Tu chiamale se vuoi, deiezioni

| È in partenza una massiccia campagna di sensibilizzazione contro l'inciviltà di chi non raccoglie gli escrementi del proprio cane

+ Miei preferiti

È un problema, inutile negarlo, che tocca diverse corde come senso civico, educazione e rispetto. Dovrebbe essere un po' l'abc di qualsiasi agglomerato urbano - eppure - guai a camminare senza controllare un passo dopo l'altro, pena ritrovarsi a schiacciare quella roba che secondo un celebre detto popolare porta fortuna, ma sicuramente non al momento, magari dopo.

Non è sicuramente per risparmiare sulla fortuna che L'Amiat, con la collaborazione della Città di Torino, ha deciso di tenere alta l'attenzione sulle deiezioni dei cani, uno degli effetti compresi nel pacchetto di quanti (tanti) scelgono la compagnia di un cucciolo. Per far leva sulla sensibilizzazione, proprio in questi giorni parte una campagna di comunicazione che invita i proprietari di animali ad un comportamento tanto semplice quanto corretto nei confronti dei propri concittadini: raccogliere le deiezioni del cane.

Una campagna "gentile"

Nulla di accusatorio, anzi, il claim ed il visual scelti sono spiritosi ma comunque sottili: "Raccoglierla non sarà un piacere, ma pestarla è molto peggio", recita la locandina che mostra un cane che ha appena lasciato il proprio "ricordino", tirato via dal padrone. Come a dire: gli animali non hanno colpe, ma i padroni qualcuna.

Una campagna massiccia destinata a comparire sui quotidiani torinesi, su 50 linee di autobus cittadini e attraverso card distribuite gratuitamente in un centinaio fra negozi di articoli per animali, circoscrizioni e biblioteche civiche. "Pensare al marciapiede come a un pezzo della propria casa, come a qualcosa di proprio da proteggere e tenere in ordine, è il modo migliore per restituire alla nostra città un'immagine consona alla sua bellezza e al suo fascino, in ogni angolo del suo territorio", ha commentato Alberto Unia, assessore all'Ambiente della Città di Torino.

In campo perfino la tecnologia

È una vera battaglia contro l'inciviltà che quotidianamente si trovano ad affrontare centinaia di città in tutto il mondo. Fra i casi più eclatanti le fototrappole annunciate di Torre Boldone, nel bergamasco, la rete di telecamere adottate a Madrid e il database canino voluto dal sindaco di Beziers, nel sud della Francia, in cui raccogliere il Dna di ogni animale e da quello riuscire a risalire e multare il proprietario.

Cronaca
Trovato morto il fondatore dei White Helmets
Trovato morto il fondatore dei White Helmets
Ex agente segreto britannico, Jack Le Mesurier aveva creato una ong che agisce nei teatri di guerra siriani. Pochi giorni fa la Russia l’aveva accusato di terrorismo
Nuovi guai per Roman Polanski
Nuovi guai per Roman Polanski
Nel 1975, la giovane Valentine Monnier fu violentata senza pietà dal regista in uno chalet di Gstaad: 44 anni ha raccontato tutto, spinta proprio dall’ultimo film di Polanski
La coppia diabolica che sognava sesso e sangue
La coppia diabolica che sognava sesso e sangue
Paul e Angela, due amanti inglesi, hanno eliminato il ricco marito di lei per poter vivere insieme. A loro carico una serie di messaggi agghiaccianti in cui sognavano di fare sesso nel sangue del marito
Germania, finta dottoressa arrestata per quattro morti
Germania, finta dottoressa arrestata per quattro morti
Ha lavorato per quattro anni in ospedale, dove aveva presentato una documentazione falsa: è accusata di quattro decessi e otto persone ferite in modo grave
Ucciso l’hair stylist di CR7
Ucciso l’hair stylist di CR7
Il corpo di Ricardo Marques Ferreira trovato nel letto di un hotel di Zurigo in un lago di sangue. La polizia ha fermato un uomo di 39 anni
Storie di morte dal tir degli orrori
Storie di morte dal tir degli orrori
I messaggi di addio alla famiglia di Pham Thi Tra My, una ragazza vietnamita di 26 anni. Le indagini della polizia sulle spietate bande di trafficanti di esseri umani che dominano le tratte internazionali
Rinviato il processo ai rapitori di Silvia Romano
Rinviato il processo ai rapitori di Silvia Romano
“Nuovi e fondamentali elementi” hanno convinto i giudici keniani a far slittare il processo a carico di tre dei presunti sequestratori della giovane milanese
Londra: nel tir l’ennesima
strage dei migranti
Londra: nel tir l’ennesima<br>strage dei migranti
È il sospetto della polizia, che ammette le difficoltà di dare un nome ai 39 cadaveri ritrovati all'interno di un container. Non si tratta di un caso isolato: numerosi i precedenti
L’attentatore di Oslo è un ex poliziotto
L’attentatore di Oslo è un ex poliziotto
Identificato insieme alla complice, catturata dopo un inseguimento, l’uomo ha precedenti penali ed è vicino ad un gruppo neonazista
Un altro italiano ucciso nella Repubblica Dominicana
Un altro italiano ucciso nella Repubblica Dominicana
Nicola Gerosa, 57 anni, ucciso mentre era alla guida della sua auto. La polizia ha fermato il socio