Silvia è viva, costretta a sposarsi

| La notizia, non confermata, sarebbe filtrata da fonti dei servizi segreti italiani. La giovane cooperante italiana sarebbe di proprietà di un uomo e indottrinata alla cultura islamica

+ Miei preferiti
La notizia circola con insistenza sulle agenzie, svelata da diversi organi di stampa poche ore fa: Silvia Romano, la cooperante milanese di 24 anni svanita nel nulla lo scorso 20 novembre è viva e si trova in Somalia, dove è diventata “proprietà di un uomo”. Una notizia filtrata da fonti dei servizi segreti italiani, a cui manca ancora la conferma ufficiale e su cui la Farnesina si è trincerata dietro un secco “no comment”.

“Silvia si troverebbe in Somalia, nella vasta area fra il sud ed il sudovest, dove è stata forzata al matrimonio con rito islamico, a indossare il velo e seguire la legge coranica, oltre che sottoposta a operazioni di lavaggio del cervello, una manovra di accerchiamento psicologico che punta a recidere i legami affettivi e culturali con la sua patria d’origine”.

“L’unica strada aperta – prosegue “Il Giornale”, che avrebbe dato la notizia per primo – sarebbe quella dell’intelligence, della ricerca di contatti e di trattative con i rapitori in vista del pagamento di un riscatto che il nostro governo a quasi un anno dal sequestro è pronto a pagare, e che allo stato appare l’unica strada concreta per risolvere il caso e riportarla a casa. Ma se gli uomini che l’hanno in mano oggi la considerano ormai una di loro potrebbero perfino rifiutare una trattativa. A meno che, è questa la speranza, non sia solo un mezzo per alzare il prezzo”.

Sulla presunta islamizzazione di Silvia Romano non esiste però alcuna prova: una delle sole “certezze” della procura di Roma - che indaga per sequestro di persona con finalità di terrorismo - si ferma al trasferimento in Somalia dopo il rapimento. L’altra è riferita ai dettagli del sequestro, che dimostrano un rapimento su commissione: i mezzi e le armi del gruppo di otto persone che prelevò Silvia da un centro commerciale di Nairobi, sono sempre stati ritenuti sproporzionati rispetto alle normali possibilità delle bande che imperversano nel Paese africano. Lo scorso Natale Silvia era ancora viva, altro al momento non si sa.

Cronaca
Condanna record per l’orco di Harrow
Condanna record per l’orco di Harrow
Definito psicopatico e violento, secondo la polizia “uno dei peggiori maniaci sessuali nella storia del Regno Unito”, è stato condannato ad una pena infinita dall’Old Bailey. Nell’arco di due settimane aveva aggredito 11 persone
Ceren Ozdemir, la 390esima donna uccisa in Turchia
Ceren Ozdemir, la 390esima donna uccisa in Turchia
Il triste primato dalla fine di una giovane ballerina appena 20enne uccisa sulla porta di casa. Cresce in modo preoccupante il numero dei casi, denunciano le associazioni in difesa delle donne
Suicida dopo la condanna a 30 anni per femminicidio
Suicida dopo la condanna a 30 anni per femminicidio
Francesco Mazzega ha scelto di farla finita dopo la conferma della condanna a 30 anni per l’omicidio della sua fidanzata Nadia Orlando, che aveva ucciso due anni fa
Bomba a Parigi, scatta l’allarme
Bomba a Parigi, scatta l’allarme
Era una granata inerte custodita da un militare fuori servizio: un falso allarme che ha fatto scattare la massima allerta nella capitale francese
Italiana uccisa a Capo Verde
Italiana uccisa a Capo Verde
Il corpo di Marilena Corrò trovato senza vita nel serbatoio dell’acqua del suo B&B di Boavista. Fermato un altro italiano che gestiva la struttura, sospettato dell’omicidio
Spagna: sequestrato minisommergibile dei narcos
Spagna: sequestrato minisommergibile dei narcos
Fermato al largo delle coste della Galizia, trasportava tre tonnellate di cocaina. Un metodo di consegna e spostamento sempre più utilizzato dai cartelli della droga
Italia: allarme Fentanyl
Italia: allarme Fentanyl
Il potentissimo oppioide, insieme a migliaia di altre varianti sintetiche, inizia a fare le prime vittime anche nel nostro Paese. I pericoli delle nuove droghe, che negli Stati Uniti hanno causato una vera strage
Il Regno Unito commosso per la storia di Chloe e Adam
Il Regno Unito commosso per la storia di Chloe e Adam
Erano fidanzati da meno di un anno: lei si è uccisa impiccandosi senza lasciare un biglietto che spiegasse il gesto. Sei giorni dopo lui l’ha seguita gettandosi sotto un treno
Arrestato il mandante dell’omicidio
di Daphne Caruana Galizia
Arrestato il mandante dell’omicidio<br>di Daphne Caruana Galizia
Si tratta di Yorgen Fenech, spregiudicato proprietario di casinò e a capo di una cordata che si è aggiudicata un appalto miliardario, ma soprattutto collettore di tangenti che spartiva con alcuni ministri maltesi
Francia: il più grande caso di pedofilia
Francia: il più grande caso di pedofilia
Joël Le Scouarnec, chirurgo pediatrico, avrebbe abusato di oltre 250 bambini in quasi vent’anni di attività, malgrado una denuncia per possesso di materiale pedopornografico