Regeni, tre anni di inutile attesa

| Solo la procura di Roma ha compiuto un passo avanti accusando quattro militari egiziani di omicidio. Ma i magistrati del Cairo non hanno fatto nulla per fare chiarezza sulla morte atroce del nostro connazionale. Luci nelle piazze

+ Miei preferiti
Sono passati tre anni esatti dalla morte del ricercatore 28enne italiano Giulio Regeni, ucciso barbaramente in Egitto. La procura di Roma ha iscritto sul registro degli indagati quattro militari egiziani dei servizi di sicurezza per omicidio, ma i magistrati del Cairo, al contrario, non hanno ancora fatto nulla per identificarli.

"25 gennaio 2019...oggi e sempre, il giallo! Non molliamo, caro Giulio. Truth for Giulio Regeni", scrive sul suo profilo Facebook la mamma di Giulio, Paola Deffendi, nel terzo anniversario dalla sparizione del ricercatore di Fiumicello al Cairo. In una foto, allegata al post, l'immagine di alcuni fiori gialli in un giardino imbiancato dalla neve. Al centro un cartello dello stesso colore con la scritta "Verità per Giulio". "Sono passati tre anni. E noi non dobbiamo smettere di chiedere con forza ogni giorno #veritàperGiulioRegeni. Ed è per questo che sarò nel pomeriggio alla fiaccolata di Fiumicello". Lo scrive su twitter il presidente della Camera Roberto Fico. E' in atto la solita strumentalizzazione politica della morte di un giovane che era andato in Egitto per realizzare una ricerca sui sindacati degli ambulanti, su incarico dell'università di Cambridge. Uno dei capi avrebbe informato la National Security che l'italiano in realtà era una spia. Giulio era stato sequestrato una sera all'uscita della metropolitana mentre andava a casa di un amico. Tenuto per giorni in un alloggio, fu torturato a morte e il cadavere abbandonato sul ciglio di una strada. Da allora in avanti, gli inquirenti egiziani, invece di cercare la verità, hanno iniziato una serie di depistaggi senza nè capo nè coda, rifiutando di collaborare in modo concreto con i pm di Roma.

Cronaca
Padre di sei figli ucciso da un'onda
Padre di sei figli ucciso da un
nelle foreste canadesi
caccia a un uomo con la barba incolta'>L'ombra di un feroce serial killer
nelle foreste canadesi
caccia a un uomo con la barba incolta
Lnelle foreste canadesi
caccia a un uomo con la barba incolta' class='article_img2'>
Terrore dopo la scoperta dei cadaveri di una giovane coppia, orribilmente mutilati lungo l'Alaska Highway. Scoperto un terzo corpo. Nella zona decine di donne scomparse. Le autorità: "Non fate l'autostop"
Assalto al cantiere Tav: 20 denunciati
Assalto al cantiere Tav: 20 denunciati
Una notte di tensione a Chiomonte: 200 attivisti hanno tentato di avvicinarsi al cantiere dell’Alta Velocità. Dopo un lancio di sassi e razzi, domato un pericoloso principio d’incendio
McDonald's, dipendenti abusati e costretti al silenzio
McDonald
Drammatico report dei sindacati britannici, molto spesso le vittime sono pagate per tacere. Denuncianti oltre 1000 casi di donne molestate. I "predatori" spesso vengono solo trasferiti. La complicità dei manager
Assassina contro assassina
Assassina contro assassina
Le pluri-omicide Rose West e Joanna Dennehy si sono ritrovate nello stesso carcere. Rose è stata trasferita, l'altra aveva promesso: "La ucciderò, la odio"
Messaggio nella bottiglia, ritrovato l'autore
Messaggio nella bottiglia, ritrovato l
L'aveva lanciata nei mari dell'Australia appena 13enne, la lettera ritrovata da 2 pescatori australiani pochi giorni fa su una spiaggia del Sud
Vuole divorziare e affida il suo patrimonio a un amico: sparito
Vuole divorziare e affida il suo patrimonio a un amico: sparito
"'L'amico" ("era un investimento") non vuole restituirli, lei nel frattempo s'è riconciliata con il consorte. Un Tribunale le ha dato ragione
Caso Orlandi, 24 sacchi di ossa umane
Caso Orlandi, 24 sacchi di ossa umane
Aperti gli ossari, recuperate dai periti del pm decine di resti umani che saranno ora esaminati. I media Uk intervistano il fratello di Emanuela, scomparsa a 15 anni
Eredità, i figli di Liz Hurley battono il nonno diabolico
Eredità, i figli di Liz Hurley battono il nonno diabolico
Damian e Kira, nati dalla relazione con il magnate Stephen Bing erano stati estromessi dal nonno da un'eredità da 380 milioni di sterline. "non li considero miei nipoti, mai visti". Ma i giudici gli hanno dato torto
Truffò George Cloney, estradata in Italia
Truffò George Cloney, estradata in Italia
Con il complice Francesco Galdelli aveva prodotto un marchio di moda con il nome dell'attore USA. Presi in Thailandia, lui è ancora in carcere. Decine di colpi