Silvia è viva, costretta a sposarsi

| La notizia, non confermata, sarebbe filtrata da fonti dei servizi segreti italiani. La giovane cooperante italiana sarebbe di proprietà di un uomo e indottrinata alla cultura islamica

+ Miei preferiti
La notizia circola con insistenza sulle agenzie, svelata da diversi organi di stampa poche ore fa: Silvia Romano, la cooperante milanese di 24 anni svanita nel nulla lo scorso 20 novembre è viva e si trova in Somalia, dove è diventata “proprietà di un uomo”. Una notizia filtrata da fonti dei servizi segreti italiani, a cui manca ancora la conferma ufficiale e su cui la Farnesina si è trincerata dietro un secco “no comment”.

“Silvia si troverebbe in Somalia, nella vasta area fra il sud ed il sudovest, dove è stata forzata al matrimonio con rito islamico, a indossare il velo e seguire la legge coranica, oltre che sottoposta a operazioni di lavaggio del cervello, una manovra di accerchiamento psicologico che punta a recidere i legami affettivi e culturali con la sua patria d’origine”.

“L’unica strada aperta – prosegue “Il Giornale”, che avrebbe dato la notizia per primo – sarebbe quella dell’intelligence, della ricerca di contatti e di trattative con i rapitori in vista del pagamento di un riscatto che il nostro governo a quasi un anno dal sequestro è pronto a pagare, e che allo stato appare l’unica strada concreta per risolvere il caso e riportarla a casa. Ma se gli uomini che l’hanno in mano oggi la considerano ormai una di loro potrebbero perfino rifiutare una trattativa. A meno che, è questa la speranza, non sia solo un mezzo per alzare il prezzo”.

Sulla presunta islamizzazione di Silvia Romano non esiste però alcuna prova: una delle sole “certezze” della procura di Roma - che indaga per sequestro di persona con finalità di terrorismo - si ferma al trasferimento in Somalia dopo il rapimento. L’altra è riferita ai dettagli del sequestro, che dimostrano un rapimento su commissione: i mezzi e le armi del gruppo di otto persone che prelevò Silvia da un centro commerciale di Nairobi, sono sempre stati ritenuti sproporzionati rispetto alle normali possibilità delle bande che imperversano nel Paese africano. Lo scorso Natale Silvia era ancora viva, altro al momento non si sa.

Cronaca
«Epstein si è ucciso, ne sono convinto»
«Epstein si è ucciso, ne sono convinto»
Per la prima volta, parla un detenuto che ha incontrato più volte il finanziere pedofilo, entrato nel programma di prevenzione dei suicidi. «Sapeva che il suo mondo era finito»
Addio a John Peter Sloan
Addio a John Peter Sloan
Il più simpatico e irriverente degli insegnanti di lingua inglese mai apparsi in Italia si è spento all’improvviso in Sicilia, dove aveva scelto di trasferirsi da qualche anno
Malaga, la Fase 2 è quella delle risse
Malaga, la Fase 2 è quella delle risse
A meno di due giorni dalla riapertura dei locali, il noto centro turistico andaluso epicentro di risse e accoltellamenti
GB: identificata la ragazza fatta a pezzi in due valigie
GB: identificata la ragazza fatta a pezzi in due valigie
Si chiamava Phoenix Netts, 28 anni: viveva in un centro di accoglienza per donne dopo un passato come senzatetto e tossicodipendente
Arrestata la squadra che ha fatto fuggire Ghosn
Arrestata la squadra che ha fatto fuggire Ghosn
Un ex militare delle forze speciali americane, vero professionista dei blitz di salvataggio, suo figlio e un terzo uomo. Sono il team che ha pianificato in ogni dettaglio la rocambolesca fuga dal Giappone dell’ex ad di Nissan
La testa nella valigia che sconvolge la Svezia
La testa nella valigia che sconvolge la Svezia
È l’unica parte del corpo ritrovato della 17enne Wilma Andersson, probabilmente uccisa e decapitata dall’ex fidanzato. A poche ore dall’inizio del processo, la famiglia insiste: “Ridateci quel che resta di nostra figlia”
Turchia, uccide il figlio malato di Covid-19
Turchia, uccide il figlio malato di Covid-19
Un calciatore turco ha confessato di aver soffocato il figlio nel letto dell’ospedale facendo credere ai medici che era in preda ad una crisi respiratoria. La verità pochi giorni dopo: “Non lo sopportavo”
GB: le sputa addosso un malato di coronavirus, muore dopo 2 settimane
GB: le sputa addosso un malato di coronavirus, muore dopo 2 settimane
Belly Mujinga, bigliettaia alla Victoria Station, era stata affrontata da un uomo che diceva di essere infetto: è morta due settimane dopo in ospedale
Il magnate Tom Hagen accusato di aver ucciso la moglie
Il magnate Tom Hagen accusato di aver ucciso la moglie
Alla scomparsa della donna, nel 2018, era seguita una richiesta di riscatto. Ma per la polizia si trattava soltanto di un depistaggio. Il ricco imprenditore nel settore dell’energia arrestato a casa
La polizia fa irruzione mentre tenta di fare a pezzi il corpo della moglie
La polizia fa irruzione mentre tenta di fare a pezzi il corpo della moglie
La famiglia di Amber Ryan aveva chiesto l’intervento delle forze dell’ordine perché da diversi giorni aveva perso sue notizie: gli agenti hanno trovato il marito intento a smembrarne il corpo. La coppia era segnalata per violenze familiari