Orrore nei lager, ex SS piange

| Il 94enne Johann R., ex guardia SS nel lager di Stutthof, si è commosso di fronte alle testimonianza dei superstiti. E' sotto processo nel tribunale dei minori perché nel '44 aveva 18 anni

+ Miei preferiti

Un'ex guardia delle SS di 94 anni ha pianto nel primo giorno del suo processo per complicità nell'omicidio di massa in un campo di concentramento nazista durante la seconda guerra mondiale. Abita a Borken, nello stato della Renania Settentrionale-Vestfalia, e servì come guardia dal giugno 1942 al settembre 1944 nel campo di Stutthof, vicino a Danzica, in Polonia. L'imputato, identificato solo come Johann R, è entrato nel tribunale regionale di Münster su una sedia a rotelle, con l'aiuto di un bastone da passeggio, per affrontare l'accusa di essere complice degli omicidi di diverse centinaia di prigionieri del campo. Tra questi, più di 100 prigionieri polacchi gasati nel giugno 1944 e "probabilmente diverse centinaia" di ebrei uccisi tra agosto e dicembre 1944.

Johann R. si è commosso di fronte alle testimonianze dei sopravvissuti. Marga Griesbach ha ricordato di aver visto suo fratello di sei anni, a Stutthof, per l'ultima volta nel campo prima che fosse inviato alle camere a gas di Auschwitz. Un'altra sopravvissuta, una donna che oggi vive a Indianapolis, negli Stati Uniti, ha affermato che l'imputato "ha aiutato ad uccidere la mia amata madre, che mi è mancata per tutta la vita”. L'imputato, che viene processato in base al diritto minorile, perché aveva tra i 18 e i 20 anni al momento dei presunti crimini, è "accusato in qualità di guardia della partecipazione alle operazioni di omicidio", ha detto il procuratore di Dortmund, Andreas Brendel. "Molte persone sono state gassate, uccise o lasciate morire di fame", ha aggiunto, sottolineando che le guardie "erano al corrente dei metodi di uccisione".

Quando è stato interrogato dalla polizia, nell'agosto 2017, l'accusato ha detto di non sapere nulla delle atrocità del campo, ha riferito il giornale Die Welt. Alla domanda sul perché i detenuti del campo fossero così magri, ha dichiarato che il cibo era così scarso per tutti che, in senso figurato, due soldati potevano entrare in un'unica uniforme. Il campo di Stutthof, istituito nel 1939, aveva 110.000 detenuti, 65.000 dei quali sono morti. Ogni udienza in tribunale probabilmente durerà per un massimo di due ore a causa dell'età dell'imputato, anche se Brendel ha assicurato che è "mentalmente ancora in forma”. Brendel ha osservato che la legge tedesca non ha un termine di prescrizione per omicidio e ha sottolineato l'imperativo morale di perseguire il caso. "La Germania deve alle famiglie e alle vittime di perseguire questi crimini nazisti anche oggi", ha detto. "Questa è una questione legale e morale".

 
Cronaca
I Caduti della Roma, sindaco grillino in bermuda
I Caduti della Roma, sindaco grillino in bermuda
Alla cerimonia per i 1700 marinai imbarcati sulla "Roma" e su tre cacciatorpediniere, Sean Whelleer, sindaco grillino di Porto Torres, s'è presentato in tenuta da spiaggia. Rabbia di famiglie e militari. Meloni: "mancanza di rispetto"
Smantellata la cosca
dell’Allianz Stadium di Torino
Smantellata la cosca<br>dell’Allianz Stadium di Torino
Ben 12 capi ultrà della Juve in manette e perquisizioni in tutt’Italia. Accertata l’esistenza di un’organizzazione criminale per mantenere il controllo totale della curva
Strage di animali e tre uomini morti
Strage di animali e tre uomini morti
Tragico inizio della stagione della caccia, denuncia l'Aidaa. Un cacciatore ucciso da un compagno di battuto al confine con la Svizzera; 53enne straziato dal cervo che aveva appena abbattuto. Scambiato per cinghiale: ucciso
Guadalajara, fossa comune con 65 morti
Guadalajara, fossa comune con 65 morti
Erano stati sepolti da poco, chiusi in sacchi neri dei rifiuti. Alcuni erano sembrati. I periti forensi al lavoro, 14 già identificati. Resa dei conti del cartello di Jalisco contro i rivali. Un fiume di sangue
"Dormivo accanto ad Elisa, credevo si svegliasse"
"Dormivo accanto ad Elisa, credevo si svegliasse"
La confusa confessione di Massimo Sebastiani, "l'ho uccisa ma non pensavo fosse morta". Tra furbizie per depistare le indagini, disperazione e un pentimento da decifrare. Lutto cittadino a Piacenza per i funerali
Tanti, tanti, tanti auguri Silvia, ovunque tu sia...
Tanti, tanti, tanti auguri Silvia, ovunque tu sia...
Papà Enzo scrive un commovente post su Facebook: "Questo compleanno è diverso, l'hanno scorso lo festeggiavamo con i tuoi bambini, tu sorridente e felice...". Il sindaco Sala: "Tanti auguri Silvia, Milano ti aspetta". Il processo
"I genitori dovevano assicurare ad Eleonora il diritto di vivere"
"I genitori dovevano assicurare ad Eleonora il diritto di vivere"
In 51 pagine, il giudice Marina Ventura spiega le motivazioni della condanna a due anni di carcere per i genitori di un'adolescente malata di leucemia, costretta a seguire il "metodo Hamer"
"Conosco i nomi di chi uccise Raffaella e Youssef"
"Conosco i nomi di chi uccise Raffaella e Youssef"
Azouz Marzouk, marito di Raffaella Castagna, uccisa con il figlio nella strage di Erba, fa rivelazioni a una tv privata. E intanto la Cassazione dà ragione a Rosa Bazzi e Olindo Romano, via libera a nuovi accertamenti
Operazione Fake Insurance, 74 indagati
Operazione Fake Insurance, 74 indagati
Chiusi 200 siti di falsi assicuratori, migliaia di automobilisti truffati, tratti in inganno dai bassi costi. Ora rischiano pesanti sanzioni, il sequestro dell'auto e la sospensione della patente. Blitz della procura di Milano
Sbranata dai cani di famiglia
Sbranata dai cani di famiglia