Pamela si ribellò e fu uccisa

| Il pm chiede l'ergastolo per Innocent Oseghale, il "macellaio" che ha fatto a pezzi il corpo della giovane l'ha accoltettata ancora viva. "Abile dissezione per far sparire le tracce dello stupro". Il movente

+ Miei preferiti

“Chiedo l'ergastolo e 18 mesi di isolamento duro”. Il pm di Macerata, Stefania Ciccioli chiede in Assise la massima pena per Innocent Oseghale, il “macellaio”, con l'accusa di aver stuprato, ucciso e fatto a pezzi Pamela Mastropietro, il 30 gennaio 2018. Intanto spazza via l’equivoco della morte per overdose, come sostenne il giovane nigeriano, padre di una figlia avuto due anni fa con la compagna italiana: “Non è morta di overdose, è stata uccisa da Oseghale con due coltellate al fegato. La morte di Pamela è avvenuta per le due ferite penetranti alla sede basale emitoracica. Pamela era sì, nel momento della morte, sotto effetto di oppiacei ma i dati rilevati non sono coerenti con un'overdose".

Poi: “Le due coltellate al fegato sono state inferte quando Pamela era viva e la lesività ha svolto un ruolo nel determinismo della morte- La vittima, quando ancora era in vita, è stata attinta alla base del torace a destra da almeno due colpi di arma da punta e taglio. Ci sono evidenti caratteri macroscopici di vitalità delle lesioni che hanno osservato tutti coloro che hanno avuto modo di vedere il cadavere.l'infiltrazione emorragica è presente anche a livello microscopico, sui vetrini, per scrupolo maggiore il consulente medico legale ha svolto ulteriori accertamenti utilizzando tre marcatori. E nonostante il modo in cui il cadavere di Pamela è stato deturpato e oltraggiato, i marcatori hanno confermato la presenza di segni vitali delle lesioni. Sul fatto che le ferite al fegato sono state inferte a Pamela da viva, secondo l'accusa, ci sono dunque "univoci risultati rispetto a tutti i test eseguiti: macroscopici, microscopici e istochimici".

Più precisamente: ”L'overdose si deve escludere categoricamente. Non c'è stata overdose né nel senso di mera intossicazione né nel senso letale ossia come causa della morte,le concentrazioni di morfina erano talmente basse da essere incompatibili con l'idea di overdose, cìè unacertezza assoluta che non vi è stata overdose, non è stata l'assunzione di quel minimo quantitativo di eroina a cagionare la morte di Pamela Mastropietro”.

Il cadavere fu disseminate abilmente: “Il cadavere di Pamela non è stato tagliato come capitava, ma si è parlato da parte dei medici di una vera e propria disarticolazione cadaverica, fatta con perizia. Le due coltellate al fegato sono state inferte nel raptus omicida da Oseghale mentre tutti gli altri tagli sono funzionali alla disarticolazione fatta in un secondo momento”.

Assassino lucido e gelido:  “Alcune parti anatomiche sono state soppresse al chiaro scopo di nascondere la responsabilità di quanto commesso. il lavaggio con la candeggina sui resti è avvenuto per eliminare le tracce che avrebbero potuto portare prove a suo carico.prima di essere uccisa, è stata costretta a subire violenza sessuale e l'autore di questa violenza è stato Innocent Oseghale ha compiuto atti sessuali senza il consenso di Pamela che si trovava in quel momento sotto effetto di sostanza stupefacente e non ha mai potuto esprimere un valido consenso a intrattenersi sessualmente con la persona che aveva davanti. E’ stata uccisa perché ha voluto sottrarsi a tutto quello che stava capitando nell'abitazione di Oseghale a cui non bastava aver avuto rapporti sessuali con la vittima, lo ha chiesto anche ad altri. Oseghale conosceva le condizioni di inferiorità di Pamela e ha approfittato del desiderio irrefrenabile della ragazza di assumere eroina. Pamela voleva fuggire, doveva tornare a casa, ma non gli è stato permesso di uscire dalla casa”. Uccisa perché ha voluto ribellarsi al suo assassino.

 

Cronaca
Strage di animali e tre uomini morti
Strage di animali e tre uomini morti
Tragico inizio della stagione della caccia, denuncia l'Aidaa. Un cacciatore ucciso da un compagno di battuto al confine con la Svizzera; 53enne straziato dal cervo che aveva appena abbattuto. Scambiato per cinghiale: ucciso
Guadalajara, fossa comune con 65 morti
Guadalajara, fossa comune con 65 morti
Erano stati sepolti da poco, chiusi in sacchi neri dei rifiuti. Alcuni erano sembrati. I periti forensi al lavoro, 14 già identificati. Resa dei conti del cartello di Jalisco contro i rivali. Un fiume di sangue
"Dormivo accanto ad Elisa, credevo si svegliasse"
"Dormivo accanto ad Elisa, credevo si svegliasse"
La confusa confessione di Massimo Sebastiani, "l'ho uccisa ma non pensavo fosse morta". Tra furbizie per depistare le indagini, disperazione e un pentimento da decifrare. Lutto cittadino a Piacenza per i funerali
TANTI TANTI TANTI AUGURI SILVIA
ovunque tu sia...
TANTI TANTI TANTI AUGURI SILVIA<br>ovunque tu sia...
Papà Enzo scrive un commovente post su Facebook: "Questo compleanno è diverso, l'hanno scorso lo festeggiavamo con i tuoi bambini, tu sorridente e felice...". Il sindaco Sala: "Tanti auguri Silvia, Milano ti aspetta". Il processo
"I genitori dovevano assicurare ad Eleonora il diritto di vivere"
"I genitori dovevano assicurare ad Eleonora il diritto di vivere"
In 51 pagine, il giudice Marina Ventura spiega le motivazioni della condanna a due anni di carcere per i genitori di un'adolescente malata di leucemia, costretta a seguire il "metodo Hamer"
"Conosco i nomi di chi uccise Raffaella e Youssef"
"Conosco i nomi di chi uccise Raffaella e Youssef"
Azouz Marzouk, marito di Raffaella Castagna, uccisa con il figlio nella strage di Erba, fa rivelazioni a una tv privata. E intanto la Cassazione dà ragione a Rosa Bazzi e Olindo Romano, via libera a nuovi accertamenti
Operazione Fake Insurance, 74 indagati
Operazione Fake Insurance, 74 indagati
Chiusi 200 siti di falsi assicuratori, migliaia di automobilisti truffati, tratti in inganno dai bassi costi. Ora rischiano pesanti sanzioni, il sequestro dell'auto e la sospensione della patente. Blitz della procura di Milano
Sbranata dai cani di famiglia
Sbranata dai cani di famiglia
Il corpo di Arietta 'dimenticato' nell'obitorio
Il corpo di Arietta
Nessuna novità sulla colletta di Libera per restituire il cadavere della prostituta 24enne ungherese uccisa a gennaio 2018 da un serial killer lasciato libero troppe volte. I genitori non hanno soldi per il rimpatrio della salma
Estate 2019, la strage dei motociclisti
Estate 2019, la strage dei motociclisti
185 morti nei tre mesi estivi: quasi cinque al giorno. La denuncia dell’Asaps, che lamenta mancanza di controlli, automobilisti distratti e bikers che non rispettano le regole