Spranga pietre e coltello
così Bossetti ha ucciso Yara

| I giudici della Cassazione hanno ricostruito le ultime ore di vita della 13enne di Brembate. Non solo il DNA inchioda l'assassino ma una mole impressionante di indizi. Lasciata morire al gelo nel campo di Chignolo

+ Miei preferiti

ALBERTO C. FERRO

Non è solo la prova del DNA ad inchiodare Massimo rossetti alle sue responsabilità per l’omicidio della 13enne Yara Gambirasio. Gli investigatori hanno ricostruito, attimo dopo attimo, come e quando il muratore ha rapito, ucciso e infine abbandonato la bambina morente nel campo di Chignolo, lasciando poi che il freddo completasse l’opera omicida. Le hanno riassunte i giudici della Suprema Corte di Cassazione, nelle motivazioni della sentenza che ha confermato la condanna all’ergastolo.“…Dopo aver prelevato la ragazza e averla stordita, l’ha trasportata nel campo di Chignolo d’Isola e i tempi del prelevamento della vittima, del suo trasbordo sul campo di Chignolo e del ritorno a casa dell’imputato sono stati giudicati compatibili con il rilevato orario di rientro a casa alle ore 20-20,15, come si desume dalle dichiarazioni del coniuge”. Niente di inedito, ma fa effetto lo stesso rileggere le 234 pagine del documento. “Bossetti  è passato e ripassato davanti alla palestra del centro sportivo proprio in perfetta coincidenza con l’uscita della ragazza. L’assenza di alibi, si coordina perfettamente con gli elementi indiziari emersi costituiti dalla compatibilità con l’orario di ritorno a casa di Massimo Giuseppe Bossetti e il tempo necessario per eseguire l’aggressione e commettere l’omicidio nel campo di Chignolo.”

Era il 26 novembre del 2010. Alle 18.44, la ragazza uscì dalla palestra (era una promessa della ginnastica ritmica) per tornare a casa. Appena 700 metri. Alle 18.49 il suo telefonino aggancia la cella di Mapello, a tre chilometri da Brembate, poi il segnale scompare definitivamente. Tre mesi dopo Il corpo viene ritrovato in un prato a Chignolo d’Isola, distante 10 chilometri circa da Brembate di Sopra. L’assassino ha infierito sul suo corpo con una spranga, sull’addome e sulle braccia. Con un sasso le spaccò la testa. Voleva essere sicuro che fosse morta e la trafisse con sei coltellate, inferte con un’arma dalla lama corta, affilata e larga. Nessuno dei fendenti aveva leso gli organi vitali. Morì, sola, nel gelo di quella notte infernale, tra le stoppie annerite e la brina. L’assassino non l’ha violentò.

Il 16 giugno 2014 i carabinieri arrestano nel cantiere dove lavorava, Massimo Giuseppe Bossetti, muratore incensurato allora di 44 anni. Il suo Dna si sovrappone con il profilo genetico di “Ignoto 1“, prelevato dalli slip di Yara. “L’evidenza scientifica, frutto di numerose e varie analisi biologiche effettuate da diversi laboratori, ha valore di prova piena. La probabilità di individuare un altro soggetto con lo stesso profilo genotipico equivale a un soggetto ogni 3.700 miliardi di miliardi di miliardi di individui”. Tra gli indizi, “la presenza di calce nelle lesioni rilevate sul corpo della vittima, dovuta all’arma da taglio sporca di calce; la presenza il pomeriggio della scomparsa di Yara, in località prossima al Centro sportivo, con il telefono spento e a bordo del suo autocarro, mentre egli mai era stato in grado o aveva voluto riferire alla moglie, ai cognati e agli altri familiari cosa avesse fatto quel pomeriggio e quella sera. Bossetti è passato e ripassato davanti alla palestra del centro sportivo proprio in perfetta coincidenza con l’uscita della ragazza”.

Bossetti viene condannato, in tutti e tre i gradi di giudizio, all’ergastolo. Nessun dubbio. E’ lui l’assassino di Yara.

Cronaca
Il Golden State Killer
si dichiara colpevole
Il Golden State Killer<br>si dichiara colpevole
Ha ammesso stupri e omicidi che per 40 anni hanno tolto il sonno a due contee californiane, in cambio della vita: non salirà sul patibolo, ma sconterà almeno 11 ergastoli dietro le sbarre
Londra: condannato il giovane della Tate Modern
Londra: condannato il giovane della Tate Modern
Il 18enne che un anno fa spinse dal balcone un bimbo di sei anni condannato dalla giustizia inglese per omicidio volontario
Justin Bieber cita due donne che lo accusano di stupro
Justin Bieber cita due donne che lo accusano di stupro
Danielle e Kadi hanno raccontato sui social di essere state violentate in albergo ad un anno di distanza una dall’altra. L’artista canadese nega dicendo di avere le prove che in quei giorni si trovava da altre parti, e parte al contrattacco
Suicida una giovanissima star di «TikTok»
Suicida una giovanissima star di «TikTok»
A 16 anni, Siya Kakkar era seguita da milioni di follower in tutto il mondo. Inspiegabili i motivi del gesto: aveva numerosi progetti futuri
Scarcerata la giovane che ha ucciso il suo violentatore
Scarcerata la giovane che ha ucciso il suo violentatore
Dopo due anni di abusi, nel 2018 Chrystul Kizer aveva ucciso l’uomo che la violentava e vendeva ad altri. Al suo fianco si è schierata un’imponente campagna mediatica e di supporto economico
NY, cameriera 18enne molestata da clienti e proprietari
NY, cameriera 18enne molestata da clienti e proprietari
Brenna Gonzales, cameriera di una celebre steak-house frequentata dal jet-set newyorkese, ha sporto querela per molestie sessuali ripetute
Zanardi stabile ma ancora grave
Zanardi stabile ma ancora grave
I medici non azzardano supposizioni: il quadro generale parla di “danni importanti” che potrebbero avere conseguenze neurologiche e di vista. Nei prossimi giorni la riduzione della sedazione e le prime valutazioni
L’Italia in ansia per Alex Zanardi
L’Italia in ansia per Alex Zanardi
Stabile nella notte ma ancora in condizioni gravissime. Attesa per il prossimo bollettino medico. La procura indaga per ricostruire l’accaduto
Zanardi in coma farmacologico
Zanardi in coma farmacologico
Il campione bolognese ricoverato in terapia intensiva: non è in pericolo di vita, ma il danno neurologico potrebbe essere molto grave
Mistero sulla morte di una pool dancer inglese
Mistero sulla morte di una pool dancer inglese
Jess Leanne Norris, 27 anni, star della pool dance, è stata trovata senza vita nel suo appartamento. Pochi giorni prima l’ultimo post in cui parlava di depressione per la solitudine del lockdown