Sua maestà la cocaina

| È la droga più usata e richiesta, quella prodotta dai cartelli colombiani. Un report delle Nazioni Unite disegna un quadro assai fosco del consumo di droga, assunta regolarmente da 271 milioni di persone

+ Miei preferiti
Le campagne di prevenzione, gli allarmi, i controlli, le retate della polizia: tutto inutile. L’uso di droghe, in particolare la cocaina, continua a crescere in modo esponenziale, senza che nessuno sia in grado di fermarla o peggio ancora, di rallentarla. Lo dicono le statistiche del “World Drug Report 2019”, un rapporto a cadenza annuale realizzato dalle Nazioni Unite che racconta tutto, nero su bianco. Ben 271 milioni di persone in tutto il mondo consumano droghe: il 5,5% della popolazione mondiale.

Una finestra sul mondo dello spaccio e del consumo di stupefacenti che prende come punto di partenza il 2017, anno considerato d’oro per narcotrafficanti e pusher in ogni angolo del pianeta: 1.976 tonnellate di polvere bianca spacciata, con un aumento del 25% rispetto ai 12 mesi prima. Era il risultato di un’escalation iniziata nel 2016, anno che aveva sfiorato il record, ma più che altro dimostrato che la domanda mondiale era in costante crescita.

A farla da padrone, in un settore che non conosce crisi, sono i cartelli colombiani, che grazie a connivenze politiche e all’accordo di pace raggiunto da governo e FARC, sono riusciti a estendere le culture di quasi il 20%, conquistando il 70% della produzione mondiale. Per contro, a richiederne sempre di più è l’Occidente, nordamerica ed Europa in prima fila, con un consumo che stima 18,1 milioni di consumatori, o per dirla in modo ancora più drammatico, l’0,4% della popolazione mondiale fra i 18 ed i 64 anni.

Nel 2017, ad aumentare sono stati anche i sequestri, che hanno raggiunto un’altra cifra record: 1.276 tonnellate. Tante, ma del tutto insufficienti per pensare di aver messo in crisi il mercato, sempre pronto a trovare nuovi canali per rifornire i canali internazionali dello spaccio.

A crollare è l’oppio, la droga simbolo degli Sessanta, che ancora una volta è crollata per motivi geopolitici: buona parte della produzione mondiale si concentrava in Afghanistan, regione del mondo senza pace. Ma cresce, per contro, l’uso di oppiacei sotto forma di farmaci che ha conquistato 53,4 milioni di persone nel mondo, in particolare gli americani, dove nel solo 2017 ha mietuto 47mila vittime. Il protagonista di questa mattanza ha un nome preciso: “Fentanyl”, oppiaceo sintetico 50 volte più potente dell’eroina e 100 della morfina, prescrivibile attraverso una semplice ricetta medica. Lo stesso che nel 2016 ha ucciso Prince. Ma a svettare è sempre e ancora la cannabis: 188 milioni di consumatori spalmati su diverse fasce di età e paesi in cui è legalizzata.

Cronaca
Il giallo dei cani di Lady Gaga
Il giallo dei cani di Lady Gaga
Impegnata a Roma sul set di “Gucci”, in cui interpreta Patrizia Reggiani, l’artista è stata raggiunta dalla notizia del sequestro di due dei suoi tre amatissimi french bulldog. Il dog-sitter di fiducia ferito con 4 colpi di pistola
Influencer uccide la madre e le strappa il cuore
Influencer uccide la madre e le strappa il cuore
Anna Leikovic, 21 anni, ha assassinato la donna con un coltello da cucina strappandole diversi organi. La donna aveva scoperto che in sua assenza la figlia era diventata tossicodipendente
Il mistero dei Pirenei: travel blogger scompare nel nulla
Il mistero dei Pirenei: travel blogger scompare nel nulla
Esther Dingley manca all’appello ormai da più di 10 giorni: la polizia valuta l’ipotesi dell’incontro con un malintenzionato, ma anche la foto dell’impronta di un grosso orso inviata dalla donna poco prima di scomparire
Il mistero dell’influencer trovata morta
Il mistero dell’influencer trovata morta
Alexis Leigh Sharkley, 26 anni, era scomparsa venerdì a Houston senza lasciare traccia: il corpo nudo è stato visto da un operaio. È mistero fitto sulla morte: il corpo non presenta ferite
Dal reparto psichiatrico alla carriera da modella
Dal reparto psichiatrico alla carriera da modella
L’incredibile storia di Lucy May Dawson, una giovane inglese che viene ricoverata e curata per un forte esaurimento nervoso. Sembrava che per lei non ci fosse altro da fare, fin quando è arrivata la diagnosi corretta
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Eloisa Pinto Fontes, 26 anni, era scomparsa senza lasciare traccia un anno fa a New York. È stata ritrovata in una favela di Rio mentre vagava in stato confusionale
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
Sarebbe morta nel sonno a soli 24 anni: dopo una carriera fulminea nel mondo dell’hard aveva scelto di tornare dalla famiglia in Texas e contava di sposarsi a breve
Notte di sangue a Birmingham
Notte di sangue a Birmingham
Una non meglio precisata “serie di accoltellamenti” che avrebbero coinvolto diverse persone, avvenuti nella zona della movida e del quartiere LGBT. La polizia non si sbilancia sulla matrice dell’episodio
Rock and Virus
Rock and Virus
Il concerto degli “Smash Mount” durante il motoraduno di Sturgis, si sta trasformando in un focolaio che fa il pieno di contagi e vittime. L’ira dei social verso la band, accusata di fomentare la folla urlando che il Covid non esiste
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
I cadaveri di Henriett Szcus e Mihrican Mustafa ritrovati casualmente dalla polizia un anno fa nell’appartamento di Zahid Younis, 36 anni, condannato all’ergastolo