Trovato morto il fondatore dei White Helmets

| Ex agente segreto britannico, Jack Le Mesurier aveva creato una ong che agisce nei teatri di guerra siriani. Pochi giorni fa la Russia l’aveva accusato di terrorismo

+ Miei preferiti
È ancora una mistero, la morte di Jack Le Mesurier, un ex agente dell’MI6 britannico fra i fondatori dei “White Helmets”, la difesa civile siriana. Secondo le autorità turche, Le Mesurier, 48 anni, sarebbe precipitato dal balcone del suo appartamento, al terzo piano di uno stabile di Istanbul: sul corpo sono state riscontrate diverse ferite e fratture agli arti e al capo.

A infittire il mistero sulla morte, l’accusa di essere vicino ai gruppi terroristici lanciata pochi giorni fa da un portavoce del ministro degli esteri russo Maria Zakharova. Accuse che insieme all’ipotesi del suicidio costituiscono la base di partenza per le indagini, anche se la polizia ha confermato che si tratta di una morte sospetta, malgrado dalle prime analisi delle videocamere di sorveglianza non si registrerebbero movimenti sospetti.

È la conferma di quanto Jack Le Mesurier fosse un personaggio scomodo: diplomato con il massimo dei voti alla “Royal Academy of Military”, aveva servito l’esercito in numerosi scenari di guerra diventando anche capo dell’intelligence inglese a Pristina, in Kosovo. Ex agente dei servizi segreti MI6, nel 2000 aveva lasciato l’esercito scegliendo di lavorare per le Nazioni Unite, convinto che “gli aiuti umanitari sono più efficaci di un esercito”. Aderisce prima all’Olive Group, un gruppo confluito nel “Constellis Holdings”, organizzazione di intelligence, formazione, logistica e protezione di aree, siti e infrastrutture a rischio che opera in 30 paesi del mondo.

Nel 2013, Le Mesurier era stato fra i fondatori di “Mayday Rescue”, organizzazione che sostiene i “White Helmets”, la difesa civile siriana che opera nelle zone della Siria controllate dai ribelli attraverso 3mila volontari e 111 centri di protezione, che secondo alcune stime avrebbe salvato da morte certa 80mila persone dal 2014 ad oggi. Per il suo impegno, nel 2016 Le Mesurier era stato nominato cavaliere dalla Regina Elisabetta, e nello stesso anno la sua organizzazione candidata al Nobel per la Pace: il gruppo era stato protagonista di due docu-film, “The White Helmets”, coprodotto da Netflix nel 2016, e “Last Men in Aleppo” dell’anno successivo, candidato all’Oscar e sostenuto da diverse star di Hollywood.

Galleria fotografica
Trovato morto il fondatore dei White Helmets - immagine 1
Trovato morto il fondatore dei White Helmets - immagine 2
Trovato morto il fondatore dei White Helmets - immagine 3
Cronaca
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
Sarebbe morta nel sonno a soli 24 anni: dopo una carriera fulminea nel mondo dell’hard aveva scelto di tornare dalla famiglia in Texas e contava di sposarsi a breve
Notte di sangue a Birmingham
Notte di sangue a Birmingham
Una non meglio precisata “serie di accoltellamenti” che avrebbero coinvolto diverse persone, avvenuti nella zona della movida e del quartiere LGBT. La polizia non si sbilancia sulla matrice dell’episodio
Rock and Virus
Rock and Virus
Il concerto degli “Smash Mount” durante il motoraduno di Sturgis, si sta trasformando in un focolaio che fa il pieno di contagi e vittime. L’ira dei social verso la band, accusata di fomentare la folla urlando che il Covid non esiste
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
I cadaveri di Henriett Szcus e Mihrican Mustafa ritrovati casualmente dalla polizia un anno fa nell’appartamento di Zahid Younis, 36 anni, condannato all’ergastolo
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
L’allarme è scattato dopo i primi svenimenti per la presenza di monossido di carbonio. Nessuna vittima ma tanta paura per circa 200 giovani che avevano scelto una caverna per una notte di eccessi
La killer di una senatrice americana confessa l’omicidio
La killer di una senatrice americana confessa l’omicidio
Rebecca Lynn O’Donnell ha confessato l’omicidio e l’occultamento di cadavere della senatrice dell'Arkansas Linda Collins-Smith, che stava indagando in un giro di pedofilia
Texas, mamma in overdose si chiude in auto con le figlie: muoiono tutte e tre
Texas, mamma in overdose si chiude in auto con le figlie: muoiono tutte e tre
Natalie, Izabel ed Elise Chambers, sono state ritrovate prive di vita in un Suv: Natalie sarebbe morta per overdose, le sue bimbe soffocate dal gran caldo
Una mamma e i suoi due figli trovati in un'auto in un lago
Una mamma e i suoi due figli trovati in un
I corpi di ShaQuia Philpot e i suoi due gemelli, sono stati notati da un pescatore in un lago della Georgia. La polizia indaga per risalire ai motivi di quello che al momento appare come un inspiegabile omicidio-suicidio
Riconosce il suo stupratore nel killer di Maddie
Riconosce il suo stupratore nel killer di Maddie
Una donna vittima di stupro nel 2004 nella stessa zona del Portogallo dove è scomparsa la bimba inglese, ha trovato nel racconto di un’altra violenza commessa da Christian Brueckner molte analogie con la sua, rimasta irrisolta
«Naya è morta per salvare il figlio»
«Naya è morta per salvare il figlio»
Nell’attesa degli esiti dell’autopsia sul corpo rinvenuto nelle acque del lago Piru, lo sceriffo ipotizza quella che ritiene la versione più verosimile. Resta da capire se l'attrice sia stata colta da malore