Uccisa perché troppo bella

| La tragica fine di una 17enne russa, punita dalle sue migliori amiche perché più appariscente e desiderata: un delitto che ha sconvolto anche la polizia per la ferocia

+ Miei preferiti
“Vika”, soprannome di Viktoria Averina, 17 anni: un’adolescente russa come tante, alle prese con i primi amori, la scuola in un istituto alberghiero e le amicizie. Ma secondo due sue amiche di 16 anni, troppo bella per poter restare in circolazione impunemente. È l’inizio di un caso di cronaca che sta sconvolgendo la Russia, culminato con il ritrovamento del corpo straziato di Vika: torturata, strangolata, fatta a pezzi e abbandonata in un cantiere abbandonato di Arkhangelsk. Dopo l’iniziale dubbio che Vika potesse essere stata vittima di un assassino seriale, i sospetti si sono rivolti verso due delle sue migliori amiche, due ragazzine di 16 anni. Secondo la polizia, le due avrebbero agito con tale crudeltà e ferocia difficile perfino da immaginare: Vika, in base ai referti dei medici legali, è stata torturata in modo crudele, con il viso letteralmente “strappato” con cocci di vetro.

Le due, chiamate Lina e Irina per non rivelare l’identità, hanno confessato l’omicidio, ideato per punire Vika, un po’ troppo vanitosa e convinta di essere più bella delle altre e per questo da punire. La giovane è stata convinta con una scusa a seguire le due presso il cantiere abbandonato dove è scattato il piano: una delle due teneva ferma Vika mentre l’altra infieriva con pezzi di vetro raccolti sul posto. Come niente fosse, le due sono tornate a casa, ma appena la notizia delle tragica morte della ragazza si è sparsa, le due sono andate in confusione, crollando quando hanno visto le pattuglie della polizia fermarsi di fronte alle loro abitazioni.

Galleria fotografica
Uccisa perché troppo bella - immagine 1
Uccisa perché troppo bella - immagine 2
Cronaca
UK: muore giovane promessa della danza
UK: muore giovane promessa della danza
Jack Burne, soprannominato il nuovo Billy Elliott, è stato trovato senza vita per cause non ancora chiarite. Aveva 14 anni ed era già una star delle televisione dello spettacolo inglese
Suicida il killer dell’ospedale di Ostrava
Suicida il killer dell’ospedale di Ostrava
Braccato dalle squadre antiterrorismo, il killer si è tolto la vita sparandosi alla testa. Pare si fosse convinto di essere malato e che nessuno avesse intenzione di curarlo
Condanna record per l’orco di Harrow
Condanna record per l’orco di Harrow
Definito psicopatico e violento, secondo la polizia “uno dei peggiori maniaci sessuali nella storia del Regno Unito”, è stato condannato ad una pena infinita dall’Old Bailey. Nell’arco di due settimane aveva aggredito 11 persone
Ceren Ozdemir, la 390esima donna uccisa in Turchia
Ceren Ozdemir, la 390esima donna uccisa in Turchia
Il triste primato dalla fine di una giovane ballerina appena 20enne uccisa sulla porta di casa. Cresce in modo preoccupante il numero dei casi, denunciano le associazioni in difesa delle donne
Suicida dopo la condanna a 30 anni per femminicidio
Suicida dopo la condanna a 30 anni per femminicidio
Francesco Mazzega ha scelto di farla finita dopo la conferma della condanna a 30 anni per l’omicidio della sua fidanzata Nadia Orlando, che aveva ucciso due anni fa
Bomba a Parigi, scatta l’allarme
Bomba a Parigi, scatta l’allarme
Era una granata inerte custodita da un militare fuori servizio: un falso allarme che ha fatto scattare la massima allerta nella capitale francese
Italiana uccisa a Capo Verde
Italiana uccisa a Capo Verde
Il corpo di Marilena Corrò trovato senza vita nel serbatoio dell’acqua del suo B&B di Boavista. Fermato un altro italiano che gestiva la struttura, sospettato dell’omicidio
Spagna: sequestrato minisommergibile dei narcos
Spagna: sequestrato minisommergibile dei narcos
Fermato al largo delle coste della Galizia, trasportava tre tonnellate di cocaina. Un metodo di consegna e spostamento sempre più utilizzato dai cartelli della droga
Italia: allarme Fentanyl
Italia: allarme Fentanyl
Il potentissimo oppioide, insieme a migliaia di altre varianti sintetiche, inizia a fare le prime vittime anche nel nostro Paese. I pericoli delle nuove droghe, che negli Stati Uniti hanno causato una vera strage
Il Regno Unito commosso per la storia di Chloe e Adam
Il Regno Unito commosso per la storia di Chloe e Adam
Erano fidanzati da meno di un anno: lei si è uccisa impiccandosi senza lasciare un biglietto che spiegasse il gesto. Sei giorni dopo lui l’ha seguita gettandosi sotto un treno