Stuprò, uccise e mangiò i resti della sua compagna

| Il "cannibale" a processo in Indiana, USA, gioca la carta dell'infermità mentale ma udienza rinviata dopo la deposizione di un teste che poteva influenzare la giuria. Lui:"Tammy non era spaventata, sapeva di dovere morire"

+ Miei preferiti

Il processo a carico di un uomo accusato di aver stuprato, ucciso e mangiato parti del corpo della sua ex compagna si è concluso con un rinvio delle udienze. Joseph Oberhansley, 38 anni, sta affrontando la vita in prigione senza la condizionale con l'accusa di omicidio, stupro e furto con scasso dopo che i pubblici ministeri dicono ucciso Tammy Jo Blanton, 46 anni, prima di mangiare parti del suo corpo nel 2014. Il suo processo è iniziato mercoledì a Jeffersonville, Indiana, nel Clark County Circuit Court, ma è stato rapidamente interrotto dopo che un testimone statale ha menzionato il suo passato criminale e il suo precedente uso di droga. 

Il testimone era un amico intimo della signora Blanton. Ha detto durante il processo che la sua amica non ha chiamato la poliziaperché "non voleva che lui tornasse in prigione". Ha anche menzionato una conversazione che ha avuto con la sua amica sull'influenza del consumo di droga sul comportamento di Oberhansley.

"Questo lo mette in grande pericolo", ha detto il giudice della Contea di Clark, Vicki Carmichael, giovedì in tribunale aperto. "Un semplice ammonimento a ignorare commenti] arebbe insufficiente e certamente non chiarirebbe i pregiudizi creati dalla testimonianza del testimone".

L'accusa ha accettato. Il processo riprenderà probabilmente a settembre, con una giuria estratta dallo stesso pool.

Il procuratore della contea di Clark Jeremy Mull ha detto ai giurati mercoledì che "Joseph Oberhansley ha macellato Tammy Blanton come se uccidesse un animale da allevamento”. Mull ha detto alla corte che Oberhansley ha ucciso la signora Blanton a casa sua, costringendo la porta del suo bagno, dove si era nascosta per cercare di salvarle la vita. 

In un'intervista videoregistrata con la polizia, Oberhansley ha descritto l'omicidio in termini agghiaccianti, dicendo: "A dire il vero, non era davvero così spaventata, sorprendentemente. Come se sapesse [stava per morire], capisci cosa intendo dire? Il piede che si credeva appartenesse alla madre scomparsa trovata nel lago. "Nei suoi ultimi momenti non gli avrebbe dato piacere vederla spaventata”, spiega il pm.

Lp stato mentale di Oberhansley ha già ritardato il processo di diversi anni. Nel processo, ora annullato, i pubblici ministeri hanno accettato di non perseguire la pena di morte in cambio della promessa dell'imputato di non usare la pazzia come difesa. Ma l'avvocato di Oberhansley, Bart Betteau, mercoledì, ha detto ai giurati che sperava che avrebbero "mantenuto una mente aperta" riguardo allo stato del suo cliente. "Il petto era stato aperto. Il cuore rimosso e mangiato. Mi dispiace di dover riesaminare la questione, ma le prove sono queste. Pensate al processo e dite a voi stessi. E’ comportamento di un uomo sano mentalmente?

Nel 2000, Oberhansley era stato condannato a 12 anni nella prigione di Stato dello Utah per omicidio colposo dopo aver sparato e ucciso la madre di suo figlio in preda a un raptus. Ha anche sparato alla madre, alla sorella e al figlio neonato, poi si è sparato alla testa ed era sopravvissuto.

 
Cronaca
Malaga, la Fase 2 è quella delle risse
Malaga, la Fase 2 è quella delle risse
A meno di due giorni dalla riapertura dei locali, il noto centro turistico andaluso epicentro di risse e accoltellamenti
GB: identificata la ragazza fatta a pezzi in due valigie
GB: identificata la ragazza fatta a pezzi in due valigie
Si chiamava Phoenix Netts, 28 anni: viveva in un centro di accoglienza per donne dopo un passato come senzatetto e tossicodipendente
Arrestata la squadra che ha fatto fuggire Ghosn
Arrestata la squadra che ha fatto fuggire Ghosn
Un ex militare delle forze speciali americane, vero professionista dei blitz di salvataggio, suo figlio e un terzo uomo. Sono il team che ha pianificato in ogni dettaglio la rocambolesca fuga dal Giappone dell’ex ad di Nissan
La testa nella valigia che sconvolge la Svezia
La testa nella valigia che sconvolge la Svezia
È l’unica parte del corpo ritrovato della 17enne Wilma Andersson, probabilmente uccisa e decapitata dall’ex fidanzato. A poche ore dall’inizio del processo, la famiglia insiste: “Ridateci quel che resta di nostra figlia”
Turchia, uccide il figlio malato di Covid-19
Turchia, uccide il figlio malato di Covid-19
Un calciatore turco ha confessato di aver soffocato il figlio nel letto dell’ospedale facendo credere ai medici che era in preda ad una crisi respiratoria. La verità pochi giorni dopo: “Non lo sopportavo”
GB: le sputa addosso un malato di coronavirus, muore dopo 2 settimane
GB: le sputa addosso un malato di coronavirus, muore dopo 2 settimane
Belly Mujinga, bigliettaia alla Victoria Station, era stata affrontata da un uomo che diceva di essere infetto: è morta due settimane dopo in ospedale
Il magnate Tom Hagen accusato di aver ucciso la moglie
Il magnate Tom Hagen accusato di aver ucciso la moglie
Alla scomparsa della donna, nel 2018, era seguita una richiesta di riscatto. Ma per la polizia si trattava soltanto di un depistaggio. Il ricco imprenditore nel settore dell’energia arrestato a casa
La polizia fa irruzione mentre tenta di fare a pezzi il corpo della moglie
La polizia fa irruzione mentre tenta di fare a pezzi il corpo della moglie
La famiglia di Amber Ryan aveva chiesto l’intervento delle forze dell’ordine perché da diversi giorni aveva perso sue notizie: gli agenti hanno trovato il marito intento a smembrarne il corpo. La coppia era segnalata per violenze familiari
Canada, vestito da poliziotto uccide 16 persone
Canada, vestito da poliziotto uccide 16 persone
L’inspiegabile notte di follia di un dentista, che ha seminato morte in più punti di un tranquillo paesino della Nuova Scozia. È stato ucciso in un conflitto a fuoco dopo una notte di frenetica caccia all’uomo
L’autista del Tir della morte si dichiara colpevole
L’autista del Tir della morte si dichiara colpevole
Maurice Robinson ha ammesso di aver ucciso volontariamente i 39 migranti che trasportava sul retro del suo Tir. Insieme a lui arrestati altri quattro uomini, tutti di origine rumena