Tradita dalla ragnatela tatuata

| Una 27enne dell'Ohio catturata per tre volte in sei mesi dalla polizia per diversi reati grazie all'imprinting indimenticabile del suo viso

+ Miei preferiti

Una pusher con un vistoso e complicato tatuaggio su viso e cranio è stata arrestata per la terza volta in soli sei mesi dalla polizia, sempre riconosciuta a causa del suo aspetto. L’immagine di Alyssa Zebrasky, 27 anni, è diventata virale dopo che la sua foto segnaletica - che ha rivelato il complesso disegno inciso sul volto, una ragnatela - era stata ampiamente diffusa alla fine dell'anno scorso. E martedì è stata di nuovo arrestata dalla polizia in Ohio, negli Stati Uniti, dopo che il giorno prima era stato emesso un mandato di cattura dal Mahoning County Drug Court.

Zebrasky era stata arrestata nel novembre 2018 durante uno scontro con la polizia di Austintown: dopo aver trascorso 14 giorni in carcere, la polizia di Boardman l’aveva di nuovo ammanettata qualche settimana dopo per furto e accuse legate alla droga. Ora le hanno trovato nella borsa “dosi di metamfetamina", così come una "sostanza biancastra simile a rocce" e una "pillola arancione". La Zebrasky ha detto alla polizia che le droghe erano metamfetamina e una pillola di suboxone e si è dichiarato colpevole di furto e possesso di droga. Il suo caso è stato poi assegnato al Mahoning County Drug Court, che ha lo scopo di offrire alle persone un'opportunità di riabilitazione invece di essere condannato al carcere.

Cronaca
Violentata e uccisa a 8 anni da una coppia
Violentata e uccisa a 8 anni da una coppia
Vika si era allontana da casa dopo aver litigato con i genitori: è diventata la vittima di una coppia che l’ha violentata e soffocata. La donna si è presentata alla polizia per raccontare l’accaduto: “Ho tentato di fermarlo”
Naya Rivera, mistero fitto sulla scomparsa
Naya Rivera, mistero fitto sulla scomparsa
Ancora nessuna traccia del corpo della star di “Glee”, scomparsa nel lago Piru, in California. Secondo alcuni potrebbe essere un caso di suicidio
Coppia di fidanzati fatti a pezzi in un trolley
Coppia di fidanzati fatti a pezzi in un trolley
La valigia, ritrovata su una scogliera da un gruppo di ragazzini, conteneva i resti smembrati di Jessica Lewis e Austin Wenner, di cui non si sapeva nulla da giorni
Il blitz della cattura di Ghislaine Maxwell
Il blitz della cattura di Ghislaine Maxwell
L’FBI ha confermato che era sulle tracce della complice di Epstein da un anno: era stata individuata due volte, ed è sempre riuscita a sfuggire. Ora inizia la battaglia del suo agguerrito team legale
Lo sfacciato immobiliarista che riciclava denaro sporco
Lo sfacciato immobiliarista che riciclava denaro sporco
Oltre a decine di furti e frodi, Ramon Olorunwa Abbas era un esperto nel “ripulire” grosse somme di denaro frutto di traffici illeciti. Fra le vittime anche un club della Premier League inglese
Il Golden State Killer
si dichiara colpevole
Il Golden State Killer<br>si dichiara colpevole
Ha ammesso stupri e omicidi che per 40 anni hanno tolto il sonno a due contee californiane, in cambio della vita: non salirà sul patibolo, ma sconterà almeno 11 ergastoli dietro le sbarre
Londra: condannato il giovane della Tate Modern
Londra: condannato il giovane della Tate Modern
Il 18enne che un anno fa spinse dal balcone un bimbo di sei anni condannato dalla giustizia inglese per omicidio volontario
Justin Bieber cita due donne che lo accusano di stupro
Justin Bieber cita due donne che lo accusano di stupro
Danielle e Kadi hanno raccontato sui social di essere state violentate in albergo ad un anno di distanza una dall’altra. L’artista canadese nega dicendo di avere le prove che in quei giorni si trovava da altre parti, e parte al contrattacco
Suicida una giovanissima star di «TikTok»
Suicida una giovanissima star di «TikTok»
A 16 anni, Siya Kakkar era seguita da milioni di follower in tutto il mondo. Inspiegabili i motivi del gesto: aveva numerosi progetti futuri
Scarcerata la giovane che ha ucciso il suo violentatore
Scarcerata la giovane che ha ucciso il suo violentatore
Dopo due anni di abusi, nel 2018 Chrystul Kizer aveva ucciso l’uomo che la violentava e vendeva ad altri. Al suo fianco si è schierata un’imponente campagna mediatica e di supporto economico