Un’altra notte di sangue a Londra

| Sei persone, tra cui quattro adolescenti, accoltellati durante l’ennesima carneficina notturna. Per quanto la situazione resti preoccupante, secondo la polizia i dati fanno registrare un calo di aggressioni e omicidi

+ Miei preferiti
Blackheath, Barking, Hounslow, Tooting e Tottenham, sono le zone in cui sei persone, tra cui quattro adolescenti, sono state ferite in modo grave durante un’altra notte che ha insanguinato le strade di Londra. 

Un ragazzo è stato accoltellato al volto a poca distanza da una stazione di polizia del nord di Londra, e un altro è finito in ospedale con profonde ferite causate, dice la polizia, da “lame di grandi dimensioni”.

Casi di cronaca che si aggiungono alla pessima fama della capitale inglese, ormai preda senza rimedio di un’orribile susseguirsi di crimini con armi da taglio. Le cifre, 29 omicidi dall’inizio dell’anno, spiegano molto.

In uno dei primi agguati, un uomo di 26 anni è stato pugnalato più volte al Beaversfield Park di Hounslow verso le 16:30 del pomeriggio. Appena mezz’ora dopo, la polizia è stata chiamata in Rosemary Avenue - a pochi minuti di distanza - dove era stato segnalato un uomo ferito da arma da taglio. Passa poco di un’ora e mezza, e un ragazzo di 17 anni finisce all’ospedale, sfregiato in volto sulla High Road, a Tottenham. Alcuni testimoni inorriditi hanno raccontato di un “litigio” fra due gruppi di giovani.

Scotland Yard è costretta ad ammetterlo: i “crimin knife”, hanno raggiunto il livello “più alto e più preoccupante” degli ultimi quarant’anni, anche se secondo Cressida Dick, a capo della “Metropolitan Police”, le cifre sarebbero in calo del 15% rispetto allo scorso anno. Una percentuale che considera confortante, dopo anni “profondamente preoccupanti”, con decine di casi di adolescenti uccisi o feriti anche in modo grave: “Gli ultimi due anni sono stati senza dubbio i più drammatici del mio servizio. È la mia priorità numero uno: al 26 marzo dello scorso anno avevamo registrato 44 morti violente a Londra, contro i 29 di quest’anno”.

Neanche il tempo di dirlo, che le strade di Londra si riempiono di nuovo di sirene di ambulanze e polizia: un 17enni è stato pugnalato a Waterside Close, nell’East London poco prima delle 19 di ieri sera. Poco dopo le 21, un uomo subisce la stessa sorte a Tooting High Street. La scena peggiore a Blackheath, dove un adolescente è stato inseguito in macchina e pugnalato più volte davanti ad un gruppo di bambini terrorizzati. Un testimone, che ha preferito mantenere l’anonimato temendo ripercussioni, ha raccontato la scena: “Stavo tornando a casa dal lavoro quando ho visto un’auto nera passare a grande velocità: si è schiantata contro altre due parcheggiate e due uomini armati di coltelli enormi sono scesi dall’auto: ho visto un uomo in piedi. Aveva una ferita alla testa, poi è crollato a terra, completamente ricoperto di sangue: era stato pugnalato al fianco. Qualcuno ha preso delle coperte e abbiamo cercato di arginare la perdita di sangue in attesa dei soccorsi. È stato un agguato: sapevano esattamente chi stavano cercando”.

Alle 3:30 del mattino, la polizia è stata chiamata a Kidbrooke, “a seguito di segnalazioni una rissa in cui volavano coltelli”. La notte di sangue si è chiusa con l’accoltellamento di un adolescente, trovato agonizzate su un marciapiede di Forest Hill.

Cronaca
Influencer uccide la madre e le strappa il cuore
Influencer uccide la madre e le strappa il cuore
Anna Leikovic, 21 anni, ha assassinato la donna con un coltello da cucina strappandole diversi organi. La donna aveva scoperto che in sua assenza la figlia era diventata tossicodipendente
Il mistero dei Pirenei: travel blogger scompare nel nulla
Il mistero dei Pirenei: travel blogger scompare nel nulla
Esther Dingley manca all’appello ormai da più di 10 giorni: la polizia valuta l’ipotesi dell’incontro con un malintenzionato, ma anche la foto dell’impronta di un grosso orso inviata dalla donna poco prima di scomparire
Il mistero dell’influencer trovata morta
Il mistero dell’influencer trovata morta
Alexis Leigh Sharkley, 26 anni, era scomparsa venerdì a Houston senza lasciare traccia: il corpo nudo è stato visto da un operaio. È mistero fitto sulla morte: il corpo non presenta ferite
Dal reparto psichiatrico alla carriera da modella
Dal reparto psichiatrico alla carriera da modella
L’incredibile storia di Lucy May Dawson, una giovane inglese che viene ricoverata e curata per un forte esaurimento nervoso. Sembrava che per lei non ci fosse altro da fare, fin quando è arrivata la diagnosi corretta
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Eloisa Pinto Fontes, 26 anni, era scomparsa senza lasciare traccia un anno fa a New York. È stata ritrovata in una favela di Rio mentre vagava in stato confusionale
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
Sarebbe morta nel sonno a soli 24 anni: dopo una carriera fulminea nel mondo dell’hard aveva scelto di tornare dalla famiglia in Texas e contava di sposarsi a breve
Notte di sangue a Birmingham
Notte di sangue a Birmingham
Una non meglio precisata “serie di accoltellamenti” che avrebbero coinvolto diverse persone, avvenuti nella zona della movida e del quartiere LGBT. La polizia non si sbilancia sulla matrice dell’episodio
Rock and Virus
Rock and Virus
Il concerto degli “Smash Mount” durante il motoraduno di Sturgis, si sta trasformando in un focolaio che fa il pieno di contagi e vittime. L’ira dei social verso la band, accusata di fomentare la folla urlando che il Covid non esiste
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
I cadaveri di Henriett Szcus e Mihrican Mustafa ritrovati casualmente dalla polizia un anno fa nell’appartamento di Zahid Younis, 36 anni, condannato all’ergastolo
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
L’allarme è scattato dopo i primi svenimenti per la presenza di monossido di carbonio. Nessuna vittima ma tanta paura per circa 200 giovani che avevano scelto una caverna per una notte di eccessi