, condannato all’ergastolo
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
L’allarme è scattato dopo i primi svenimenti per la presenza di monossido di carbonio. Nessuna vittima ma tanta paura per circa 200 giovani che avevano scelto una caverna per una notte di eccessi
La killer di una senatrice americana confessa l’omicidio
La killer di una senatrice americana confessa l’omicidio
Rebecca Lynn O’Donnell ha confessato l’omicidio e l’occultamento di cadavere della senatrice dell'Arkansas Linda Collins-Smith, che stava indagando in un giro di pedofilia
Texas, mamma in overdose si chiude in auto con le figlie: muoiono tutte e tre
Texas, mamma in overdose si chiude in auto con le figlie: muoiono tutte e tre
Natalie, Izabel ed Elise Chambers, sono state ritrovate prive di vita in un Suv: Natalie sarebbe morta per overdose, le sue bimbe soffocate dal gran caldo
Una mamma e i suoi due figli trovati in un'auto in un lago
Una mamma e i suoi due figli trovati in un
I corpi di ShaQuia Philpot e i suoi due gemelli, sono stati notati da un pescatore in un lago della Georgia. La polizia indaga per risalire ai motivi di quello che al momento appare come un inspiegabile omicidio-suicidio
Riconosce il suo stupratore nel killer di Maddie
Riconosce il suo stupratore nel killer di Maddie
Una donna vittima di stupro nel 2004 nella stessa zona del Portogallo dove è scomparsa la bimba inglese, ha trovato nel racconto di un’altra violenza commessa da Christian Brueckner molte analogie con la sua, rimasta irrisolta
«Naya è morta per salvare il figlio»
«Naya è morta per salvare il figlio»
Nell’attesa degli esiti dell’autopsia sul corpo rinvenuto nelle acque del lago Piru, lo sceriffo ipotizza quella che ritiene la versione più verosimile. Resta da capire se l'attrice sia stata colta da malore