Traffico d'armi e guai con il fisco, l'avvocato torinese si difende

| Dii nuovo alla ribalta una vecchia indagine su forniture militari all'Iran. Conti off-shore segreti

+ Miei preferiti

"Ahimè. Io sono effettivamente nullatenente. E lo sono dal 3 marzo 2010".
A parlare è Raffaele Rossi Patriarca, l'avvocato torinese, civilista di fama internazionale, finito al centro di accertamenti della Guardia di Finanza nel capoluogo piemontese. Le indagini sono iniziate nei mesi scorsi, dopo che il professionista, imputato in Liguria in una causa per omicidio stradale, ha fatto richiesta di gratuito patrocinio.
Patriarca dichiara reddito zero, eppure le Fiamme Gialle sono risalite a una villa in collina, a un appartamento al mare, a yacht e costosi hobby. Le verifiche della Guardia di Finanza hanno accertato che dovrà pagare imposte su un reddito di circa 200 mila euro, a cui si aggiungeranno sanzioni e interessi.


"Tutto questo risale a una stagione lontana, a un'altra epoca. Ora non rimane più assolutamente nulla".

Nemmeno l'elegante studio di 300 mq in pieno centro storico a Torino, con affreschi e importanti opere d'arte?

"Quella che era la mia parte dello studio, non è più mia da molto tempo. Ora vivo e lavoro a Londra. E viaggio: Malta, Nigeria, Svizzera. Sono un avvocato con la valigia. Trovo dove dormire con Airbnb e mi sposto con Blah Blah car, che è ancora più economico del treno. Si figuri che non ho nemmeno i soldi per divorziare da mia moglie, che mi ha sbattuto fuori di casa nel 2014".

E i documenti trovati dalla Guardia di Finanza che l'ha fermato al Valico di Ponte Chiasso? I documenti che riguardano la gestione di società con sede in noti paradisi fiscali, come Panama e l'isola di Jersey in Gran Bretagna?

"Avevo un appuntamento di lavoro e, come ovvio, avevo con me alcune carte dei clienti. Non sono titolare di nessuna società off shore. Semmai seguo società comunitarie, che hanno alcuni azionisti fuori dall'Ue. E' il mio lavoro. Lavoro che ho ripreso a fare a Londra da quando sono stato sterilizzato professionalmente e reso inavvicinabile. Per me, dal 2010, è diventato impossibile lavorare".

Sette anni fa, Patriarca è stato chiamato in causa dalla Procura di Milano in un'inchiesta su un presunto traffico d'armi con l'Iran. Una storia suggestiva, in cui l'avvocato è accusato di aver organizzato e predisposto compravendite di forniture all'Iran utilizzando una quindicina di società ombra in vari Paesi europei.

"Una storia folkloristica, in cui non c'è nulla di vero. Non mi sono mai occupato di armi. Non per buonismo, ma perché non ho competenza né tecnica né giuridica. Nell'ottobre 2009 fui incaricato da una società privata iraniana di assisterla nell'acquisto di nove elicotteri vip e per il trasporto operai. Il mio settore professionale".

Ma sono arrivati i guai con la giustizia. L'arresto, il 3 marzo 2010. I due mesi trascorsi a San Vittore, i due mesi di arresti domiciliari, i sei mesi di divieto d'espatrio. Il Consiglio dell'Ordine degli avvocati l'ha sospeso, nel 2010, per cinque mesi. Ora il procedimento disciplinare è in attesa del processo di merito, iniziato il 14 giugno 2016.  

Cronaca
Il Regno Unito commosso per la storia di Chloe e Adam
Il Regno Unito commosso per la storia di Chloe e Adam
Erano fidanzati da meno di un anno: lei si è uccisa impiccandosi senza lasciare un biglietto che spiegasse il gesto. Sei giorni dopo lui l’ha seguita gettandosi sotto un treno
Arrestato il mandante dell’omicidio
di Daphne Caruana Galizia
Arrestato il mandante dell’omicidio<br>di Daphne Caruana Galizia
Si tratta di Yorgen Fenech, spregiudicato proprietario di casinò e a capo di una cordata che si è aggiudicata un appalto miliardario, ma soprattutto collettore di tangenti che spartiva con alcuni ministri maltesi
Francia: il più grande caso di pedofilia
Francia: il più grande caso di pedofilia
Joël Le Scouarnec, chirurgo pediatrico, avrebbe abusato di oltre 250 bambini in quasi vent’anni di attività, malgrado una denuncia per possesso di materiale pedopornografico
Arrestato il fondatore del Cirque du Soleil
Arrestato il fondatore del Cirque du Soleil
Guy Laliberté sarebbe trattenuto dalla polizia a Tahiti: nel suo atollo privato è stata rinvenuta una grande piantagione di cannabis. La vita esagerata di un eccentrico ex artista di strada diventato miliardario
Francia, 800 kg di cocaina riconsegnati dal mare
Francia, 800 kg di cocaina riconsegnati dal mare
Dal 18 ottobre scorso, su un lungo tratto della costa atlantica francese si susseguono i ritrovamenti di panetti di cocaina purissima. L’inchiesta della procura per adesso si limita a supposizioni
Lo scontro di due aerei militari causato da un selfie
Lo scontro di due aerei militari causato da un selfie
È accaduto nel dicembre dello scorso anno al largo delle coste giapponesi: l’inchiesta ha accertato che un pilota si stava scattando dei selfie, mentre l’altro leggeva un libro
Trovato morto il fondatore dei White Helmets
Trovato morto il fondatore dei White Helmets
Ex agente segreto britannico, Jack Le Mesurier aveva creato una ong che agisce nei teatri di guerra siriani. Pochi giorni fa la Russia l’aveva accusato di terrorismo
Nuovi guai per Roman Polanski
Nuovi guai per Roman Polanski
Nel 1975, la giovane Valentine Monnier fu violentata senza pietà dal regista in uno chalet di Gstaad: 44 anni ha raccontato tutto, spinta proprio dall’ultimo film di Polanski
La coppia diabolica che sognava sesso e sangue
La coppia diabolica che sognava sesso e sangue
Paul e Angela, due amanti inglesi, hanno eliminato il ricco marito di lei per poter vivere insieme. A loro carico una serie di messaggi agghiaccianti in cui sognavano di fare sesso nel sangue del marito
Germania, finta dottoressa arrestata per quattro morti
Germania, finta dottoressa arrestata per quattro morti
Ha lavorato per quattro anni in ospedale, dove aveva presentato una documentazione falsa: è accusata di quattro decessi e otto persone ferite in modo grave