UBRIACO CONTRO MOTO RAGAZZA MUORE FIDANZATO GRAVE

| Stazionario il centauro torinese ferito dopo una lite in strada. Investitore arrestato per omicidio, è un cinquantenne di Nichelino risultato positivo all'alcol

+ Miei preferiti
Sono stazionarie le condizioni di Matteo Penna, 29 anni, travolto da un Ford Transit con alla guida un ubriaco deciso a vendicarsi di un affronto in seguito a una banale stradale. E' stata scongiurata l'amputaione di una gamba e il giovane è in coma farmacologico. Solo nelle prossime ore sarà possibile avere un quadro diagnostico più preciso.  La fidanzata, Elisa Ferrero, 27, laureata in Medicina e prossima a iniziare la specilità, è morta invece sul colpo.Una moto sorpassa un mini-bus, sfiora uno specchietto. Segue una discussione con toni accesi, e forse il centauro ha dato un pugno al vetro. Dopo è follia pura. Maurizio De Giulio, 50 anni, insegue per  un chilometro la Ktm 900, la raggiunge a Condove, quando Matteo è costretto a rallentare per affrontare la rotatoria del Gravio, sulla Statale 24, la travolge, la trascina per una decina di metri. Fine della corsa, con i centauri schiacciati e stritolati contro il guard rail. Muore sul colpo Elisa Ferrero, 27 anni, di Moncalieri. Il fidanzato Matteo Penna, 29, è ricoverato in prognosi riservata al Cto. E' stato trasportato in ospedale in elicottero. E' in condizioni disperate. Maurizio De Giulio, risultato positivo all'alcol test, è stato arrestato dai carabinieri di Susa per omicidio stradale. E' un autotrasportatore, convive con una peruviana con due figli. Domani interrogatorio di convalida dell'arresto. Sulla volontarietà dell'investimento non ci sono dubbi. Ci sono molti testimoni, già sentiti dagli inquirenti. La moto procedeva in direzione Torino. Matteo è un ingegnere informatico, Elisa si era appena laureata. Una coppia felice che stava programmando di partire per le vacanze. Gli amici di Matteo ed Elisa  ora temono che il killer possa uscire presto dal carcere. "E' un assassino - dicono - voleva uccidere, deve restare in cella per tutta la vita". A bordo del Ford Transit c'era anche la compagna e una delle sue figlie. De  Giulio ha precedenti di polizia per un fatto simile, aveva litigato dopo un incidente con un automobilista e aveva insultato anche i carabinieri che erano intervenuti.
SOCIAL? INOPPORTUNI E CRUDELI
E sui social divampa una discussione che gli amici della coppia hanno pesantemente contestato. "Non c'è rispetto nemmeno per chi ha perduto i propri cari", scrive un'amica rispondendo a due post firmati da Matteo M.: "
Non avresti dovuto tirare quel pugno sul finestrino, dispiace dirlo ma parte della responsabilità è tua, non puoi sapere mai quale pazzo ti potrebbe capitare, e tu avevi la responsabilità di proteggere la tua donna per giunta... è partito tutto dal tuo gesto sconsiderato, col senno di poi la tua è stata una mancanza di buon senso, e questo rimorso penso che te lo porterai dietro per tutta la vita. Ad ogni modo, ti auguro una pronta guarigione". Molti i commenti che hanno criticato il tono e il contenuto. Ma Matteo M. ha continuato: "Non manco di rispetto a nessuno, viviamo in un mondo nel quale conviene pensarci mille volte prima di compiere dei gesti inutili, soprattutto quando si ha la responsabilità dell'incolumità di terze persone a bordo... ovviamente non giustifico assolutamente la reazione di quel criminale, ma in questo mondo bisogna imparare a non innescare certe dinamiche, si sa che i pazzi esistono per le strade, la maturità sta nel non creare occasioni pericolose". Un modo quasi per dare una giustificazione a chi ha ucciso una ragazza incolpevole di tutto per niente.

Cronaca
Hackerate le email di Ghislaine Maxwell
Hackerate le email di Ghislaine Maxwell
Il timore è che numerose email scambiate fra la reclutatrice di minorenni per conto di Jeffrey Epstein e personaggi in vista siano resi noti dai media, scatenando un vero cataclisma di proporzioni mondiali
L’incredibile caso dei pedofili di Rotherham
L’incredibile caso dei pedofili di Rotherham
Per decenni, gang di pakistani hanno sequestrato e violentato minorenni, ma la polizia non è mai intervenuta per evitare tensioni razziali. È l’allucinante conclusione di un’inchiesta conclusa in questi giorni
UK: picchiata perché lesbica
UK: picchiata perché lesbica
Dopo la quinta aggressione, una ventenne inglese ha deciso di divulgare le foto delle sue ferite: “Ormai ho paura di uscire di casa, ma voglio che la gente sappia”
Dublino: ucciso e decapitato nella guerra fra gang
Dublino: ucciso e decapitato nella guerra fra gang
I resti di Keane Mulready-Woods, 17 anni, sono stati trovati a km di distanza all’interno di una borsa e di un’auto data alle fiamme. La polizia sulle tracce del probabile assassino, un 35enne considerato un potenziale serial killer
Sicilia, il mistero dei sub restituiti dal mare
Sicilia, il mistero dei sub restituiti dal mare
Un terzo corpo è riemerso ieri a Termini Imerese: sul mistero indagano cinque procure, e al momento non si esclude alcuna pista. L’incidente durante una battuta di pesca o durante la consegna di una partita di droga
L’ex parroco confessa: “Molestavo 4 o 5 bimbi ogni settimana”
L’ex parroco confessa: “Molestavo 4 o 5 bimbi ogni settimana”
Bernard Preynat, ex parroco della chiesa di Sainte-Foy-Les Lyon, ammette le sue responsabilità alle prime battute del processo: “Non mi rendevo conto di fare del male, provavo piacere”
I nuovi misteri del furto del secolo
I nuovi misteri del furto del secolo
Due episodi si aggiungono al clamoroso furto di gioielli dello scorso novembre al castello di Dresda. Qualcuno avrebbe offerto due dei preziosi ad una società, chiedendo anche di indagare sulle misure di sicurezza del museo
Modella inglese muore precipitando da una scogliera
Modella inglese muore precipitando da una scogliera
Madalyn Davis, che da poche settimane si era trasferita in Australia, è caduta da una pericolosa scogliera nella costa di Sydney
Bimbo di 10 anni trovato morto nel carrello di un aereo
Bimbo di 10 anni trovato morto nel carrello di un aereo
Il piccolo sarebbe riuscito a intrufolarsi nel vano del carrello di un aereo diretto a Parigi superando la sorveglianza di un aeroporto della Costa d’Avorio. Le basse temperature non gli hanno lasciato scampo
Ergastolo allo stupratore seriale di Manchester
Ergastolo allo stupratore seriale di Manchester
In 12 anni avrebbe abusato di centinaia di giovani eterosessuali di cui conquistava la fiducia, per poi violentarli nel suo appartamento dopo averli drogati. È stato condannato per 159 capi d’accusa, con 136 stupri