"Uccidi qualcuno e ti dò 9 milioni di dollari"

| Una 18enne ha conosciuto un 21enne sui social. Disoccupato, fingeva di essere un milionario. Come vittima, l'assassina ha scelto un'amica disabile, uccisa poi in un bosco con l'aiuto di 5 complici. Soldi in cambio di foto e video.

+ Miei preferiti
MICHAEL O'BRIEN
Il branco di anonimi e incensurati adolescenti dell'Alaska speravano di incassare 9 milioni di dollari da un riccone del Midwest che voleva provare emozioni forti commissionando un delitto senza movente. Ebbene, hanno davvero ucciso brutalmente una donna disabile su un sentiero nei dintorni di Anchorage, in Alaska, con un colpo di pistola alla nuca, dopo averla convinta a seguirli "per una gita nei boschi". Il cadavere è stato poi gettato nel fiume.
Vittima e assassina
 
Il presunto milionario - un 21enne disoccupato e senza un cent, conosciuto poco tempo prima sui social - pretendeva solo, in cambio dell'ingente somma di denaro, le foto e il video del delitto, secondo gli atti giudiziari che ricostruiscono l'omicidio e altre accuse contro sei persone che, il 2 giugno, hanno ucciso la 19enne Cynthia Hoffman, scelta come candidata solo perchè afflitta da una leggera disabilità mentale. "E' un caso veramente orribile, che non appartiene alla nostra comunità", ha commentato Justin Doll, capo della polizia di Anchorage, in una conferenza stampa. La polizia ha subito indentificato Darin Schilmiller, il giovane che si è era dipinto sui social come il milionario Tyler del Kansas, usando una fotografia falsa. "Non gli assomiglia, non è milionario e vive nell'Indiana con i genitori. Non ha neanche un lavoro", spiegano i detective.
Il falso milionario Darin Schilmiller
Schilmiller, che è stato arrestato a New Salisbury, Indiana, sarà trasferito in Alaska il mese prossimo; aveva iniziato un rapporto online con Denali Brehmer (nella foto), 18 anni. Una ragazza come tante, incensurata, in attesa di iscriversi al primo anno univeristà, con una famiglia in apparenza nomale alle spalle. Circa tre settimane prima del delitto, Brehmer e Schilmiller hanno affrontato l'idea di organizzare uno stupro e un omcidio di una persona qualsiasi in Alaska: "Schilmiller ha offerto a Brehmer nove o più milioni di dollari per compiere l'omicidio e per farsi inviare fotografie e video dell'omicidio", spiegano gli investigatori.
Kayden McIntosh, l'adolescente che ha ucciso Cynthia Hoffman
"Brehmer ha accettato di commettere l'omicidio per suo conto". La ragazza ha poi chiesto l'aiuto di quattro amici, tra cui il diciannovenne Caleb Leyland, il sedicenne Kayden McIntosh e altri due giovani già identificati ma non ancora incriminati, per pianificare ed eseguire l'omicidio secondo le indicazioni del falso milionario Schilmiller. Il gruppo si incontra per decidere come avrebbero diviso i soldi: cinque milioni a Denali, poichè aveva trovato lei il contatto, il resto agli altri. Più denaro a chi avrebbe compiuto materialmente l'omicidio, meno per i comprimari. McIntosh è quello che ha sparato, con un'arma denunciata. La Hoffman era la migliore amica di Brehmer, ed è stata scelta dal gruppo come vittima, anche perchè aveva piena fiducia nella sua amica e l'ha seguita nel bosco senza alcun sospetto. Brehmer e McIntosh hanno usato il pick-up di Leyland il 2 giugno per portare la giovane a Thunderbird Falls, una località turistica a circa 32 km da  Anchorage. Secondo gli atti giudiziari, il gruppo è uscito dal sentiero, frequentato da molti escursionisti, e ha raggiunto la riva del fiume Eklutna, dove la Hoffman è stata legata, costretta a inginocchiars e uccisa con un colpo alla nuca da McIntosh: per poi tentare di disfarsi del cadavere gettandolo nel fiume.
I funzionari hanno detto che non è ancora chiaro se Cynthia Hoffman sia stata anche aggredita sessualmente. "Le prove mostrano che Brehmer stava comunicando e inviando video e fotografie durante le fasi del delitto, secondo gli accordi con Schilmiller".
