"Roberta è viva, forse prigioniera"

| Il marito di Roberta Ragusa, sparita nel nulla nel 2012, condannato a 20 anni per omicidio è convinto che qualcuno la tenga segregata. Ma i giudici sono certi: lei fuggì di casa e poi fu uccisa

+ Miei preferiti

ALBERTO C. FERRO

Antonio Logli, condannato a 20 anni di carcere anche in appello per avere ucciso la moglie Roberta Ragusa, tenta una carta che ha del clamoroso. Roberta, secondo lui, potrebbe essere ancora viva e oggetto di un sequestro di persona, qualcuno insomma la terrebbe segregata per impedirle di tornare a casa. Una lettera anonima, ora affidata agli inquirenti, rivelerebbe questa storia, almeno in apparenza, assai poco credibile.  “Il dolore che provo e ho provato è lancinante, è il dolore di una persona che sa di non aver fatto niente e che si vede crollare il mondo addosso. La cosa che mi fa più male è che non si sa dove sia Roberta. Magari si trova in un posto lontano. Mi auguro che stia bene. Non vorrei che si trovasse segregata da qualche parte. A distanza di anni non sappiamo proprio cosa pensare”, ha detto a La Nazione. Ma nelle motivazioni della sentenza di secondo grado, oltre a rilevare il fatto che non è possibile, per l’assenza del cadavere, sapere come è stata uccisa, non ci sono invece dubbi che sia stata vittima del marito, lei quella notte fuggì di casa “sotto l’influsso di un’enorme emozione e paura“ nei campi non distanti dall villetta dopo avere scoperto, ascoltando una telefonata, che l’amante era l’amica, collaboratrice nella scuola guida di famiglia, ed ex baby sitter dei figli, Sara Calzolaio. Fuggita “per sottrarsi alla vista e al prevedibile inseguimento del marito di cui aveva paura“. Sarebbe scappata “in tenuta da notte”, indossando solo il famoso pigiama rosa e un paio di pantofole. Un trste vide i due litigare, proprio in quelle ore, lungo la strada. Diversa la versione di Logli: “Quella sera non sono mai uscito di casa e ho dormito tutta la notte fino alle 6.45 quando è suonata la sveglia del cellulare. L’ultima volta che ho vista Roberta, era in cucina. Ricordo di aver trovato i suoi vestiti il giorno dopo appoggiati alla poltroncina di camera”. Di lei resta la lista della spesa da fare l’indomani. Scritta con due penne diverse, forse a qualche minuto di distanza dal primo elenco al secondo. E le ultime parole sono state vergate in modo alterato, come se la donna fosse in uno stato di profondo turbolento. Un altro indizio che inchioderebbe il marito alle sue responsabilità.

Le cugine di Roberta, Maria Ragusa e Marika Napolitano, vogliono che Logli riveli finalmente dove ha nascosto il corpo, sicure come sono che l’assassino sia lui. Roberta Ragusa è scomparsa nella  notte tra il 13 e il 14 febbraio del 2012. Per i giudici il movente sarebbe di natura economico: in caso di separazione, la divisione dei beni gli avrebbe comportato gravi danni e il pericolo di perdere la scuola guida. La sua idea era di mettersi con Sara Calzolaio che, attualmente, convive con lui nella villetta dove abiti Roberta con i due figli che oggi credono all’innocenza del padre. 

I

Cronaca
Germania, bibite avvelenate nei supermercati
Germania, bibite avvelenate nei supermercati
Accertati quattro casi di manomissioni di confezioni di bevande, in cui è stato iniettato un veleno. Tre persone sono finite all’ospedale con conseguenze non gravi, mentre la polizia indaga e allerta la popolazione
«Epstein si è ucciso, ne sono convinto»
«Epstein si è ucciso, ne sono convinto»
Per la prima volta, parla un detenuto che ha incontrato più volte il finanziere pedofilo, entrato nel programma di prevenzione dei suicidi. «Sapeva che il suo mondo era finito»
Addio a John Peter Sloan
Addio a John Peter Sloan
Il più simpatico e irriverente degli insegnanti di lingua inglese mai apparsi in Italia si è spento all’improvviso in Sicilia, dove aveva scelto di trasferirsi da qualche anno
Malaga, la Fase 2 è quella delle risse
Malaga, la Fase 2 è quella delle risse
A meno di due giorni dalla riapertura dei locali, il noto centro turistico andaluso epicentro di risse e accoltellamenti
GB: identificata la ragazza fatta a pezzi in due valigie
GB: identificata la ragazza fatta a pezzi in due valigie
Si chiamava Phoenix Netts, 28 anni: viveva in un centro di accoglienza per donne dopo un passato come senzatetto e tossicodipendente
Arrestata la squadra che ha fatto fuggire Ghosn
Arrestata la squadra che ha fatto fuggire Ghosn
Un ex militare delle forze speciali americane, vero professionista dei blitz di salvataggio, suo figlio e un terzo uomo. Sono il team che ha pianificato in ogni dettaglio la rocambolesca fuga dal Giappone dell’ex ad di Nissan
La testa nella valigia che sconvolge la Svezia
La testa nella valigia che sconvolge la Svezia
È l’unica parte del corpo ritrovato della 17enne Wilma Andersson, probabilmente uccisa e decapitata dall’ex fidanzato. A poche ore dall’inizio del processo, la famiglia insiste: “Ridateci quel che resta di nostra figlia”
Turchia, uccide il figlio malato di Covid-19
Turchia, uccide il figlio malato di Covid-19
Un calciatore turco ha confessato di aver soffocato il figlio nel letto dell’ospedale facendo credere ai medici che era in preda ad una crisi respiratoria. La verità pochi giorni dopo: “Non lo sopportavo”
GB: le sputa addosso un malato di coronavirus, muore dopo 2 settimane
GB: le sputa addosso un malato di coronavirus, muore dopo 2 settimane
Belly Mujinga, bigliettaia alla Victoria Station, era stata affrontata da un uomo che diceva di essere infetto: è morta due settimane dopo in ospedale
Il magnate Tom Hagen accusato di aver ucciso la moglie
Il magnate Tom Hagen accusato di aver ucciso la moglie
Alla scomparsa della donna, nel 2018, era seguita una richiesta di riscatto. Ma per la polizia si trattava soltanto di un depistaggio. Il ricco imprenditore nel settore dell’energia arrestato a casa