Uccisa perché troppo bella

| La tragica fine di una 17enne russa, punita dalle sue migliori amiche perché più appariscente e desiderata: un delitto che ha sconvolto anche la polizia per la ferocia

+ Miei preferiti
“Vika”, soprannome di Viktoria Averina, 17 anni: un’adolescente russa come tante, alle prese con i primi amori, la scuola in un istituto alberghiero e le amicizie. Ma secondo due sue amiche di 16 anni, troppo bella per poter restare in circolazione impunemente. È l’inizio di un caso di cronaca che sta sconvolgendo la Russia, culminato con il ritrovamento del corpo straziato di Vika: torturata, strangolata, fatta a pezzi e abbandonata in un cantiere abbandonato di Arkhangelsk. Dopo l’iniziale dubbio che Vika potesse essere stata vittima di un assassino seriale, i sospetti si sono rivolti verso due delle sue migliori amiche, due ragazzine di 16 anni. Secondo la polizia, le due avrebbero agito con tale crudeltà e ferocia difficile perfino da immaginare: Vika, in base ai referti dei medici legali, è stata torturata in modo crudele, con il viso letteralmente “strappato” con cocci di vetro.

Le due, chiamate Lina e Irina per non rivelare l’identità, hanno confessato l’omicidio, ideato per punire Vika, un po’ troppo vanitosa e convinta di essere più bella delle altre e per questo da punire. La giovane è stata convinta con una scusa a seguire le due presso il cantiere abbandonato dove è scattato il piano: una delle due teneva ferma Vika mentre l’altra infieriva con pezzi di vetro raccolti sul posto. Come niente fosse, le due sono tornate a casa, ma appena la notizia delle tragica morte della ragazza si è sparsa, le due sono andate in confusione, crollando quando hanno visto le pattuglie della polizia fermarsi di fronte alle loro abitazioni.

Galleria fotografica
Uccisa perché troppo bella - immagine 1
Uccisa perché troppo bella - immagine 2
Cronaca
Il blitz della cattura di Ghislaine Maxwell
Il blitz della cattura di Ghislaine Maxwell
L’FBI ha confermato che era sulle tracce della complice di Epstein da un anno: era stata individuata due volte, ed è sempre riuscita a sfuggire. Ora inizia la battaglia del suo agguerrito team legale
Lo sfacciato immobiliarista che riciclava denaro sporco
Lo sfacciato immobiliarista che riciclava denaro sporco
Oltre a decine di furti e frodi, Ramon Olorunwa Abbas era un esperto nel “ripulire” grosse somme di denaro frutto di traffici illeciti. Fra le vittime anche un club della Premier League inglese
Il Golden State Killer
si dichiara colpevole
Il Golden State Killer<br>si dichiara colpevole
Ha ammesso stupri e omicidi che per 40 anni hanno tolto il sonno a due contee californiane, in cambio della vita: non salirà sul patibolo, ma sconterà almeno 11 ergastoli dietro le sbarre
Londra: condannato il giovane della Tate Modern
Londra: condannato il giovane della Tate Modern
Il 18enne che un anno fa spinse dal balcone un bimbo di sei anni condannato dalla giustizia inglese per omicidio volontario
Justin Bieber cita due donne che lo accusano di stupro
Justin Bieber cita due donne che lo accusano di stupro
Danielle e Kadi hanno raccontato sui social di essere state violentate in albergo ad un anno di distanza una dall’altra. L’artista canadese nega dicendo di avere le prove che in quei giorni si trovava da altre parti, e parte al contrattacco
Suicida una giovanissima star di «TikTok»
Suicida una giovanissima star di «TikTok»
A 16 anni, Siya Kakkar era seguita da milioni di follower in tutto il mondo. Inspiegabili i motivi del gesto: aveva numerosi progetti futuri
Scarcerata la giovane che ha ucciso il suo violentatore
Scarcerata la giovane che ha ucciso il suo violentatore
Dopo due anni di abusi, nel 2018 Chrystul Kizer aveva ucciso l’uomo che la violentava e vendeva ad altri. Al suo fianco si è schierata un’imponente campagna mediatica e di supporto economico
NY, cameriera 18enne molestata da clienti e proprietari
NY, cameriera 18enne molestata da clienti e proprietari
Brenna Gonzales, cameriera di una celebre steak-house frequentata dal jet-set newyorkese, ha sporto querela per molestie sessuali ripetute
Zanardi stabile ma ancora grave
Zanardi stabile ma ancora grave
I medici non azzardano supposizioni: il quadro generale parla di “danni importanti” che potrebbero avere conseguenze neurologiche e di vista. Nei prossimi giorni la riduzione della sedazione e le prime valutazioni
L’Italia in ansia per Alex Zanardi
L’Italia in ansia per Alex Zanardi
Stabile nella notte ma ancora in condizioni gravissime. Attesa per il prossimo bollettino medico. La procura indaga per ricostruire l’accaduto