Suicidi i mini-killer del Nord Manitoba

| L'autopsia racconta gli ultimi istanti di vita dei due adolescenti canadesi, accusati di avere ucciso una coppia di fidanzati e un docente. Si sarebbero sparati, trovate anche le armi. Fine di un incubo per i residenti di Gillam

+ Miei preferiti
Di Michael O'Brien

I due adolescenti canadesi che erano riusciti a sfuggire alla gigantesca all'uomo di polizia ed Esercito nel Nord Manitoba, Canada, per più di due settimane, e i cui corpi sono stati scoperti la scorsa settimana, si sono suicidati con le stesse armi da fuoco con cui hanno ucciso tre persone. I risultati di un'autopsia hanno confermato che i resti umani trovati vicino a un fiume a Gillam, Manitoba, appartenevano ai sospettati di omicidio Kam McLeod, 19 anni e Bryer Schmegelsky, 18 anni. Il Northern Manitoba era stato al centro di un'intensa e ricerca dei due mini-killer, entrambi simpatizzanti della destra estrema. Con l'aiuto di cani, droni - e, a volte, anche aerei militari - gli agenti avevano battuto la zona palmo a palmo. Prima di darsui alla macchia avevano ucciso l'australiano Lucas Fowler, 28 anni e la fidanzata americana Chynna Deese, 24, i cui corpi erano stati trovati in un fosso con ferite da arma da fuoco il 15 luglio scorso, lungo una remota autostrada della Columbia Britannica. Fowler, figlio di un ispettore di polizia australiano, viveva nella Columbia Britannica e con Deese stava visitando i parchi nazionali. Quattro giorni dopo, Leonard Dyck, docente universitario di Vancouver, fu trovato morto lungo un'altra autostrada, vicino al pick-up bruciato usato dai sospetti. McLeod e Schmegelsky furono accusati di omicidio di secondo grado nella morte di Dyck ed erano sospettati di aver ucciso Fowler e Deese.

I due adolescenti erano poi fuggiti dalla Columbia Britannica, la provincia più occidentale del Canada, percorrendo quasi 3.000 km attraverso praterie e  foreste. Il loro Toyota RAV4 era stato trovato bruciato vicino alla città di Manitoba di Gillam il 22 luglio. La polizia dice che i loro corpi sono stati scoperti a soli 8 km dal veicolo. La polizia ha anche recuperato due armi da fuoco durante la ricerca dell'area dove sono stati trovati i due uomini. Hanno condotto un'analisi forense delle armi per determinare se sono collegate al triplice omicidio.

McLeod e Schmegelsky erano cresciuti insieme a Vancouver Island e lavorato in un Walmart locale prima di partire per quello che i loro genitori pensavano fosse un viaggio a Yukon per trovare lavoro. Originariamente erano considerati persone scomparse e sono diventati sospetti di omicidio solo più tardi. Entrambi avevano collegamenti a una comunità di gioco online che spesso usava simboli nazisti e anche di matrice marxista. Schmegelsky aveva inviato fotografie di oggetti nazisti ad un amico online e sposato opinioni di estrema destra, secondo quanto riportato sul Globe and Mail.

Cronaca
Il giallo dei cani di Lady Gaga
Il giallo dei cani di Lady Gaga
Impegnata a Roma sul set di “Gucci”, in cui interpreta Patrizia Reggiani, l’artista è stata raggiunta dalla notizia del sequestro di due dei suoi tre amatissimi french bulldog. Il dog-sitter di fiducia ferito con 4 colpi di pistola
Influencer uccide la madre e le strappa il cuore
Influencer uccide la madre e le strappa il cuore
Anna Leikovic, 21 anni, ha assassinato la donna con un coltello da cucina strappandole diversi organi. La donna aveva scoperto che in sua assenza la figlia era diventata tossicodipendente
Il mistero dei Pirenei: travel blogger scompare nel nulla
Il mistero dei Pirenei: travel blogger scompare nel nulla
Esther Dingley manca all’appello ormai da più di 10 giorni: la polizia valuta l’ipotesi dell’incontro con un malintenzionato, ma anche la foto dell’impronta di un grosso orso inviata dalla donna poco prima di scomparire
Il mistero dell’influencer trovata morta
Il mistero dell’influencer trovata morta
Alexis Leigh Sharkley, 26 anni, era scomparsa venerdì a Houston senza lasciare traccia: il corpo nudo è stato visto da un operaio. È mistero fitto sulla morte: il corpo non presenta ferite
Dal reparto psichiatrico alla carriera da modella
Dal reparto psichiatrico alla carriera da modella
L’incredibile storia di Lucy May Dawson, una giovane inglese che viene ricoverata e curata per un forte esaurimento nervoso. Sembrava che per lei non ci fosse altro da fare, fin quando è arrivata la diagnosi corretta
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Eloisa Pinto Fontes, 26 anni, era scomparsa senza lasciare traccia un anno fa a New York. È stata ritrovata in una favela di Rio mentre vagava in stato confusionale
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
Sarebbe morta nel sonno a soli 24 anni: dopo una carriera fulminea nel mondo dell’hard aveva scelto di tornare dalla famiglia in Texas e contava di sposarsi a breve
Notte di sangue a Birmingham
Notte di sangue a Birmingham
Una non meglio precisata “serie di accoltellamenti” che avrebbero coinvolto diverse persone, avvenuti nella zona della movida e del quartiere LGBT. La polizia non si sbilancia sulla matrice dell’episodio
Rock and Virus
Rock and Virus
Il concerto degli “Smash Mount” durante il motoraduno di Sturgis, si sta trasformando in un focolaio che fa il pieno di contagi e vittime. L’ira dei social verso la band, accusata di fomentare la folla urlando che il Covid non esiste
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
I cadaveri di Henriett Szcus e Mihrican Mustafa ritrovati casualmente dalla polizia un anno fa nell’appartamento di Zahid Younis, 36 anni, condannato all’ergastolo