Svolta nel caso di Mirko Panattoni

| Quasi mezzo secolo dopo il clamoroso rapimento di un bimbo, le analisi hanno permesso di collegare un nome all’impronta trovata a bordo del Maggiolone Volkswagen usato per il sequestro

+ Miei preferiti
La mattina del 21 maggio 1973, il piccolo Mirko Panattoni, 7 anni, viene rapito davanti alla sua scuola, a Bergamo, caricato a forza su un Maggiolino color nocciola. È un caso che fa scalpore, Mirko è figlio di Enrico Panattoni, un noto pasticcere e mastro gelataio che ha brevettato il gusto “stracciatella”: è uno dei primi sequestri in Italia ai danni di bambini, a parte il caso di Ermano Lavorini del 1969, un bimbo di 12 anni rapito e ucciso poco dopo.

Il sequestro Panattoni dura poco più di due settimane: il 7 giugno, a Pontida, il piccolo viene liberato, dopo il pagamento di un riscatto pari a 300 milioni delle vecchie lire. Nessun componente della banda fu mai preso, e il caso è finito in prescrizione, perso fra gli annali degli irrisolti.

Eppure, 46 anni dopo, la macchina della giustizia – per quanto lenta – dimostra di essere ancora in moto. Il pm Paolo Savio ha depositato proprio in questi giorni un’informativa alla Direzione distrettuale antimafia di Brescia, in cui per al prima volta ci sarebbe il nome di uno dei sequestratori, probabilmente di colui che era al volante del Maggiolino color nocciola, abbandonato in una zona centrale del capoluogo bergamasco.

Grazie alle nuove tecniche forensi, è stato possibile rileggere un’impronta trovata allora ma del tutto inservibile perché non esistevano i database interforze. Per di più, apparteneva a qualcuno incensurato, quindi quasi impossibile da individuare. La nuova analisi è partita da una telefonata, in realtà fatta da un mitomane, che qualche mese fa aveva comunque riacceso i riflettori su uno dei più seguiti e clamorosi casi di cronaca degli anni Settanta. Almeno formalmente, la prova non può portare a condanne per via del tempo trascorso.

Cronaca
Il blitz della cattura di Ghislaine Maxwell
Il blitz della cattura di Ghislaine Maxwell
L’FBI ha confermato che era sulle tracce della complice di Epstein da un anno: era stata individuata due volte, ed è sempre riuscita a sfuggire. Ora inizia la battaglia del suo agguerrito team legale
Lo sfacciato immobiliarista che riciclava denaro sporco
Lo sfacciato immobiliarista che riciclava denaro sporco
Oltre a decine di furti e frodi, Ramon Olorunwa Abbas era un esperto nel “ripulire” grosse somme di denaro frutto di traffici illeciti. Fra le vittime anche un club della Premier League inglese
Il Golden State Killer
si dichiara colpevole
Il Golden State Killer<br>si dichiara colpevole
Ha ammesso stupri e omicidi che per 40 anni hanno tolto il sonno a due contee californiane, in cambio della vita: non salirà sul patibolo, ma sconterà almeno 11 ergastoli dietro le sbarre
Londra: condannato il giovane della Tate Modern
Londra: condannato il giovane della Tate Modern
Il 18enne che un anno fa spinse dal balcone un bimbo di sei anni condannato dalla giustizia inglese per omicidio volontario
Justin Bieber cita due donne che lo accusano di stupro
Justin Bieber cita due donne che lo accusano di stupro
Danielle e Kadi hanno raccontato sui social di essere state violentate in albergo ad un anno di distanza una dall’altra. L’artista canadese nega dicendo di avere le prove che in quei giorni si trovava da altre parti, e parte al contrattacco
Suicida una giovanissima star di «TikTok»
Suicida una giovanissima star di «TikTok»
A 16 anni, Siya Kakkar era seguita da milioni di follower in tutto il mondo. Inspiegabili i motivi del gesto: aveva numerosi progetti futuri
Scarcerata la giovane che ha ucciso il suo violentatore
Scarcerata la giovane che ha ucciso il suo violentatore
Dopo due anni di abusi, nel 2018 Chrystul Kizer aveva ucciso l’uomo che la violentava e vendeva ad altri. Al suo fianco si è schierata un’imponente campagna mediatica e di supporto economico
NY, cameriera 18enne molestata da clienti e proprietari
NY, cameriera 18enne molestata da clienti e proprietari
Brenna Gonzales, cameriera di una celebre steak-house frequentata dal jet-set newyorkese, ha sporto querela per molestie sessuali ripetute
Zanardi stabile ma ancora grave
Zanardi stabile ma ancora grave
I medici non azzardano supposizioni: il quadro generale parla di “danni importanti” che potrebbero avere conseguenze neurologiche e di vista. Nei prossimi giorni la riduzione della sedazione e le prime valutazioni
L’Italia in ansia per Alex Zanardi
L’Italia in ansia per Alex Zanardi
Stabile nella notte ma ancora in condizioni gravissime. Attesa per il prossimo bollettino medico. La procura indaga per ricostruire l’accaduto