Tolosa: tutti liberi gli ostaggi

| Un giovane di 17 anni armato di pistola, voleva sacrificarsi per la causa dei gilet gialli. Scartata l’ipotesi del terrorismo, i negoziatori sono riusciti a far rilasciare gli ostaggi, ma lui resta ancora asserragliato nel locale

+ Miei preferiti
È durato cinque ore, l’incubo di quattro persone rimaste nelle mani di un giovane asserragliato in un bar tabacchi di Blagnac, nei dintorni di Tolosa, in Francia. Il giovane, identificato come “Yanis”, 17 anni, si è presentato alla forze dell’ordine come “il braccio armato dei gilet gialli”. Lo scorso dicembre, ha riferito la polizia, il giovane era stato identificato dalla polizia proprio durante una manifestazione piuttosto accesa dei Gilet Janues.

Intorno alle 16:30 di oggi, Yanis è uscito di casa scrivendo in una sorta di testamento di essere rammaricato per ciò che stava per accadere, ma sentiva di dover agire “o i gilet gialli non avrebbero mai vinto”. Entrato nel piccolo bar tabacchi, ha preso in ostaggio cinque persone, fra cui quattro donne, compresa la proprietaria e un’impiegata: l’allarme è scattato poco dopo, facendo confluire a Bagnac un imponente schieramento di polizia e corpi speciali del Raid che hanno blindato il perimetro.

Nel corso del lungo pomeriggio, durante il quale il giovane ha permesso ad un cliente di uscire, fra gli inquirenti si è fatta strada l’idea di un episodio del tutto anomalo che nulla c’entrava con il terrorismo, quanto piuttosto il caso di un giovane con problemi psichici. Alcuni agenti hanno tentato di avvicinarsi al locale, ma Yanis ha esploso alcuni colpi di pistola in aria, minacciando di uccidere uno ad uno gli ostaggi se l’assedio della polizia fosse proseguito. Dopo ore di trattative serrate Yanis ha prima permesso alle donne di telefonare alle famiglie per tranquillizzarle e intorno alle 20 di uscire: prima una, poco dopo le altre tre. Tutte hanno dichiarato di non aver mai temuto per la propria incolumità e di non aver subito alcuna violenza.

Ma Yanis non si è ancora arreso: è tutt’ora asserragliato all’interno del locale, e parla da ore con il negoziatore della polizia.

Cronaca
La killer di una senatrice americana confessa l’omicidio
La killer di una senatrice americana confessa l’omicidio
Rebecca Lynn O’Donnell ha confessato l’omicidio e l’occultamento di cadavere della senatrice dell'Arkansas Linda Collins-Smith, che stava indagando in un giro di pedofilia
Texas, mamma in overdose si chiude in auto con le figlie: muoiono tutte e tre
Texas, mamma in overdose si chiude in auto con le figlie: muoiono tutte e tre
Natalie, Izabel ed Elise Chambers, sono state ritrovate prive di vita in un Suv: Natalie sarebbe morta per overdose, le sue bimbe soffocate dal gran caldo
Una mamma e i suoi due figli trovati in un'auto in un lago
Una mamma e i suoi due figli trovati in un
I corpi di ShaQuia Philpot e i suoi due gemelli, sono stati notati da un pescatore in un lago della Georgia. La polizia indaga per risalire ai motivi di quello che al momento appare come un inspiegabile omicidio-suicidio
Riconosce il suo stupratore nel killer di Maddie
Riconosce il suo stupratore nel killer di Maddie
Una donna vittima di stupro nel 2004 nella stessa zona del Portogallo dove è scomparsa la bimba inglese, ha trovato nel racconto di un’altra violenza commessa da Christian Brueckner molte analogie con la sua, rimasta irrisolta
«Naya è morta per salvare il figlio»
«Naya è morta per salvare il figlio»
Nell’attesa degli esiti dell’autopsia sul corpo rinvenuto nelle acque del lago Piru, lo sceriffo ipotizza quella che ritiene la versione più verosimile. Resta da capire se l'attrice sia stata colta da malore
Si uccide in diretta su Facebook
Si uccide in diretta su Facebook
Un attivista per i programmi di salute mentale inglese si è tolto la vita davanti a 400 persone che lo imploravano di non farlo. Proteste e polemiche all’indirizzo del social network
È morta Kelly Preston, moglie di John Travolta
È morta Kelly Preston, moglie di John Travolta
L’annuncio dato dall’attore sul suo profilo Facebook: da due anni lottava contro una forma molto aggressiva di cancro al seno. La coppia era sposta da quasi 30 anni
Violentata e uccisa a 8 anni da una coppia
Violentata e uccisa a 8 anni da una coppia
Vika si era allontana da casa dopo aver litigato con i genitori: è diventata la vittima di una coppia che l’ha violentata e soffocata. La donna si è presentata alla polizia per raccontare l’accaduto: “Ho tentato di fermarlo”
Naya Rivera, mistero fitto sulla scomparsa
Naya Rivera, mistero fitto sulla scomparsa
Ancora nessuna traccia del corpo della star di “Glee”, scomparsa nel lago Piru, in California. Secondo alcuni potrebbe essere un caso di suicidio
Coppia di fidanzati fatti a pezzi in un trolley
Coppia di fidanzati fatti a pezzi in un trolley
La valigia, ritrovata su una scogliera da un gruppo di ragazzini, conteneva i resti smembrati di Jessica Lewis e Austin Wenner, di cui non si sapeva nulla da giorni