Sciatore morto "L'incidente fuori pista"

| Lo sciatore 31enne di Torino avrebbe perso una traiettoria a velocità elevata finendo in un tratto fuori dalla pista. L'impatto contro una barriera anti-vento. La società: "Percorso segnalato, visibilità buona. Tragica fatalità"

+ Miei preferiti

"La pista è sicura: regolarmente palinata e con i cartelli che consigliano di rallentare. Quella non è una pista particolarmente difficile. Nei giorni scorsi avevamo deciso di chiuderla per il forte vento, ma oggi l'abbiamo riaperta. Non c'erano problemi di visibilità, non c'era la nebbia. Purtroppo gli incidenti capitano. Noi vendiamo divertimento, queste disgrazie non dovrebbero succedere." Via all'indagini dei carabinieri, su delega del pm Nicoletta Quaglino, per ricostruire se Giovanni Bonaventura, l'ingegnere torinese di 31 anni morto, non aveva avuto modo di accorgersi della presenza degli ostacoli comunque non nel tracciato battuto.



Lo schianto è avvenuto nella pista di punta al Fraiteve, non facilissima nel tratto verso Sansicario. La vittima si chiamava Giovanni Bonaventura, 31 anni, ingegnere torinese di origine siciliana, lavorava in un'azienda web del capoluogo.: è morto sul colpo sbattendo contro una barriera frangivento collocata nei pressi delle piste del collegamento sulla cresta, tra Sauze e Sestriere. Lo schianto è stato violentissimo: lo sciatore, che indossava il casco, ha subito un gravissimo trauma cranico e facciale e poi ha continuato a scivolare sulla pista a per oltre 200 metri. Bonaventura era solo quando ha perso il controllo degli sci, per poi colpire la barriera, in legno, montata per impedire al vento di spazzare via la neve dalla pista. I responsabili delle funive precisano che le barriere erano starte sistemate negli ultimi giorni per impedire al vento di portare via la neve dalla piste. Il tracciato viene considerato di media difficoltà , le condizioni di vento e visibilità buone. Bonaventura, che in quel momento era da sola, indossava il casco. Non è neppure escluso che sia stato colto da malore prima di lanciarsi contro le barriere, fuori dal percorso battuto.

Galleria fotografica
Sciatore morto "Lincidente fuori pista" - immagine 1
Cronaca
Sepolti vivi per 9 anni,
aspettando la fine del mondo
Sepolti vivi per 9 anni,<br>aspettando la fine del mondo
58enne arrestato per avere costretto sei ragazzi ora tra i 16 e i 25 anni in uno scantinato di una fattoria olandese. Sono stati liberati dal figlio maggiore fuggito in un pub. La polizia cerca la madre, forse sepolta nella fattoria
Suicida il comandante di una stazione dei Carabinieri
Suicida il comandante di una stazione dei Carabinieri
Antonio Zappatore, 53, comandava la stazione di Pieve di Teco, nell’imperiese. Si sarebbe tolto vita impiccandosi nella sua abitazione: sconosciuti i motivi del gesto
"LeBron pensa solo ai soldi"
"LeBron pensa solo ai soldi"
Duro attacco dei manifestanti di Hong Kong contro la star globale LeBron James dopo un tweet in cui prendeva la distanze della NBA per aver preso le difese della protesta. Maglie e foto bruciate
Ucciso in carcere
uno dei peggiori pedofili inglesi
Ucciso in carcere<br>uno dei peggiori pedofili inglesi
Richard Huckle, 33 anni, è stato trovato senza vita nella sua cella. Aveva ammesso la violenza su 71 bambini in tenera età, quasi tutti adescati fingendosi un missionario in medioriente
Colpo di scena: l’uomo arrestato non è il mostro di Nantes
Colpo di scena: l’uomo arrestato non è il mostro di Nantes
Secondo amici e vicini, la persona fermata all’aeroporto di Glasgow non somiglierebbe neanche vagamente all’uomo che ha massacrato la sua famiglia. La conferma definitiva dall’esame del Dna
Italiano ucciso in Indonesia
Italiano ucciso in Indonesia
Luca Aldovrandi, 52 anni, trovato morto nel locale che gestiva a Sabang: la polizia sospetta un diverbio con un dipendente
16 anni agli aggressori di Manuel Bortuzzo
16 anni agli aggressori di Manuel Bortuzzo
Sentenza di primo grado contro i due aggressori del giovane nuotatore triestino colpito alla schiena e da allora costretto sulla sedia a rotelle
Passa 17 anni in galera al posto del suo sosia
Passa 17 anni in galera al posto del suo sosia
Richard Anthony Jones ha chiesto un risarcimento di un milione di dollari allo stato del Kansas per un clamoroso errore giudiziario risolto per una pura coincidenza
Chiesti 18 anni per i carabinieri che pestarono Cucchi
Chiesti 18 anni per i carabinieri che pestarono Cucchi
È la richiesta del pm, che aggiunge “Non è un processo contro l’Arma ma contro 5 carabinieri che hanno tradito valori e principi. Sul caso Cucchi picchi di depistaggi da film dell’orrore”
Assalto alla prefettura di Parigi: 5 morti
Assalto alla prefettura di Parigi: 5 morti
Un funzionario con 20 anni di esperienza avrebbe accoltellato 4 agenti di polizia, per poi essere freddato da altri. Caos nel centro di Parigi