Parma, manager (presunto) stupratore s/m
difeso dal legale del caso Cucchi

| In corso a Parma il processo contro il commerciante Vip Federico Pesci, 46 anni, ora accusato di violenza di gruppo nei confronti di una 21enne parmigiana, seviziato per 5 ore con fruste, bavagli e corde. Lui nega: "Era consenziente"

+ Miei preferiti

“Dopo la violenza carnale la vittima mi ha chiesto di dormire con me. Poi s’è presa i soldi pattuiti, gli ho chiamato il taxi e se n’è andata….Si avevamo concordato il prezzo della prestazione…E le lesioni non riguardano gli organi genitali ma solo per l’uso degli studenti dei ‘giochi’”. Federico Pesci, 46 anni, è sotto processo per il presunto stupro, durato cinque ore, nel suo attico di Parma,in via Lepido, avvenuto la notte del 19 luglio. Il suo avvocato è famoso: Fabio Anselmo, il compagno di Stefano Cucchi, la sorella di Stefano Cucchi picchiato in una caserma di carabinieri di Roma. Secondo Anselmo, noto per il suo impegno nelle cause contro vittime di violenze, ha sostenuto che in questo caso - appunto - “le vittime sono due, il mio cliente e la ragazza”. Ha chiesto il patteggiamento ma il pm glielo ha negato e ha pure aggravato il peso delle accuse: ora Pesci deve rispondere di violenza di gruppo, un’accusa che vale sino a 12 anni di carcere. Già, perché quella notte si fece “aiutare” nelle sevizio in stile sadomaso da un pusher nigeriano di 53 anni, già condannato a 5 anni di carcere con rito abbreviato. Sesso, violenze efferate e cocaina a fiumi, quella notte maledetta. Lei però, tornata a casa, con ferite e lesioni provocate da fruste e dalle corde usate per immobilizzarla, si era sentita male e aveva chiesto aiuto ai suoi familiari. Agganciata su una chat dal facoltoso commerciante, molto conosciuti non solo a Parma, proprietario di una catena di negozi, appassionato di moto e di movida, le aveva proposto un incontro che lei accettò, implicitamente con rapporti sessuali compresi che non ha mai negato. Sono le varianti (la presenza del nigeriano e le botte) imposte da Federico Pesci su cui la giovane, non aveva espresso alcun consenso. Il sesso a tre, le botte, le violente frustate, non rientrava nel programma originario, compreso l’uso della droga.  dall'arresto alla prima udienza del processo.

Pesci e il nigeriano Wilson Ndu Aniyem finoscono in cella il 30 agosto poi per il commerciante scattano i domiciliari nella casa dei genitori dove si trova tuttora con il solo permesso di potersi recare al lavoro nel negozio di abbigliamento nel centro di Parma. “Ho perso tutto, sono rimasto solo, la casa, le auto, parte del lavro, la stima e l’amicizia per una notte sbagliata sì, ma dove non ci fu violenza ma solo rapporti consenzienti”.

Secondo la ricostruzione della polizia, il 53enne l’avrebbe frustata in modo così violento da abbatterla al suolo, poi immobilizzata con corde e catene che le cingevano mani e piedi, infine imbavagliata, con un morso in bocca per impedirle di urlare. l'imprenditore avrebbe freneticamente convocato altri spacciatori per ottenere altra cocaina e chiudere l’orgia alle sette del mattino. Alla ragazza ha prestato un pigiama lungo per nascondere i segni delle lesioni all’autista.

 
Cronaca
Genitori che uccidono i figli: Cremona e Salerno, l'elenco si allunga
Genitori che uccidono i figli: Cremona e Salerno, l
Bimba di 2 anni pugnalata dal padre a Cremona, bimbo di 8 mesi morta per i maltrattamenti a Salerno. Un bambino di 6 anni chiuso nell'auto sotto il sole, salvo per l'intervento di un agente. Si allunga l'elenco dei morti innocenti
Gay pugnalati, uno è grave
Gay pugnalati, uno è grave
Una coppia di Anfield stava rientrando a casa a tarda sera, un gruppo di adolescenti armati di coltello li ha feriti senza una ragione, con insulti omofobi. La polizia: "Attacco molto violento, li arresteremo tutti"
Il bambino che uccise il piccolo James è ora un pedofilo pericoloso
Il bambino che uccise il piccolo James è ora un pedofilo pericoloso
Nel '93 a Liverpool due bambini di 10 anni, Jon Venables e Robert Thompson, rapirono James Bulger, 2 anni, lo torturarono e lo uccisero. Liberi dal 2001. Venables è tornato in cela per pedofilia. Vogliono spedirlo oltreconfine
Si addormenta sull'aereo, abbandonata al buio per ore
Si addormenta sull
Canada dal Quebec a Toronto. Quando s'è svegliata era notte nel buio dell'aereo parcheggiato. Telefono scarico e freddo pungente. Alla fine ha trovato una torcia e un facchino ha dato l'allarme. "Ora ho gli incubi notturni"
Passeggera agitata, arrivano i Typhoon della Raf
Passeggera agitata, arrivano i Typhoon della Raf
Tensione sul volo Stansted-Dalaman, Turchia. Una 25enne ha tentato di avvicinarsi alla cabina dei piloti. l'aereo è rientrato a Londra sotto scorta degli aviogetti della Raf. Infranto il muro del suono, decine di chiamate al 999
Incendio a Parigi: 3 morti
Incendio a Parigi: 3 morti
Le fiamme si sarebbero sviluppate alle prime luci dell’alba in una palazzina nel centro della capitale francese. Il fuoco quasi del tutto domato dai vigili del fuoco
"Uccidi qualcuno e ti dò 9 milioni di dollari"
"Uccidi qualcuno e ti dò 9 milioni di dollari"
Una 18enne ha conosciuto un 21enne sui social. Disoccupato, fingeva di essere un milionario. Come vittima, l'assassina ha scelto un'amica disabile, uccisa poi in un bosco con l'aiuto di 5 complici. Soldi in cambio di foto e video.
Si stringe il cerchio sul pedofilo che ha rapito Maddie
Si stringe il cerchio sul pedofilo che ha rapito Maddie
Vertice tra Scontland Yard e la polizia portoghese, nel mirino un pedofilo straniero in vacanza ad Algarve nel 2007, quando fu rapita la piccola Maddie. Oggi avrebbe 16 anni e i genitori le hanno dedicato una festa di compleanno
Vittoria delle donne: pene raddoppiate per gli stupratori
Vittoria delle donne: pene raddoppiate per gli stupratori
I giudici spagnoli ribaltano la prima sentenza, definita dai movimenti femminili troppo clemente, per i cinque stupratori di una 18enne a San Firmin. C'erano state proteste e cortei in tutta la Spagna
Lei guarda il display, ciclista la investe: rovinato
Lei guarda il display, ciclista la investe: rovinato
Risarcimento e costo spese legali di 112 mila euro per il malcapitato ciclista inglese. La donna aveva attraversato una strada di Londra distratta dal telefono. il giudice: "Colpa anche della vittima". Lui: "ciclisti, assicuratevi"