Strage di Kyoto, il killer: 'Mi hanno rubato un copione'

| L'autore dell'incendio doloso della Kyoto animation, famosa in tutto il mondo per i fumetti e la grafica, è ustionato gravemente e non può essere interrogato. Bilancio 33 morti e 35 feriti o ustionati. Scoperto il movente

+ Miei preferiti
L'uomo che ha incendiato gli uffici della Kyoto Animation, che ha ucciso 33 persone, lo ha fatto perchè riteneva che gli avessero "rubato" l'idea di un suo copione, senza riconoscerlo. Secondo fonti investigative, il sospetto ha detto di aver dato fuoco all'edificio della Kyoto Animation Company perché "gli è stato rubato un romanzo". il suo nome è Shinji Aoba. Gli agenti non sono ancora stati in grado di interrogare il 41enne sospetto, in ospedale per gravi ustioni subite ha irrorato con litri di benzina gli uffici della Kyoto Animation. Un testimone ha detto alla polizia che il sospetto ha urlato “Morite tutti”- Nello zaino aveva numerosi coltelli, ha rivelato un portavoce di polizia della prefettura di Kyoto- Bilancio tragico: 12 uomini, 20 donne e un altro individuo di sesso sconosciuto morti nell’incendio, 35 sono rimasti feriti.

È stato il peggior massacro di massa del paese da quando, nel 2001, un incendio doloso ha colpito un edificio nel distretto di Kabukicho a Tokyo, uccidendo 44 persone. Il bilancio delle vittime dell'incendio di giovedì è stato superiore a quello dell'attentato al gas sarin del 1995, che ha ucciso 13 persone.

L'incendio è scoppiato intorno alle 10:30 di giovedì nel primo edificio dello Studio dell'azienda nel quartiere Fushimi-ku di Kyoto. La polizia ha detto che un residente ha riferito di aver sentito un'esplosione proveniente dallo studio.

L'edificio di quattro piani si trova in una zona residenziale diversi chilometri a sud della stazione di Kyoto, mentre i vigili del fuoco hanno lavorato per spegnere le fiamme. Il CEO di Kyoto Animation Hideaki Yata ha detto ai giornalisti che l'azienda ha ricevuto minacce di morte in passato attraverso la posta, che sono state affidate alla polizia. Ha espresso dolore per il fatto che i lavoratori del settore sono stati presi di mira."Sono le persone che portano sulle spalle l'industria dell'animazione giapponese, non posso sopportare di accettare il fatto che siano stati feriti o che stiano perdendo la vita", ha detto.

Fondata nel 1981, Kyoto Animation - conosciuta come KyoAni - produce animazioni e pubblica romanzi di anime, fumetti e libri, secondo il suo sito web. Tra gli studi giapponesi più conosciuti, le sue opere più famose includono "Free!", le serie manga "K-On!", l'adattamento televisivo anime di "Haruhi Suzumiya" e "Violet Evergarden" che Netflix ha raccolto nel 2018.

La filosofia dell'azienda, come pubblicata sul suo sito web, include il mantenimento di una cultura aziendale "umanitaria" e crede che "promuovere la crescita delle persone è uguale a creare la luminosità delle opere".

C'è stata una forte condivisione di dolore su Twitter, con i fan dello studio che hanno espresso in centinaia le loro condoglianze alle vittime e alle loro famiglie.

Cronaca
Il giallo dei cani di Lady Gaga
Il giallo dei cani di Lady Gaga
Impegnata a Roma sul set di “Gucci”, in cui interpreta Patrizia Reggiani, l’artista è stata raggiunta dalla notizia del sequestro di due dei suoi tre amatissimi french bulldog. Il dog-sitter di fiducia ferito con 4 colpi di pistola
Influencer uccide la madre e le strappa il cuore
Influencer uccide la madre e le strappa il cuore
Anna Leikovic, 21 anni, ha assassinato la donna con un coltello da cucina strappandole diversi organi. La donna aveva scoperto che in sua assenza la figlia era diventata tossicodipendente
Il mistero dei Pirenei: travel blogger scompare nel nulla
Il mistero dei Pirenei: travel blogger scompare nel nulla
Esther Dingley manca all’appello ormai da più di 10 giorni: la polizia valuta l’ipotesi dell’incontro con un malintenzionato, ma anche la foto dell’impronta di un grosso orso inviata dalla donna poco prima di scomparire
Il mistero dell’influencer trovata morta
Il mistero dell’influencer trovata morta
Alexis Leigh Sharkley, 26 anni, era scomparsa venerdì a Houston senza lasciare traccia: il corpo nudo è stato visto da un operaio. È mistero fitto sulla morte: il corpo non presenta ferite
Dal reparto psichiatrico alla carriera da modella
Dal reparto psichiatrico alla carriera da modella
L’incredibile storia di Lucy May Dawson, una giovane inglese che viene ricoverata e curata per un forte esaurimento nervoso. Sembrava che per lei non ci fosse altro da fare, fin quando è arrivata la diagnosi corretta
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Eloisa Pinto Fontes, 26 anni, era scomparsa senza lasciare traccia un anno fa a New York. È stata ritrovata in una favela di Rio mentre vagava in stato confusionale
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
Sarebbe morta nel sonno a soli 24 anni: dopo una carriera fulminea nel mondo dell’hard aveva scelto di tornare dalla famiglia in Texas e contava di sposarsi a breve
Notte di sangue a Birmingham
Notte di sangue a Birmingham
Una non meglio precisata “serie di accoltellamenti” che avrebbero coinvolto diverse persone, avvenuti nella zona della movida e del quartiere LGBT. La polizia non si sbilancia sulla matrice dell’episodio
Rock and Virus
Rock and Virus
Il concerto degli “Smash Mount” durante il motoraduno di Sturgis, si sta trasformando in un focolaio che fa il pieno di contagi e vittime. L’ira dei social verso la band, accusata di fomentare la folla urlando che il Covid non esiste
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
I cadaveri di Henriett Szcus e Mihrican Mustafa ritrovati casualmente dalla polizia un anno fa nell’appartamento di Zahid Younis, 36 anni, condannato all’ergastolo