Strage di ragazzi sfiorata a San Donato Milanese

| L’autista senegalese dello scuolabus ha fato fuoco al mezzo: l'intervento dei carabinieri ha permesso ai ragazzi di mettersi in salvo senza conseguenze. L’uomo voleva vendicare le morti in mare di cui accusa Di Maio e Salvini

+ Miei preferiti
Ousseuynou Sy, 47 anni, senegalese residente in Italia dal 2002, sposato con due figli di 12 e 18 anni, da 15 anni autista per la “Autoguidovie”, precedenti per violenza sessuale e guida in stato di ebbrezza. Era al voltante dello scuolabus con 51 ragazzi, due classi di studenti della seconda media “Vailati” di Crema diretti in palestra. All’improvviso ha deviato il percorso imboccando la Paullese, la provinciale 415. Dopo aver fermato l’autobus urlando “Da qui non esce vivo nessuno” ha sequestrato i cellulari dei ragazzi e legato loro i polsi con delle fascette da elettricista. Quindi ha dato fuoco al mezzo. Uno dei ragazzini a bordo sarebbe riuscito ad avvisare i genitori, e questi il 112. Immediatamente sono scattati dei posti blocco e una pattuglia dei carabinieri ha intercettato l’autobus allo svincolo di Peschiera Borromeo. Vistosi braccato, l’autista avrebbe speronato la gazzella dei carabinieri che poco dopo, mentre lui era sceso per dare fuoco al mezzo, sono riusciti a rompere i finestrini posteriori dello scuolabus per fare uscire i ragazzi. Nessuno è rimasto ferito, anche se 12 ragazzi sono stati portati in ospedale per principio di intossicazione ed escoriazioni.

Dalle prima ricostruzioni, fornite anche dai tre adulti che accompagnavano la scolaresca, Ousseuynou Sy avrebbe urlato frasi sconnesse: “Voglio farla finita, vanno fermate le morti nel Mediterraneo”, e ancora “Le persone in Africa muoiono per colpa di Di Maio e Salvini”.

La Autoguidovie, azienda per cui lavora Sy che ha in gestone il servizio scuolabus, ha dichiarato che l’uomo era in servizio a tempo pieno dal 2004 e “Negli anni non ha mai dato segni di squilibrio, né abbiamo mai ricevuto reclami sulla sua condotta. Non eravamo a conoscenza dei suoi precedenti penali”.

Il colonello Luca De Marchis, comandante provinciale dei carabinieri, si è detto confortato per la risoluzione felice della vicenda “Che avrebbe portare a un evento tragico”. Il ministro dell’interno Salvini ha invece commentato “Voglio vederci chiaro: perché una persona con simili precedenti guidava un pullman per il trasporto di ragazzini?”. È in corso una perquisizione in casa dell’autista, ricoverato al Niguarda con ustioni alle mani.

Cronaca
«Epstein si è ucciso, ne sono convinto»
«Epstein si è ucciso, ne sono convinto»
Per la prima volta, parla un detenuto che ha incontrato più volte il finanziere pedofilo, entrato nel programma di prevenzione dei suicidi. «Sapeva che il suo mondo era finito»
Addio a John Peter Sloan
Addio a John Peter Sloan
Il più simpatico e irriverente degli insegnanti di lingua inglese mai apparsi in Italia si è spento all’improvviso in Sicilia, dove aveva scelto di trasferirsi da qualche anno
Malaga, la Fase 2 è quella delle risse
Malaga, la Fase 2 è quella delle risse
A meno di due giorni dalla riapertura dei locali, il noto centro turistico andaluso epicentro di risse e accoltellamenti
GB: identificata la ragazza fatta a pezzi in due valigie
GB: identificata la ragazza fatta a pezzi in due valigie
Si chiamava Phoenix Netts, 28 anni: viveva in un centro di accoglienza per donne dopo un passato come senzatetto e tossicodipendente
Arrestata la squadra che ha fatto fuggire Ghosn
Arrestata la squadra che ha fatto fuggire Ghosn
Un ex militare delle forze speciali americane, vero professionista dei blitz di salvataggio, suo figlio e un terzo uomo. Sono il team che ha pianificato in ogni dettaglio la rocambolesca fuga dal Giappone dell’ex ad di Nissan
La testa nella valigia che sconvolge la Svezia
La testa nella valigia che sconvolge la Svezia
È l’unica parte del corpo ritrovato della 17enne Wilma Andersson, probabilmente uccisa e decapitata dall’ex fidanzato. A poche ore dall’inizio del processo, la famiglia insiste: “Ridateci quel che resta di nostra figlia”
Turchia, uccide il figlio malato di Covid-19
Turchia, uccide il figlio malato di Covid-19
Un calciatore turco ha confessato di aver soffocato il figlio nel letto dell’ospedale facendo credere ai medici che era in preda ad una crisi respiratoria. La verità pochi giorni dopo: “Non lo sopportavo”
GB: le sputa addosso un malato di coronavirus, muore dopo 2 settimane
GB: le sputa addosso un malato di coronavirus, muore dopo 2 settimane
Belly Mujinga, bigliettaia alla Victoria Station, era stata affrontata da un uomo che diceva di essere infetto: è morta due settimane dopo in ospedale
Il magnate Tom Hagen accusato di aver ucciso la moglie
Il magnate Tom Hagen accusato di aver ucciso la moglie
Alla scomparsa della donna, nel 2018, era seguita una richiesta di riscatto. Ma per la polizia si trattava soltanto di un depistaggio. Il ricco imprenditore nel settore dell’energia arrestato a casa
La polizia fa irruzione mentre tenta di fare a pezzi il corpo della moglie
La polizia fa irruzione mentre tenta di fare a pezzi il corpo della moglie
La famiglia di Amber Ryan aveva chiesto l’intervento delle forze dell’ordine perché da diversi giorni aveva perso sue notizie: gli agenti hanno trovato il marito intento a smembrarne il corpo. La coppia era segnalata per violenze familiari