Trovato morto il fondatore dei White Helmets

| Ex agente segreto britannico, Jack Le Mesurier aveva creato una ong che agisce nei teatri di guerra siriani. Pochi giorni fa la Russia l’aveva accusato di terrorismo

+ Miei preferiti
È ancora una mistero, la morte di Jack Le Mesurier, un ex agente dell’MI6 britannico fra i fondatori dei “White Helmets”, la difesa civile siriana. Secondo le autorità turche, Le Mesurier, 48 anni, sarebbe precipitato dal balcone del suo appartamento, al terzo piano di uno stabile di Istanbul: sul corpo sono state riscontrate diverse ferite e fratture agli arti e al capo.

A infittire il mistero sulla morte, l’accusa di essere vicino ai gruppi terroristici lanciata pochi giorni fa da un portavoce del ministro degli esteri russo Maria Zakharova. Accuse che insieme all’ipotesi del suicidio costituiscono la base di partenza per le indagini, anche se la polizia ha confermato che si tratta di una morte sospetta, malgrado dalle prime analisi delle videocamere di sorveglianza non si registrerebbero movimenti sospetti.

È la conferma di quanto Jack Le Mesurier fosse un personaggio scomodo: diplomato con il massimo dei voti alla “Royal Academy of Military”, aveva servito l’esercito in numerosi scenari di guerra diventando anche capo dell’intelligence inglese a Pristina, in Kosovo. Ex agente dei servizi segreti MI6, nel 2000 aveva lasciato l’esercito scegliendo di lavorare per le Nazioni Unite, convinto che “gli aiuti umanitari sono più efficaci di un esercito”. Aderisce prima all’Olive Group, un gruppo confluito nel “Constellis Holdings”, organizzazione di intelligence, formazione, logistica e protezione di aree, siti e infrastrutture a rischio che opera in 30 paesi del mondo.

Nel 2013, Le Mesurier era stato fra i fondatori di “Mayday Rescue”, organizzazione che sostiene i “White Helmets”, la difesa civile siriana che opera nelle zone della Siria controllate dai ribelli attraverso 3mila volontari e 111 centri di protezione, che secondo alcune stime avrebbe salvato da morte certa 80mila persone dal 2014 ad oggi. Per il suo impegno, nel 2016 Le Mesurier era stato nominato cavaliere dalla Regina Elisabetta, e nello stesso anno la sua organizzazione candidata al Nobel per la Pace: il gruppo era stato protagonista di due docu-film, “The White Helmets”, coprodotto da Netflix nel 2016, e “Last Men in Aleppo” dell’anno successivo, candidato all’Oscar e sostenuto da diverse star di Hollywood.

Galleria fotografica
Trovato morto il fondatore dei White Helmets - immagine 1
Trovato morto il fondatore dei White Helmets - immagine 2
Trovato morto il fondatore dei White Helmets - immagine 3
Cronaca
Lo sfacciato immobiliarista che riciclava denaro sporco
Lo sfacciato immobiliarista che riciclava denaro sporco
Oltre a decine di furti e frodi, Ramon Olorunwa Abbas era un esperto nel “ripulire” grosse somme di denaro frutto di traffici illeciti. Fra le vittime anche un club della Premier League inglese
Il Golden State Killer
si dichiara colpevole
Il Golden State Killer<br>si dichiara colpevole
Ha ammesso stupri e omicidi che per 40 anni hanno tolto il sonno a due contee californiane, in cambio della vita: non salirà sul patibolo, ma sconterà almeno 11 ergastoli dietro le sbarre
Londra: condannato il giovane della Tate Modern
Londra: condannato il giovane della Tate Modern
Il 18enne che un anno fa spinse dal balcone un bimbo di sei anni condannato dalla giustizia inglese per omicidio volontario
Justin Bieber cita due donne che lo accusano di stupro
Justin Bieber cita due donne che lo accusano di stupro
Danielle e Kadi hanno raccontato sui social di essere state violentate in albergo ad un anno di distanza una dall’altra. L’artista canadese nega dicendo di avere le prove che in quei giorni si trovava da altre parti, e parte al contrattacco
Suicida una giovanissima star di «TikTok»
Suicida una giovanissima star di «TikTok»
A 16 anni, Siya Kakkar era seguita da milioni di follower in tutto il mondo. Inspiegabili i motivi del gesto: aveva numerosi progetti futuri
Scarcerata la giovane che ha ucciso il suo violentatore
Scarcerata la giovane che ha ucciso il suo violentatore
Dopo due anni di abusi, nel 2018 Chrystul Kizer aveva ucciso l’uomo che la violentava e vendeva ad altri. Al suo fianco si è schierata un’imponente campagna mediatica e di supporto economico
NY, cameriera 18enne molestata da clienti e proprietari
NY, cameriera 18enne molestata da clienti e proprietari
Brenna Gonzales, cameriera di una celebre steak-house frequentata dal jet-set newyorkese, ha sporto querela per molestie sessuali ripetute
Zanardi stabile ma ancora grave
Zanardi stabile ma ancora grave
I medici non azzardano supposizioni: il quadro generale parla di “danni importanti” che potrebbero avere conseguenze neurologiche e di vista. Nei prossimi giorni la riduzione della sedazione e le prime valutazioni
L’Italia in ansia per Alex Zanardi
L’Italia in ansia per Alex Zanardi
Stabile nella notte ma ancora in condizioni gravissime. Attesa per il prossimo bollettino medico. La procura indaga per ricostruire l’accaduto
Zanardi in coma farmacologico
Zanardi in coma farmacologico
Il campione bolognese ricoverato in terapia intensiva: non è in pericolo di vita, ma il danno neurologico potrebbe essere molto grave