Per finire si sono liberati dei vestiti della giovane vittima: infine, per non allarmare i familiari, Denali Brehmer ha scritto alla famiglia per far loro sapere che l'avevano lasciata "con un amico", al Polar Bear Park di Anchorage. Due giorni dopo, sia Brehmer che McIntosh erano sotto interrogatorio. McIntosh è stato subito arrestato, ma Brehmer negava qualsiasi coinvolgimento nella morte. La polizia ha continuato a indagare e l'ha interrogata due giorni dopo la comparsa di un video su Snapchat in cui lei sembrava confessare l'omicidio. "La 18enne assassina alla fine ha ammesso di essere stata sollecitata da Schilmiller a commettere l'assassinio, rendendosi conto di essere stata plagiata da Schilmiller". Anche il finto miliardario ha subito confessato agli agenti federali il suo ruolo nella trama, dicendo di aver scelto Hoffman come vittima e confermato di aver ordinato la sua uccisione. Ha anche precisato, con incredibile freddezza, che la ragazza sarebbe stata in contatto con lui durante tutto l'omicidio: gli avrebbe inviato su Snapchat fotografie e video di Cinthia Hoffman mentre era ancora legata e subito dopo l'omicidio. Ha aggiunto che lui e Brehmer avevano discusso sull'eventualità di uccidere anche un'altra persona, ma il piano è stato abbandonato, e ha ammesso di aver ricattato Brehmer per indurla anche a far stuprare la vittima. Nello scambio di post e immagini anche immagini pedo-pornografiche di una bambina violentata dall'apparente età di 8-10 anni, per cui sono scattate altre pesanti imputazioni.
In un'indagine federale stralciata dal caso, Schilmiller e Brehmer sono stati incriminati anche con l'accusa  di pornografia infantile, compresa la produzione, la coercizione e l'adescamento di un minorenne. Le autorità federali sostengono che infatti Denali Brehmer avesse realizzato video che coinvolgono un minore per inviarli  a Schilmiller. "Per tutto il bene che Internet rappresenta, può anche essere un posto terribilmente buio", ha aggiunto Bryan Schroder, il procuratore degli Stati Uniti in Alaska, in una conferenza stampa. "I genitori farebbero bene a monitorare le attività online dei propri figli".
Gli adolescenti dell'Alaska sono rappresentati dall'ufficio del difensore pubblico, a cui per legge non è consentito commentare i casi.
Galleria fotografica
"Uccidi qualcuno e ti dò 9 milioni di dollari" - immagine 1
"Uccidi qualcuno e ti dò 9 milioni di dollari" - immagine 2
"Uccidi qualcuno e ti dò 9 milioni di dollari" - immagine 3
Cronaca
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Eloisa Pinto Fontes, 26 anni, era scomparsa senza lasciare traccia un anno fa a New York. È stata ritrovata in una favela di Rio mentre vagava in stato confusionale
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
Sarebbe morta nel sonno a soli 24 anni: dopo una carriera fulminea nel mondo dell’hard aveva scelto di tornare dalla famiglia in Texas e contava di sposarsi a breve
Notte di sangue a Birmingham
Notte di sangue a Birmingham
Una non meglio precisata “serie di accoltellamenti” che avrebbero coinvolto diverse persone, avvenuti nella zona della movida e del quartiere LGBT. La polizia non si sbilancia sulla matrice dell’episodio
Rock and Virus
Rock and Virus
Il concerto degli “Smash Mount” durante il motoraduno di Sturgis, si sta trasformando in un focolaio che fa il pieno di contagi e vittime. L’ira dei social verso la band, accusata di fomentare la folla urlando che il Covid non esiste
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
I cadaveri di Henriett Szcus e Mihrican Mustafa ritrovati casualmente dalla polizia un anno fa nell’appartamento di Zahid Younis, 36 anni, condannato all’ergastolo
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
L’allarme è scattato dopo i primi svenimenti per la presenza di monossido di carbonio. Nessuna vittima ma tanta paura per circa 200 giovani che avevano scelto una caverna per una notte di eccessi
La killer di una senatrice americana confessa l’omicidio
La killer di una senatrice americana confessa l’omicidio
Rebecca Lynn O’Donnell ha confessato l’omicidio e l’occultamento di cadavere della senatrice dell'Arkansas Linda Collins-Smith, che stava indagando in un giro di pedofilia
Texas, mamma in overdose si chiude in auto con le figlie: muoiono tutte e tre
Texas, mamma in overdose si chiude in auto con le figlie: muoiono tutte e tre
Natalie, Izabel ed Elise Chambers, sono state ritrovate prive di vita in un Suv: Natalie sarebbe morta per overdose, le sue bimbe soffocate dal gran caldo
Una mamma e i suoi due figli trovati in un'auto in un lago
Una mamma e i suoi due figli trovati in un
I corpi di ShaQuia Philpot e i suoi due gemelli, sono stati notati da un pescatore in un lago della Georgia. La polizia indaga per risalire ai motivi di quello che al momento appare come un inspiegabile omicidio-suicidio
Riconosce il suo stupratore nel killer di Maddie
Riconosce il suo stupratore nel killer di Maddie
Una donna vittima di stupro nel 2004 nella stessa zona del Portogallo dove è scomparsa la bimba inglese, ha trovato nel racconto di un’altra violenza commessa da Christian Brueckner molte analogie con la sua, rimasta irrisolta